Uncharted

serie di videogiochi

Uncharted (traducibile in italiano come Inesplorato) è una serie di videogiochi action-adventure sviluppati da Naughty Dog e pubblicati da Sony Computer Entertainment per PlayStation 3, PlayStation 4 e PlayStation Vita.

Logo ufficiale della serie Uncharted

Attualmente la serie conta quattro capitoli principali (Uncharted: L'eredità di Drake, Uncharted 2: Il covo dei ladri, Uncharted 3: L'inganno di Drake e Uncharted 4: Fine di un ladro) e due spin-off (Uncharted: L'abisso d'oro e Uncharted: L'eredità perduta).

VideogiochiModifica

Capitoli principaliModifica

Titolo Data Piattaforma
Uncharted: L'eredità di Drake   19 novembre 2007
  6 dicembre 2007
  7 dicembre 2007
PlayStation 3
Uncharted 2: Il covo dei ladri   13 ottobre 2009
  15 ottobre 2009
  16 ottobre 2009
PlayStation 3
Uncharted 3: L'inganno di Drake   1º novembre 2011
  2 novembre 2011
  2 novembre 2011
PlayStation 3
Uncharted 4: Fine di un ladro   10 maggio 2016 PlayStation 4

Uncharted: L'eredità di DrakeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Uncharted: Drake's Fortune.

Uncharted: L'eredità di Drake è il primo capitolo della serie. Il gioco narra le vicende di Nathan Drake, presunto discendente dell'esploratore Sir Francis Drake, che cerca di trovare il tesoro perduto di El Dorado, con l'aiuto del suo amico Victor Sullivan e della giornalista Elena Fisher.[1]

Uncharted 2: Il covo dei ladriModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Uncharted 2: Il covo dei ladri.

Uncharted 2: Il covo dei ladri è il secondo capitolo della serie e racconta la ricerca da parte di Nathan Drake della mitica Śambhala tra le montagne dell'Himalaya.

Uncharted 3: L'inganno di DrakeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Uncharted 3: L'inganno di Drake.

Uncharted 3: L'inganno di Drake è il terzo capitolo della serie e racconta la ricerca della mitica Ubar tra le dune del deserto siriano.

Il 24 ottobre 2010, il sito Amazon France ha pubblicato un'inserzione per il terzo capitolo della serie Uncharted, accompagnandola da un sottotitolo: Uncharted 3: World of Deceit.[2] Il 25 ottobre 2010, Arne Meyer di Naughty Dog, ha dichiarato che le immagini comparse in rete e il sottotitolo del gioco sono totalmente falsi. Infatti, gli artwork del gioco sono stati creati dall'artista Albert NG, che ha confermato di non essere alcun modo collegato allo sviluppo del gioco.[3]

Uncharted 4: Fine di un ladroModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Uncharted 4: Fine di un ladro.

Uncharted 4: Fine di un ladro è il quarto ed ultimo capitolo della serie e vede Nathan e suo fratello Sam impegnati nella ricerca del tesoro perduto di Henry Avery in Madagascar.

Il 15 novembre 2013, viene annunciato all'evento Spike TV PS4 All Access un nuovo capitolo di Uncharted con un breve teaser trailer, in sviluppo per PlayStation 4, ma fino a quel punto senza data di uscita e titolo del gioco.[4] Il trailer mostra un'antica carta geografica che raffigura il continente africano, con una "X" puntata a Île Sainte-Marie, in Madagascar. In basso alla carta geografica vi è un teschio con una frase riportata in latino: Hodie mecum eris in paradiso ("Oggi tu sarai con me in paradiso", frase tratta dal Vangelo secondo Luca).[5]

Il 10 giugno 2014, durante l'Electronic Entertainment Expo, Sony chiude la sua conferenza stampa annunciando, con un video a presa diretta su PlayStation 4, Uncharted 4: Fine di un ladro, con una data di uscita fissata a dicembre 2015. Il trailer mostra un Nathan Drake più vecchio, che si sveglia sulla riva di un fiume e si addentra in una giungla. In sottofondo è possibile ascoltare un discorso tra Nathan e Sully: Nate chiede a Sully di accompagnarlo in una sua ultima avventura e Sully accetta, con la presenza anche del fratello di Nate e, alla fine, anche Elena Fisher.[6]

Il gioco è uscito il 10 maggio 2016,[7] dopo aver subito un ulteriore rinvio di 2 settimane (inizialmente la data di uscita era fissata al 27 aprile).

Spin-offModifica

Titolo Data Piattaforma
Uncharted: L'abisso d'oro   17 dicembre 2011
  22 febbraio 2012
  22 febbraio 2012
PlayStation Vita
Uncharted: L'eredità perduta   22 agosto 2017
  23 agosto 2017
PlayStation 4

Uncharted: L'abisso d'oroModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Uncharted: L'abisso d'oro.

Uncharted: L'abisso d'oro è il primo spin-off della serie; racconta le vicende dell'esploratore statunitense Nathan Drake alla ricerca del tesoro perduto di Quivira sulla penisola di Panama.

Uncharted: L'eredità perdutaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Uncharted: L'eredità perduta.

Uncharted: L'eredità perduta è il secondo spin-off della serie; racconta le vicende dell'esploratrice australiana Chloe Frazer alla ricerca della Zanna di Ganesha tra le montagne dell'India.

Ordine cronologico della serieModifica

Altri mediaModifica

Fumetto animatoModifica

Neil Druckmann, vicepresidente della Naughty Dog, ha annunciato attraverso il PlayStation Blog lo sviluppo di Uncharted: Eye of Indra, un fumetto animato prequel di Uncharted: Drake's Fortune.[8][9] Il fumetto avrà una nuova protagonista femminile di nome Rika Raja, sorella di Eddy Raja.

FilmModifica

Il produttore Avi Arad ha dichiarato che sta lavorando con Sony per sviluppare l'adattamento cinematografico di Uncharted.[10][11] In una risposta ad una domanda posta a Richard Lemarchand, capo designer di Naughty Dog, se gli sarebbe piaciuto vedere un adattamento cinematografico di Uncharted, ha risposto: «no comment».[12]

Da allora, la Columbia Pictures ha confermato che un film di Uncharted è in fase di sviluppo. Ed è scritto da Kyle Ward e prodotto da Avi Arad, Charles Roven, Ari Arad e Alex Gartner. Il 30 giugno 2009 è stato confermato che il film Uncharted è stato in produzione nell'ultimo anno e mezzo.[13] Il 26 luglio 2010, in rete circola un rumor che vuole l'attore Samuel Brodie prendere il ruolo di Nathan Drake.[14] Il 4 agosto 2010, è stato confermato che il registra David O. Russell ha lasciato l'incarico per un non meglio precisato mancato accordo con i produttori.[15] L'attore americano, Mark Wahlberg, ha confermato che sarà presente nel film Uncharted e ricoprirà il ruolo di Nathan Drake. Nel film saranno presenti anche Joe Pesci e Robert De Niro, che interpreterà Victor Sullivan.[16] Il 17 luglio 2011, è stato confermato che il film di Uncharted sarà diretto dal regista Neil Burger, già famoso per i suoi film come The Illusionist o Limitless; Neil, inoltre, in una breve intervista ha dichiarato che il film non sarà simile (come in precedenza ipotizzato) a Indiana Jones, bensì avrà atmosfere più simili a quelle di The Bourne Identity.

Il 9 gennaio 2017 è stata annunciata che la sceneggiatura del film è stata completata, ad opera di Joe Carnahan, mentre per le riprese si è detto che inizieranno nella primavera del 2017; il film sarà diretto da Shawn Levy (già regista di Una notte al museo e Real Steel), mentre Wahlberg non interpreterà il protagonista, cosa da lui stesso confermata durante il tour promozionale di Boston - Caccia all'uomo, venendo così sostituito da Tom Holland[17].

Nel giugno 2019 è stata annunciata la data di uscita del film che è prevista per il 18 dicembre 2020.[18] il 27 gennaio 2020 è stato annunciato il rinvio della uscita del film per il marzo 2021. Il 17 febbraio 2020, Tom Holland ha confermato che il film proporrà un'origin story con materiale inedito. Il 27 aprile 2020 il film viene rinviato al 16 luglio 2021.[19]

LibroModifica

Uncharted: Il quarto labirinto (Uncharted: The Fourth Labyrinth), scritto da Christopher Golden, è il romanzo ufficiale del videogioco[11], che vede come protagonisti il cacciatore di tesori Nathan Drake, accompagnato dal fidato Victor Sullivan e altri nuovi personaggi sulle tracce di un misterioso labirinto.[20][21]

PersonaggiModifica

PrincipaliModifica

Nathan DrakeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Nathan Drake.

È il protagonista principale della serie, un archeologo e cacciatore di tesori sempre affiancato dal suo mentore Victor Sullivan e dalla giornalista Elena Fisher. Nathan è un avventuriero particolare, che sembra essere più interessato al valore storico delle sue scoperte piuttosto che a quello materiale. È molto abile nel combattimento corpo a corpo, negli scontri a fuoco e nella scalata a mani nude; possiede inoltre una grande perspicacia che gli permette di risolvere diversi enigmi ambientali.

È doppiato in lingua originale da Nolan North e in italiano da Matteo Zanotti.

Victor SullivanModifica

Familiarmente chiamato Sully, è un vecchio amico, nonché mentore e figura paterna, di Nathan Drake. È un cacciatore di tesori e grande oratore, così come abile nella lotta e nelle sparatorie. A differenza di Nathan, è più interessato al valore monetario dei tesori in cui si imbatte; ciononostante, è un uomo affabile e amichevole, disposto ad aiutare i suoi amici in ogni situazione. Ha diversi debiti (anche "pesanti", come si evince da Uncharted: Drake's Fortune) ed un passato criminale.[22] Sullivan si presenta con camicia a maniche corte e pantaloni e mastica sempre il sigaro ovunque vada[23]. Ha una personalità forte, burbera, ma gioviale. Sullivan è apparso come proprietario di un bar in una zona particolare del PlayStation Home.

In Uncharted: Drake's Fortune Sullivan fa la sua comparsa alla guida di un piccolo aeroplano, accorrendo in aiuto di Drake e della giornalista Elena Fisher, attaccati dai pirati. Grazie ad un diario trovato nella bara di Sir Francis Drake, Sullivan e Nate piantano in asso Elena e si addentrano nella foresta amazzonica in cerca di quella che credono essere la mitica città di El Dorado: solo quando raggiungono la sala grande di un tempio scoprono che El Dorado è in realtà un idolo d'oro.

I due seguono una pista e raggiungono un U-boat sull'orlo di una cascata. Mentre Drake è in cerca di indizi nel sottomarino, dei mercenari capitanati da Gabriel Roman prendono Sullivan in ostaggio: Sully deve a Roman un sacco di soldi e lo aveva contattato riferendogli di essere in cerca di qualcosa di grosso e quindi di dargli ancora un po' di tempo per sanare il suo debito. Roman spara a Sullivan e questi cade a terra, presumibilmente morto, mentre Drake scappa. Solo più tardi Drake scoprirà che Sullivan è vivo, costretto a lavorare per i mercenari nella ricerca del tesoro, ma fingendo di aiutarli sviando le loro ricerche, e lo salverà.

Quando Drake ritorna da un bunker costruito dalla Kriegsmarine informa Sully che l'idolo è maledetto e l'isola stessa ospita ancora le persone incorse nella maledizione. Una volta trovato l'idolo, i due realizzano che esso in realtà è un sarcofago al cui interno è custodita una mummia che rilascia delle "spore" nell'aria, rendendo chi le respira come i maledetti dell'isola. Roman cade vittima della "maledizione" e viene ucciso dal suo braccio destro Navarro, che ha intenzione di vendere questa scoperta come arma biologica al migliore offerente. Drake salva Elena, ostaggio dei mercenari, e riesce a sconfiggere Navarro, mentre Sullivan si ripresenta con una barca carica di piccoli tesori, pronto a portare via Drake ed Elena dall'isola maledetta.

In Uncharted 2: Il covo dei ladri, Sullivan fa la sua comparsa pagando la cauzione di Drake, rinchiuso in una prigione ad Istanbul. In seguito i due seguono le mosse del criminale di guerra Zoran Lazarevic nel Borneo. Dopo averne distrutto la base nella giungla, Sullivan non seguirà Drake nella ricerca della Pietra Cintamani e ricompare solo nelle ultime scene di gioco. Sullivan compare comunque come personaggio giocabile nella modalità multiplayer[24].

In Uncharted 3: L'inganno di Drake, il gioco inizia con Sullivan e Drake che camminano per Londra. Entrano in un bar per un incontro con Talbot (si scoprirà essere uno scagnozzo di Katherine Marlowe); Talbot vuole l'anello di Sir Francis Drake, appartenente a Nate e in cambio offre molto denaro. L'affare però si conclude male e Talbot va via con Marlowe (che aveva preso l'anello). Nei successivi due capitoli possiamo scoprire come Nathan e Sully si sono conosciuti e come hanno iniziato a lavorare insieme. Nate era un randagio delle strade che voleva recuperare l'anello di Francis Drake citato sopra, mentre Sully era un amico e forse spasimante di Marlowe. Dopo aver salvato il giovane Nate dagli uomini di Kate, Sully offre al suo nuovo amico di lavorare insieme a lui. Tornati al presente vedremo che Sully aiuterà Nate a trovare l'Atlantide del deserto in un'avventura che va dall'Inghilterra al temibile deserto del Rub Al'Khali. Alla fine Nathan, Elena e Victor partono in aereo alla volta di una vita serena e tranquilla.

In Uncharted 4: Fine di un ladro, Sullivan, tre anni dopo gli eventi di Uncharted 3, si è ritirato, come Nate, dal mondo dei cacciatori dei tesori. Tuttavia ricompare il fratello, ritenuto morto quindici anni prima, di Nate, Sam. Sam racconta di aver bisogno di trovare il tesoro pirata di Henry Avery, che lui e il fratello avevano già cominciato a cercare anni prima, per pagare Hector Alcazar, un boss della droga, che, in cambio di averlo fatto evadere voleva la metà del tesoro entro tre mesi, altrimenti lo avrebbe ucciso. Nate, volendo salvare il fratello, decide di avventurarsi in un un'ultima avventura e chiede anche l'aiuto di Sully. Sullivan compare per la prima volta alla casa d'aste in Italia, dove lui, Nate e Sam dovevano recuperare la croce di San Disma, oggetto fondamentale per rintracciare la posizione del tesoro. All'asta Victor incontra anche Nadine, una sua vecchia conoscente e a capo di un gruppo di mercenari, la Shoreline, e Rafe Adler, un milionario che si era messo in società anni prima con Nate e Sam, proprio per trovare lo stesso tesoro. Dopo che i tre riescono a rubare la croce, capiscono che il prossimo indizio si trova in Scozia e vi si recano con l'aereo di Sullivan. Tuttavia Sully preferisce rimanere nell'aereo perché si considera troppo anziano per arrampicarsi e sparare. Nate e Sam alla fine, dopo aver scoperto che il tesoro si trovava in Madagascar, scappano da Nadine e da Rafe e corrono verso l'aereo di Sully. I tre si recano in Madagascar e, dopo aver scoperto che il tesoro si trovava in un'isola al largo di King's Bay, poiché Rafe, volendo rintracciarli, aveva craccato i telefoni, Nate e Sully sono costretti a fuggire a bordo di una jeep e poi Nate, per salvare il fratello, continua l'inseguimento, lasciando Victor indietro. Victor poi abbandona l'avventura, dopo una discussione con Nate sulle sua responsabilità di marito (infatti, mentendo ad Elena per più di un mese, aveva mandato a repentaglio il suo matrimonio) gli viene ordinato da quest'ultimo di proteggere Elena. Victor ricompare verso la fine del gioco insieme ad Elena che porta sull'isola del tesoro, affinché possa aiutare il marito. Alla fine, Sully saluta Nate ed Elena e li lascia alla loro vita tranquilla, mentre si mette in società con Sam.

È doppiato in lingua originale da Richard McGonagle[25] e in italiano da Giovanni Battezzato.

Elena FisherModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Elena Fisher.

È una giornalista che segue Nathan Drake nel corso delle sue avventure. Sensibile ed estremamente leale, è un amante dell’avventura quasi quanto Nathan e Victor; inizialmente spericolata ed impulsiva, nel corso della serie diventa più cauta e meno avventata. È doppiata in lingua originale da Emily Rose e in italiano da Loretta Di Pisa.

Chloe FrazerModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Chloe Frazer.

È una cacciatrice di tesori determinata ed esperta, sempre pronta ad aiutare Nathan Drake quando ha bisogno. È doppiata in lingua originale da Claudia Black e in italiano da Aglaia Zannetti.

Samuel DrakeModifica

È il fratello maggiore di Nathan Drake, anch'egli un abile cacciatore di tesori. Samuel "Sam" Drake, nato Samuel Morgan ha fatto il suo debutto nel quarto capitolo della serie, Uncharted 4: Fine di un ladro come deuteragonista assieme al fratello minore Nathan Drake, ed è ritornato in seguito anche in Uncharted: L'eredità perduta come tritagonista. Samuel ha passato metà della sua vita a rubare con, e senza, suo fratello minore Nathan. L'altra metà, invece, l'ha passata in diverse prigioni. Attualmente è pronto a tornare a fare quello che sa fare meglio. Sam è una risorsa molto importante per qualunque spedizione, basta essere sicuri di avere un ampio rifornimento di nicotina. Samuel Morgan è nato da Cassandra Morgan e padre ignoto nel 1971, ed è più vecchio di Nathan di cinque anni[26]. Colin Thomas dichiara: "Mi è stato affidato il compito di creare Samuel Drake, dalla sua versione giovane alla sua versione attuale per tutta la produzione di Uncharted 4, così come numerose altre risorse. È stato un onore far parte di questo progetto e il compito di creare Sam mentre gioca un ruolo importante nella narrazione come fratello di Nathan Drake".[27] È doppiato in lingua originale da Troy Baker e in italiano da Lorenzo Scattorin.

SecondariModifica

Cassandra DrakeModifica

È la figlia di Nathan Drake ed Elena Fisher. È doppiata in lingua originale da Kaitlyn Dever e in italiano da Deborah Morese.

Charlie CutterModifica

È un cacciatore di tesori che lavora per Marlowe. Appare per la prima volta in Uncharted 3: L'inganno di Drake all'interno di un bar, dove Nathan e Sullivan si dirigono per fare uno scambio con un criminale di nome Talbot. Charlie blocca la fuga a Nathan e Sully, sparandoli ed apparentemente uccidendoli. Successivamente si scopre che Charlie è un vecchio amico di Nathan e Sullivan, e quindi un loro collaboratore. Troverà insieme ai due il covo di Marlowe, per poi andare in Siria insieme a Chloe per prendere la metà di un doblone. Ricongiungendosi con Nate e Sully, i quali arrivano anch'essi in Siria con il timore che i criminali possano aver teso un'imboscata anche a lui e Chloe, Cutter viene drogato da Talbot con lo scopo di metterlo contro Nathan. Fortunatamente riesce a guarire immediatamente. Alla fuga però, Charlie si rompe una gamba e quindi impossibilitato a continuare, abbandona l'avventura confidando a Nathan che quest'ultimo potrà trovare ciò che cerca. È doppiato in lingua originale da Graham McTavish e in italiano da Claudio Moneta.

Marisa ChaseModifica

È la coprotagonista di Uncharted: L'abisso d'oro. È doppiata da Christine Lakin in lingua originale.

Nadine RossModifica

È una mercenaria a capo della Shoreline. In Uncharted: L'eredità perduta viene invece assoldata da Chloe per ritrovare la Zanna di Ganesha. È doppiata da Laura Bailey in lingua originale e da Gea Riva in italiano.

TenzinModifica

È un agricoltore abitante del Tibet, che aiuterà Nathan nel corso dell'avventura, stringendo con lui un fortissimo rapporto d'amicizia. Tenzin appare nel secondo capitolo dove fa la sua prima comparsa soccorrendo Nathan Drake in fin di vita nell'incidente con il treno, guarendolo dalle ferite mortali che aveva il protagonista. Successivamente Tenzin conduce Nathan da Schafer, capo del villaggio, il quale manda il duo nelle montagne a fare una spedizione. Si rende molto partecipe all'assedio da parte dei soldati di Lazarevic nel villaggio per poi ricongiungersi con la sua famiglia augurando a Nathan buona fortuna per la sua avventura. Riappare negli ultimi secondi del gioco, facendo una preghiera in tibetano per Schafer, morto precedentemente. Inoltre, ha curato le ferite mortali di Elena Fisher che, verso la fine del videogioco, viene colpita da una granata lanciata da Henry Flynn. È doppiato in lingua originale da Pema Dhondup.

AntagonistiModifica

Gabriel RomanModifica

È il principale antagonista di Uncharted: Drake's Fortune. Muore nel penultimo capitolo del gioco, ucciso dal suo braccio destro Atoq Navarro dopo essersi trasformato in un Discendente. È doppiato da Simon Templeman in lingua originale e da Alberto Olivero in italiano.

Atoq NavarroModifica

È il braccio destro di Roman nonché capo dei mercenari. Ingannerà il suo capo per poter vendere le spore di El Dorado come arma chimica. Muore nell'ultimo capitolo del gioco, ucciso da Nate che getta in acqua il rottame dell'elicottero al quale era legata una gamba di Navarro, facendolo affogare. È doppiato da Robin Atkin Downes in lingua originale e da Ivo De Palma in italiano.

Eddy RajaModifica

È il capo dei pirati indonesiani al servizio di Roman. Dopo essere stato scaricato dai soci, verrà attaccato dai Discendenti e, dopo essersi temporaneamente alleato con Drake, verrà trascinato da questi nelle viscere dell'isola, morendo. È doppiato da James Sie in lingua originale e da Daniele Demma in italiano.

Zoran LazarevićModifica

È il principale antagonista di Uncharted 2: Il covo dei ladri interessato alla Pietra Cintamani dell'antica città di Shambhala. Riuscirà a bere il liquido dell'Albero Della Vita, divenendo quasi invincibile. Dopo essere stato sconfitto da Nate, verrà massacrato dai Guardiani di Shambala poiché era troppo debole per opporre resistenza. È doppiato da Graham McTavish in lingua originale e da Dario Oppido in italiano.

Harry FlynnModifica

È un cacciatore di tesori assetato di denaro e vecchia conoscenza di Drake con il quale in passato ha vissuto varie avventure. Appare in Uncharted 2: Il covo dei ladri dove contatta il vecchio amico per aiutarlo a prendere una lampada all'interno di un museo e Nathan, dopo un iniziale riluttanza, accetta l'incarico. Il duo verrà accompagnato da Chloe Frazer, un'altra cacciatrice di tesori vecchia fiamma di Nathan che ora ha una relazione con Flynn stesso. Il trio fa irruzione al museo, aggira le innumerevoli guardie e preleva la lampada ma, quando è giunto il momento di andarsene Harry abbandona Nathan braccandolo dalle guardie e se ne va, rivelando che per tutto il tempo ha collaborato con il cliente di Flynn. Chloe, ignara del tradimento di Harry, libera Nathan di prigione, luogo dove nel contempo è stato portato e, insieme a Sully, si dirige nel Borneo con lo scopo di riprendere l'avventura. Nei momenti successivi, Harry prende Chloe, la quale collaborava misteriosamente con Nathan e fa precipitare il treno dove il vecchio amico si trovava, intenzionato a salvare Chloe, provocandoli delle ferite mortali. Harry riappare negli ultimi minuti di gioco dove muore per via di una granata lasciata da Lazaravic, il principale antagonista del secondo capitolo. È doppiato da Steve Valentine in lingua originale e da Dario Maria Dossena in italiano.

Katherine MarloweModifica

È la principale antagonista di Uncharted 3: L'inganno di Drake nonché vecchia conoscenza di Sully. Desidera impossessarsi in qualunque modo del vaso contenente le sostanze allucinogene per usarle a suo favore. Muore sprofondando nelle sabbie mobili quando Ubar sta iniziando a crollare, portando con sé l'anello di Francis Drake. È doppiata in italiano da Adele Pellegatta.

TalbotModifica

È il braccio destro di Marlowe. Nonostante la sua esile corporatura, si dimostra molto agile, atletico e con una particolare abilità nel combattimento corpo a corpo. Muore ucciso da Nate che gli spara in testa mentre era in procinto di uccidere Sully, facendolo cadere nel vuoto. È doppiato da Robin Atkin Downes in lingua originale e da Federico Danti in italiano.

RamesesModifica

È un moderno pirata al servizio di Marlowe e Talbot. Dopo essere stato ferito da Nate, si suiciderà cercando di ucciderlo inondando la nave. È doppiato da Sayed Badreya in lingua originale e da Luca Sandri in italiano.

Rafe AdlerModifica

È il principale antagonista di Uncharted 4: Fine di un ladro vecchio aiutante di Nate e Sam. Vuole tenere il tesoro di Avery tutto per sé e si avvale della Shoreline di Nadine per la ricerca. Muore nell'ultimo capitolo del gioco, ucciso da Nate che gli fa crollare addosso una rete piena d'oro. È doppiato da Warren Kole in lingua originale e da Francesco Mei in italiano.

CriticaModifica

VenditeModifica

La serie ha infranto diversi record di vendite.[28][29] Il primo riconoscimento è stato l'ottenimento dell'etichetta PlayStation Platinum, avendo venduto oltre 2,6 milioni di copie vendute in tutto il mondo.[30] Uncharted 2 è stato il gioco più venduto nel mese della sua uscita,[31] e i giochi combinati hanno venduto oltre 13 milioni di copie entro il 2011.[32] Le vendite di Uncharted 3 sono state oltre il doppio rispetto a quelle del suo predecessore secondo quanto affermato dal direttore del marketing di Naughty Dog, Asad Quizilbash, secondo cui hanno superato di molto le aspettative,[33] e alla fine il gioco ha contribuito a portare la serie Uncharted a oltre 17 milioni di copie vendute in tutto il mondo.[34] Prima della pubblicazione del quarto titolo principale, Sony ha rivelato che la serie Uncharted aveva venduto oltre 28 milioni di copie in tutto il mondo.[35][36]

Uncharted 4 è la versione più venduta della serie fino ad oggi, con oltre 8 milioni di copie vendute nel 2016,[37] e oltre 16 milioni di copie entro maggio 2019, rendendolo uno dei giochi PlayStation 4 più venduti di tutti i tempi.[38] Le vendite maturate, incluse nel pacchetto di espansione dE L'eredità perduta, in un panel di dicembre 2017 per celebrare il decimo anniversario della serie durante l'evento PlayStation Experience, hanno rivelato che la serie aveva venduto 41,7 milioni di unità a livello globale.[39][40]

RiconoscimentiModifica

Uncharted: Drake's Fortune è stato premiato nella categoria PS3 Game of the Year da IGN.[41]

Uncharted 2: Il covo dei ladri è stato il gioco ad aver vinto più premi nella categoria Game of the Year nel 2009.[42]

Uncharted 3: L'inganno di Drake è stato tra i giochi più premiati, nel 2011, nella categoria Game of the Year.[43]

Uncharted 4: Fine di un ladro è stato il gioco ad aver vinto più premi nella categoria Game of the Year nel 2016.[44] Metacritic ha inserito il gioco tra i migliori videogiochi del decennio 2010-2019.[45]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Uncharted: Drake's Fortune Review, su gameinformer.com. URL consultato il 5 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2009).
  2. ^ Rumor: Amazon svela Uncharted 3, su spaziogames.it.
  3. ^ Uncharted 3 compare sulle pagine francesi di Amazon, ma per sbaglio, su gamesnation.it. URL consultato il 19 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2010).
  4. ^ Uncharted 4 announced for PS4, first teaser trailer released, su vg247.com.
  5. ^ Uncharted 4: What We Know So Far, su thesixthaxis.com.
  6. ^ E3 2014: Uncharted 4 debutta con un trailer, su games.hdblog.it.
  7. ^ PlayStation Italia, Nuova data di lancio per Uncharted 4: Fine di un ladro, su PlayStation Blog, 2 marzo 2016.
  8. ^ UNCHARTED: Eye of Indra – First Episode on PSN Today, su blog.us.playstation.com. URL consultato il 15 settembre 2018.
  9. ^ Uncharted, in Play Generation, n. 81, Edizioni Master, luglio 2012, p. 37, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  10. ^ The Man Behind Marvel Movie Magic Hopes To Do the Same For Gaming, su kotaku.com.
  11. ^ a b La Grande Avventura torna su PS3, in Play Generation, n. 62, Edizioni Master, gennaio 2011, pp. 4-5, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  12. ^ Naughty Dog, The Making of Uncharted: Drake's Fortune, su gnomonschool.com. URL consultato il 23 settembre 2009 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2011).
  13. ^ Uncharted 2 Live Chat with Naughty Dog, su coveritlive.com.
  14. ^ Nathan Drake Casting Rumor!, su sodahead.com. URL consultato il 4 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2010).
  15. ^ Il film di Uncharted è rimandato, su spaziogames.it.
  16. ^ Film di Uncharted confermato, su spaziogames.it.
  17. ^ Manuel Lucaroni, Uncharted: prima foto ufficiale di Tom Holland come Nathan Drake!, in MangaForever, 22 ottobre 2020. URL consultato il 22 ottobre 2020.
  18. ^ Uncharted arriverà nelle sale il 18 dicembre 2020, su nerdsoul.it.
  19. ^ Uncharted, il film: cosa sappiamo di Nathan Drake al cinema, su comingsoon.it.
  20. ^ Original Uncharted novel in the works from Del Rey Books, su joystiq.com. URL consultato il 15 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2011).
  21. ^ Uncharted: Il Quarto Labirinto, in Play Generation, n. 80, Edizioni Master, giugno 2012, p. 29, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  22. ^ Profilo di Victor Sullivan, su stars.ign.com. URL consultato il 26 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2009).
  23. ^ Virtual Fashion: Cosa indossano i personaggi in Uncharted 2, su kotaku.com.au. URL consultato il 26 gennaio 2010.
  24. ^ Impressioni su Uncharted 2: Among Thieves multiplayer, su shacknews.com. URL consultato il 26 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2009).
  25. ^ Info su Uncharted 2: Among Thieves, su gamespot.com. URL consultato il 26 gennaio 2010.
  26. ^ (EN) Uncharted 4, su unchartedthegame.com. URL consultato il 18 marzo 2018.
  27. ^ (EN) Uncharted 4 - Colin Thomas, su artstation.com. URL consultato il 19 marzo 2018.
  28. ^ Dave Thier, All 5 'Uncharted' Games, Ranked From Worst To Best, su Forbes. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  29. ^ Uncharted 3 L'inganno di Drake, in Play Generation, n. 72, Edizioni Master, novembre 2011, pp. 12-15, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  30. ^ Simon Carless, NPD: Uncharted 2 Heads October 2009 U.S. Game Sales, Gamasutra, 12 novembre 2009. URL consultato l'11 giugno 2016.
  31. ^ Uncharted 3, Sony, 4 ottobre 2011. URL consultato l'11 giugno 2016.
  32. ^ Fred Dutton, Uncharted series sells 13 million copies, su Eurogamer, 12 maggio 2011. URL consultato l'11 giugno 2016.
  33. ^ Uncharted Series Tops 13 Million Sold Worldwide, su thesilentchief.com. URL consultato il 7 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2012).
  34. ^ Johnny Cullen, Uncharted hits 17 million sales, UC3 GOTY inbound, su VG247, 24 aprile 2012. URL consultato l'11 giugno 2016.
  35. ^ Eddie Makuch, Uncharted Series Reaches 21 Million Units Sold, su GameSpot, 4 giugno 2015. URL consultato il 4 aprile 2016.
  36. ^ Damian Seeto, Uncharted Series Sales Are Over 28 Million Units Even Before Uncharted 4: A Thief's End Is Counted, su Attackofthefanboy, Modern Media. URL consultato il 15 maggio 2016.
  37. ^ Marty Sliva, CES 2017: Uncharted 4 Sold 8.7 Million Copies in 2016, in IGN, Ziff Davis, 4 gennaio 2017. URL consultato il 14 febbraio 2017 (archiviato il 5 gennaio 2017).
  38. ^ Daniel George, God of War surpasses 10 million sales on the PS4, Uncharted 4 tops 15M, FanSided, 21 maggio 2019. URL consultato il 2 giugno 2019.
  39. ^ Sammy Barker, PSX 2017: Uncharted Series Lifetime Sales Top 41.7 Million Units, su Push Square, 9 dicembre 2017. URL consultato il 14 dicembre 2017.
  40. ^   (EN) Uncharted 10th Anniversary Cast Panel - PSX 2017, su YouTube, PlayStation, 10 dicembre 2017. URL consultato il 14 dicembre 2017.
  41. ^ (EN) IGN Best of 2007 - Complete List, su n4g.com. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  42. ^ (EN) GAME OF THE YEAR PICKS BLOG 2009, su Game of the Year Picks Blog. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  43. ^ (EN) 2011 GAME OF THE YEAR, su Game of the Year Picks Blog. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  44. ^ (EN) 2016 GAME OF THE YEAR, su Game of the Year Picks Blog. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  45. ^ (EN) Jason Dietz, The Best Video Games of the Decade (2010-19), su Metacritic, 6 dicembre 2019. URL consultato il 3 ottobre 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale PlayStation: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di PlayStation