Una bambina da salvare

Una bambina da salvare
Titolo originaleEverybody's Baby: The Rescue of Jessica Mc Clure
PaeseUSA
Anno1989
Formatofilm TV
Generedrammatico
Durata100 minuti
Lingua originaleinglese
Crediti
RegiaMel Damski
Interpreti e personaggi
FotografiaShelly Johnson
MusicheMark Snow
ProduttorePatricia Clifford
Prima visione

« Jessica amava giocare all'aria aperta ...ma quel giorno arrivò il dramma »

(tagline del film)

Una bambina da salvare ( Everybody 's Baby: The Rescue of Jessica Mc Clure ) è un film TV del 1989 diretto da Mel Damski.

Indice

TramaModifica

La piccola Jessica - di appena un anno e sei mesi - vive a Odessa in Texas con i genitori. Un giorno - giocando in un campo dietro casa - cade accidentalmente in un pozzo artesiano circa 20-30 metri al di sotto della superficie terrestre. Tutto il quartiere si mobilita per salvare la bambina e i soccorritori si adoperano per estrarla viva da quel pozzo buio e privo di ossigeno. La notizia scuote e coinvolge anche l'opinione pubblica che segue con attenzione l'avvicendarsi della tragedia. Il rischio più temibile è quello di un continuo e lento sprofondamento del corpicino, causato dalle vibrazioni dei macchinari portati sul luogo per creare nuove vie d'accesso vicino al tunnel. Tra l'angoscia dei genitori e la determinazione degli aiutanti, la cittadina di Odessa si ferma con il fiato sospeso in attesa di vedere la piccola Jessica viva, fuori da quella trappola mortale.

CuriositàModifica

  • Il film si ispira ad una storia realmente accaduta: il 14 ottobre 1987, a Midland (Texas), la piccola Jessica McClure (di diciotto mesi) cadde in un pozzo e fu estratta viva il 16 ottobre. Tale evento (che riporta alla memoria l'analogo, purtroppo con epilogo tragico, accaduto al piccolo Alfredo "Alfredino" Rampi nella tragedia di Vermicino), consentì alla CNN, che lo trasmise in diretta, di affermarsi come all news di livello internazionale.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica