Apri il menu principale

Un ciclone in convento

serie televisiva tedesca
Un ciclone in convento
Un ciclone in convento.png
Titolo originaleUm Himmels Willen
PaeseGermania
Anno2002 – in produzione
Formatoserie TV
Generecommedia
Stagioni18
Episodi234 + 4 film TV
Durata45-48 min
Lingua originaletedesco
Rapporto16:9
Crediti
Interpreti e personaggi
Casa di produzioneMitteldeutscher Rundfunk (MDR)
Neue Deutsche Film GmbH (NDF)
Prima visione
Prima TV originale
Dall'8 gennaio 2002
Alin corso
Rete televisivaDas Erste
Prima TV in italiano
Dal2 luglio 2004
Alin corso
Rete televisivaRai 1 (st. 1-12)
Rai 2 (st. 13+)

Un ciclone in convento (Um Himmels Willen, lett. "Per l'amor del cielo") è una serie televisiva tedesca che va in onda dall'8 gennaio 2002 su Das Erste, il canale nazionale della TV pubblica tedesca ARD.

In Italia i diritti sono stati acquisiti da Rai, che ha trasmesso la serie su Rai 1 dal 2 luglio 2004. Dal 9 dicembre 2013 viene replicata dal canale televisivo Rai Premium, in prima serata, a partire dalla prima stagione. Dal 28 dicembre 2015 la serie è stata riproposta su Rai 2 alle 8:00 e in questa replica è stato trasmesso l'episodio 8 della decima stagione, rimasto sino ad allora inedito in Italia.

EpisodiModifica

La serie è composta da 221 episodi, trasmessi in diciassette stagioni a partire dall'8 gennaio 2002 su Das Erste. In Italia sono state trasmesse tutte le sedici stagioni originali sulle reti Rai.

Stagione Episodi Prima TV Germania Prima TV Italia
Prima stagione 13 2002 2004
Seconda stagione 13 2003 2004-2005
Terza stagione 13 2004 2005-2006
Quarta stagione 13 2005 2006
Quinta stagione 13 2006 2007
Sesta stagione 13 2007 2008
Settima stagione 13 2008 2009
Ottava stagione 13 2008-2009 2009-2011
Nona stagione 13 2010 2011
Decima stagione 13 2011 2011-2016
Undicesima stagione 13 2012 2012-2013
Dodicesima stagione 13 2013 2013
Tredicesima stagione 13 2014 2016
Quattordicesima stagione 13 2015 2016
Quindicesima stagione 13 2016 2016
Sedicesima stagione 13 2017 2017
Diciassettesima stagione 13 2018 2018-2019[1]
Diciottesima stagione 13 2019 inedita

Film per la televisioneModifica

Sulla serie sono stati prodotti ben quattro film per la televisione e trasmessi tutti in occasione del periodo natalizio. Il primo, intitolato Natale a Kaltenthal, è stato prodotto nel 2008 e si colloca cronologicamente tra la settima e l'ottava stagione della serie televisiva. Il film è stato trasmesso per la prima volta il 23 dicembre dello stesso anno in Germania, mentre in Italia è andato in onda in prima visione su Rai 1 il 25 dicembre 2009.

Un secondo film per la televisione, intitolato Weihnachten unter Palmen e collocabile cronologicamente tra la nona e la decima stagione, è andato in onda per la prima volta sul canale tedesco Das Erste il 25 dicembre 2010. Il film sarebbe dovuto andare in onda in Italia con il titolo Un ciclone in crociera su Rai 1 il 27 dicembre 2012, ma poi non è più stato trasmesso.

Un terzo film natalizio, dal titolo Mission unmöglich e collocato cronologicamente tra l'undicesima e la dodicesima stagione, è andato in onda per la prima volta in Germania il 20 dicembre 2012. In Italia ha fatto il suo debutto con il titolo Missione impossibile il 6 aprile 2016 su Rai 2. Questo film include Jutta Spiedel tra i protagonisti.

Un quarto film intitolato Il miracolo di Fatima (Das Wunder von Fatima) è andato in onda per la prima volta il 25 dicembre 2014 in Germania, mentre in Italia è stato trasmesso il 26 aprile 2016 su Rai 2, replicato il 24 dicembre 2017 alle 09:30.

Set e ambientazioneModifica

 
Veduta di Landshut dall'alto

Per le riprese interne ed esterne del municipio è usata la città tedesca di Landshut. Le scene del convento, invece sono registrate nel Castello di Niederaichbach (castello privato). La villa del Sindaco Wöller è un edificio privato, la sua posizione non è nota (diritto alla privacy del proprietario). Il ristorante Zum Ochsen dalla prima alla quinta stagione era la locanda Zur Post a Benediktbeuern e dalla sesta è Wirtshaus Zum Schlachthof di Monaco di Baviera. L'ufficio della Reverenda Madre generale, nelle diverse stagioni, è al terzo piano della Casa della Letteratura di Monaco di Baviera.

Critiche e polemicheModifica

Le critiche più ricorrenti sono nate in seguito al fatto che la puntata 8 della decima stagione Un matrimonio fuori dal "comune", che tratta di un matrimonio gay celebrato dal sindaco Wöller nel convento delle sorelle di Kaltenthal, è stata censurata da parte di Rai 1, non mandando in onda l'intero episodio, mentre in Germania è stata trasmessa regolarmente[2]. Subito sono partite le reazioni: «La scelta della Rai di censurare la fiction tedesca Un ciclone in convento non mandando in onda la puntata dedicata al tema delle nozze gay, è francamente inquietante». Lo dice la deputata Pd Anna Paola Concia che aggiunge: «Sto presentando un'interrogazione urgente attraverso la commissione di Vigilanza per chiedere a Rai1 che venga trasmessa la puntata censurata. Voglio ricordare a tutti che la fiction Un ciclone in convento, trasmessa in prima serata dall'emittente pubblica tedesca Das Erste, è – spiega Concia – la più seguita in Germania e che sono oramai moltissime le serie televisive trasmesse anche in Italia che affrontano i temi dell'omosessualità e dell'amore gay senza suscitare alcun clamore. È evidente che con questa operazione la dirigenza Rai vuole censurare la realtà»[3].

E ancora: «La decisione di censurare la puntata è stata presa da Rai 1, ovvero Rai Vaticano, la rete più vicina alle gerarchie cattoliche» fa notare Aurelio Mancuso, presidente di Equality Italia. «Il problema sono i dirigenti della televisione pubblica, i quali pensano che gli italiani non siano pronti a vedere scene di questo tipo. Non è così». Mancuso chiede che la Rai trasmetta la puntata "tagliata": «Gli italiani hanno un grande potere, che è quello del telecomando. Se non lo dovessero gradire, cosa che non ritengo possibile, potranno cambiare canale»[4].

Sulla vicenda sono intervenuti, da Monaco, i produttori della serie. La portavoce della ndF, Anja Konen Praxl, trova «stupefacente» la decisione della Rai ed esprime tutto il suo «disappunto» per la cancellazione dell'episodio. «Quando abbiamo lavorato a quella puntata - dice a Repubblica.it - abbiamo fatto in modo di non cadere in nessun luogo comune, la critica tedesca lo ha capito. Abbiamo anche fatto attenzione a far officiare la cerimonia da un sindaco, all'interno di una cappella cattolica. Ho ricevuto moltissime mail di telespettatori che ci hanno voluto ringraziare. Qualche polemica c'è stata, ma solo da parte degli ultracattolici. Per questo ritengo che la scelta della Rai sia stata esagerata. Forse non hanno visto bene l'episodio». Quanto ai dati di ascolto, in Germania, la puntata in questione, fa sapere l'ufficio stampa del programma, è stata vista in prima serata da 6.600.000 persone, pari ad un 20,3% di share.

Mauro Mazza, direttore di Rai 1, cerca di placare le polemiche, alimentate anche dal tam tam sui blog e social network. «Non c'è stata nessuna volontà censoria», afferma il dirigente del primo canale della televisione pubblica, salvo poi ammettere che la puntata in questione è stata cancellata «per evitare una polemica»[5]. «È stata una scelta in parte obbligata e in parte editoriale - ha detto Mazza - Avevamo la necessità di togliere una puntata della serie per problemi di spazio editoriale, dovendo variare le puntate abbiamo deciso di togliere questa, in quanto il matrimonio gay avveniva sull'altare di una chiesa cattolica, alla presenza di una suora e di un sindaco. Abbiamo quindi deciso di eliminarla proprio per evitare una polemica e invece ne è scoppiata un'altra per ragioni diverse»[4].

L'episodio in questione è stato finalmente trasmesso in prima visione solamente il 5 aprile 2016 su Rai 2, durante un ciclo di repliche mattutino della serie, con il titolo Un matrimonio fuori dal "comune", e replicato su Rai Premium il 31 agosto dello stesso anno durante un nuovo ciclo pomeridiano. In tale episodio, ciò che ha stupito i cattolici è stato il fatto che una suora zelante, superiora del convento, fa propaganda per un matrimonio fra omosessuali e ne sollecita la celebrazione civile in una cappella cattolica, autorizzando il canto dell'Ave Maria e il suono delle campane, pur essendo consapevole di porsi contro la dottrina della Chiesa cattolica, la quale, pur con la comprensione e il rispetto per l'omosessualità, da sempre è contraria al matrimonio fra persone dello stesso sesso.

NoteModifica

  1. ^ AntonioGenna.net TELEFILM NEWS: canali TV terrestri in chiaro, su www.antoniogenna.net. URL consultato il 12 giugno 2018.
  2. ^ Viale Mazzini colpisce ancora: censurate nozze gay su Rai 1, gay.it. URL consultato il 5 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2016).
  3. ^ Nozze gay nella fiction: Rai Uno non manda in onda la puntata[collegamento interrotto], IlMessaggero.it. URL consultato il 5 aprile 2016.
  4. ^ a b Marco Pasqua, Matrimonio gay in una fiction RaiUno fa saltare la puntata, LaRepubblica.it. URL consultato il 5 aprile 2016.
  5. ^ Nozze gay nella fiction: Rai Uno non manda in onda la puntata, Ilmattino.it. URL consultato il 5 aprile 2016.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione