Un genio, due compari, un pollo

film del 1975 diretto da Damiano Damiani, Sergio Leone (non accreditato)
Un genio, due compari, un pollo
Paese di produzioneItalia, Francia, Germania Ovest
Anno1975
Durata120 min
Rapporto2,35 : 1
Generewestern, commedia
RegiaDamiano Damiani
SoggettoErnesto Gastaldi, Fulvio Morsella
SceneggiaturaErnesto Gastaldi, Damiano Damiani, Fulvio Morsella
ProduttoreFulvio Morsella, Claudio Mancini
Produttore esecutivoClaudio Mancini, Sergio Leone (non accreditato)
Casa di produzioneRafran Cinematografica, A.M.L.F., Rialto Film Preben Philipsen
Distribuzione (Italia)Titanus
FotografiaGiuseppe Ruzzolini
MontaggioNino Baragli
MusicheEnnio Morricone
ScenografiaCarlo Simi (riprese in Spagna e negli Stati Uniti), Francesco Bronzi (riprese in Italia),
CostumiFranco Carretti
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Un genio, due compari, un pollo è un film del 1975 diretto da Damiano Damiani, con protagonista Terence Hill. Sergio Leone, che prese parte alla regia filmando soltanto la prima scena, preferì non essere menzionato nei titoli.

Indice

TramaModifica

Il truffatore esperto Joe Thanks si allea con il mezzosangue Bill e l'ingenua Lucy per rubare 300.000 dollari al cinico Maggiore Cabot. Il loro piano elaborato è pieno di travestimenti, doppi incroci e inseguimenti, ma Joe sembra sempre sapere cosa sta facendo.

ProduzioneModifica

È una commedia di ambientazione western, tipica del filone spaghetti-western in voga tra gli anni sessanta e settanta del XX secolo. Le musiche sono state scritte e dirette da Ennio Morricone.

Come già fatto nel film Il mio nome è Nessuno del 1973 sempre interpretato da Terence Hill, il regista Sergio Leone diresse alcune scene della pellicola, non facendosi però accreditare, e ne fu anche il produttore esecutivo. Leone nell'altro film inoltre era stato anche il soggettista. Consulente per gli effetti magici con le carte da gioco Tony Binarelli, Mister Contromani, che ancora una volta ha prestato le sue a Terence Hill, come in ...continuavano a chiamarlo Trinità e Io sto con gli ippopotami.

Il film venne distribuito nell'allora Germania occidentale con il titolo "Nobody ist der Größte" ("Nessuno è il più grande"), e in Danimarca come "Jeg hedder stadigvæk Nobody" ("Il mio nome è ancora Nessuno"), per creare l'illusione che fosse un sequel di "Il mio nome è Nessuno" (1973).

Parti del negativo fotografico originale vennero rubate (mai più ritrovate), quindi in fase di montaggio vennero utilizzate molte scene da riprese alternative.

La canzone "Glory, glory, glory", composta da Ennio Morricone, è eseguita da Catherine Howe.

DistribuzioneModifica

Il film venne distribuito nella sale cinematografiche italiane dalla Titanus il 19 dicembre 1975.

Collegamenti esterniModifica