Una donna fantastica

film del 2017 diretto da Sebastián Lelio

Una donna fantastica (Una mujer fantástica) è un film drammatico del 2017 diretto da Sebastián Lelio.

Una donna fantastica
Daniela Vega in una scena del film
Titolo originaleUna mujer fantástica
Paese di produzioneCile, Spagna, Germania, Stati Uniti d'America
Anno2017
Durata100 min
Rapporto2,35:1
Generedrammatico
RegiaSebastián Lelio
SceneggiaturaGonzalo Maza, Sebastián Lelio
ProduttoreJuan de Dios Larraín, Pablo Larraín, Sebastián Lelio, Gonzalo Maza
Produttore esecutivoMariane Hartard, Rocío Jadue
Casa di produzioneFabula
Distribuzione in italianoLucky Red
FotografiaBenjamín Echazarreta
MontaggioSoledad Salfate
MusicheMatthew Herbert
ScenografiaEstefania Larrain
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il film ha vinto ai Premi Oscar 2018 nella categoria del miglior film straniero, in rappresentanza del Cile.[1] È il primo film cileno e terzo film sudamericano (i primi furono La storia ufficiale e Il segreto dei suoi occhi che rappresentarono l'Argentina) a ricevere tale riconoscimento.

TramaModifica

Marina Vidal è una giovane cameriera e aspirante cantante lirica ed ha una relazione con Orlando, che è di 20 anni più grande di lei. Dopo aver festeggiato focosamente il compleanno di Marina, una sera Orlando ha un malore e la donna lo porta immediatamente al pronto soccorso, dove lui poco dopo muore: la donna, essendo stata l'unica persona con l'uomo nelle ultime ore, viene subito vista con sospetto dai medici e dalla famiglia di Orlando, che avviano delle indagini su di lei per vedere se è coinvolta nella morte dell'uomo.

Tutta la soggezione e poco rispetto con cui ella viene trattata non nasce a caso: Marina è infatti una donna transgender, e per la maggior parte della famiglia di Orlando la sua identità di genere è un'aberrazione, una perversione, e per questo viene ostacolata in ogni modo. Le viene vietato di partecipare al funerale e rischia di essere cacciata dall'appartamento che divideva con Orlando.

Marina perciò deve lottare per il diritto di essere sé stessa, avendo speso tutta la sua vita per diventare ciò che è oggi: una donna fantastica.

 
Pablo Larrain, Daniela Vega, Sebastián Lelio e Francisco Reyes alla Berlinale 2017

ProduzioneModifica

All'inizio l'attrice e mezzosoprano Daniela Vega era stata scelta dal regista Lelio per scrivere parte della sceneggiatura, per renderla "il più reale possibile", per poi ottenere anche la parte di protagonista.[2]

Colonna sonoraModifica

La colonna sonora del film è stata composta e curata da Matthew Herbert, con produzioni originali.

Oltre alle composizioni originali di Herbert, nel film compaiono anche estratti di canzoni come:

DistribuzioneModifica

 
Logo ufficiale del film

Il film è stato presentato in anteprima e in concorso al Festival di Berlino del 2017.

È stato poi distribuito nelle sale cinematografiche cilene il 6 aprile 2017, mentre in quelle italiane dal 19 ottobre dello stesso anno.

AccoglienzaModifica

 
Il cast del film al completo ai Premi Fénix

IncassiModifica

Il film ha incassato in tutto il mondo un totale complessivo di 3.803.097 dollari esatti.[3]

CriticaModifica

Il film, sin dalla sua prima ai diversi festival cinematografici in cui è stato presentato, ha ricevuto il plauso di critica e pubblico.

Infatti, per esempio, sul sito web Rotten Tomatoes il film riceve l'eccezionale percentuale del 94% delle recensioni professionali positive, con un voto medio di 8,10/10, basato su 221 recensioni.[4]

Anche su Metacritic il film è stato molto apprezzato, ottenendo un punteggio medio di 86 su 100, basato su 43 critiche, indicando "il riconoscimento universale".[5]

Ma l'obiettivo più alto e importante che il film ha ricevuto è stato il contributo che esso ha offerto alla comunità LGBT nel suo paese: infatti è anche grazie ad esso se il governo dell'epoca del Cile, alla fine del 2018, ha approvato una serie di leggi a favore del cambiamento dei dettagli ufficiali per le persone transgender.[6][7]

RiconoscimentiModifica

2017 - Festival di Berlino

NoteModifica

  1. ^ (ES) Premios Óscar Latinos, su premiososcarlatinos.wordpress.com. URL consultato il 23 settembre 2017.
  2. ^ (EN) A Fantastic Woman (2017) - IMDb. URL consultato l'11 gennaio 2023.
  3. ^ Una mujer fantástica (2017) - Financial Information, su The Numbers. URL consultato l'11 gennaio 2023.
  4. ^ (EN) A Fantastic Woman. URL consultato l'11 gennaio 2023.
  5. ^ A Fantastic Woman. URL consultato l'11 gennaio 2023.
  6. ^ (EN) Nicolás Levy, ‘A Fantastic Woman’ reignites Chile trans rights debate, su Washington Blade: LGBTQ News, Politics, LGBTQ Rights, Gay News, 7 marzo 2018. URL consultato l'11 gennaio 2023.
  7. ^ (EN) Chile approves law for transgender citizens to change official details, in Reuters, 12 settembre 2018. URL consultato l'11 gennaio 2023.
  8. ^ (EN) Oscars 2018: The winners and nominees in full, in BBC News, 23 gennaio 2018. URL consultato l'11 gennaio 2023.
  9. ^ Il cileno 'Una donna fantastica' opteranno per il Golden Globe per miglior film straniero, su panoramaaudiovisual.com, panoramaaudiovisual, 22 dicembre 2017. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  10. ^ Andrea Francesco Berni, The Post di Steven Spielberg è il miglior film dell’anno secondo la National Board of Review, su badtaste.it, 28 novembre 2017. URL consultato il 29 novembre 2017.
  11. ^ (EN) Critics’ Choice Awards Nominations: ‘The Shape Of Water’ Leads With 14; Netflix Tops TV Contenders, deadline.com. URL consultato l'8 dicembre 2017.
  12. ^ (EN) Spirit Awards: 'A Fantastic Woman' Wins Best International Film, su hollywoodreporter.com, The Hollywood Reporter, 3 marzo 2018. URL consultato il 3 marzo 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica