Apri il menu principale

Un tipo lunatico

film del 1962 diretto da James Neilson
Un tipo lunatico
Titolo originaleMoon Pilot
Lingua originaleInglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1962
Durata98 min
Generecommedia, fantascienza, satirico
RegiaJames Neilson
SoggettoRobert Buckner
SceneggiaturaMaurice Tombragel
ProduttoreWalt Disney (non accreditato)
Casa di produzioneWalt Disney Productions
FotografiaWilliam E. Snyder
MontaggioCotton Warburton
MusicheRobert B. Sherman
Richard M. Sherman
Paul J. Smith
Interpreti e personaggi

Un tipo lunatico (Moon Pilot) è un film statunitense del 1962 diretto da James Neilson. È una commedia fantascientifica prodotta dalla Walt Disney, con accenti satirici sulla guerra fredda e il programma spaziale.[1]

Indice

TramaModifica

A Cape Canaveral si tiene un simposio in onore di Charlie, primo scimpanzé protagonista di un volo spaziale. Nel suo discorso, il generale Vannerman annuncia a sorpresa l'intenzione della NASA di realizzare al più presto il primo lancio dell'uomo sulla Luna e, a tal fine, sollecita i piloti presenti a candidarsi volontari per la storica impresa. Mentre tutti fanno orecchie da mercante, il capitano Talbot, infastidito da Charlie, si alza in piedi e viene subito acclamato volontario. Durante una pausa delle prove di addestramento, il neo-astronauta conosce una strana ragazza, Lyrae, che si prende amorevolmente cura di lui. Talbot, messo in guardia dal paranoico Vannerman che vede spie dappertutto, comincia a pensare che la giovane sia un'agente di qualche potenza straniera. In realtà la ragazza è una extraterrestre: viene dal pianeta Beta Lyrae e, decisa ad aiutare l'uomo nella difficile missione, vuole proteggerlo da misteriosi raggi che vagano nello spazio. La simpatia si trasforma presto in amore e il razzo partito verso la Luna, con a bordo il pilota e la ragazza, cambierà rotta verso Beta Lyrae.

CriticaModifica

Fantafilm scrive che "tra le commedie della Disney questa è oggi, forse, la meno ricordata e conosciuta. Il film è (al solito) divertente e ben confezionato, ha qualche spunto satirico contro la "guerra fredda", contro i militari e il programma spaziale (e questo è meno solito), e si avvale di un buon numero di ottimi comprimari. Il punto debole è il protagonista, il poco commediante Tom Tryon".[1]

NoteModifica

  1. ^ a b Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), Un tipo lunatico, in Fantafilm. URL consultato il 10 febbraio 2016.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica