Apri il menu principale

Unione Cristiano-Democratica di Germania (Repubblica Democratica Tedesca)

partito politico tedesco-orientale
Unione Cristiano-Democratica di Germania
Christlich Demokratische Union Deutschlands
CDU
Flagge der CDU (Ost).svg
LeaderAndreas Hermes
1945
Jakob Kaiser
1945-1947
Otto Nuschke
1948-1957
August Bach
1957-1966
Gerald Götting
1966-1989
Wolfgang Heyl
1989
Lothar de Maizière
1989-1990
StatoGermania Est Germania Est
SedeBerlino Est
Fondazione1945
Dissoluzione1990
IdeologiaCristianesimo democratico
Conservatorismo (1945-1952)
(1989-1990)
Socialismo cristiano
Socialismo (1952-1989)
CollocazioneCentro-destra (1945-1952)
(1989-1990)
Sinistra (1952-1989)
CoalizioneFronte Nazionale
Seggi massimi Camera del popolo
163 / 400
(1990)
Iscritti140 000 (1987)

L'Unione Cristiano-Democratica di Germania (in tedesco: Christlich Demokratische Union Deutschlands; abbreviato in CDU) è stato un partito politico della Germania Est, di orientamento democratico-cristiano e democratico-socialista, fondato nel 1945 e sciolto nel 1990 a seguito dell'unificazione della Germania e il relativo accorpamento con la CDU della Germania Ovest. Ha fatto parte dell'alleanza Fronte Nazionale assieme al Partito di Unità Socialista di Germania (SED).

Il partito è nato principalmente per rappresentare la classe media di religione cristiana al pari della sua controparte presente nella Repubblica Federale Tedesca. La sua collocazione politica, inizialmente nel centro-destra è mutata in favore dell'alleanza con il comunisti del Partito di Unità Socialista di Germania nell'ottobre del 1952, aderendo pienamente all'ideologia socialista che incarnava il "realismo cristiano" secondo il leader del partito Otto Nuschke. Un realismo dove la domanda del Cristo di realizzare pienamente la pratica cristiana trovava la sua piena attuazione[1].

Secondo le 22 tesi del realismo cristiano, la CDU aveva come principale scopo quello di ridisegnare la società tedesca in senso socialista e di aderire agli insegnamenti di Karl Marx per la costruzione di un nuovo ordine sociale più giusto nell'alveo dell'Unione Sovietica e il pieno sostegno alla classe lavoratrice.

Il partito ha fatto parte del Fronte Nazionale, alleanza che ha sostenuto il governo popolare assieme al Partito di Unità Socialista di Germania, al Partito Liberal-democratico, al Partito Democratico Rurale e al Partito Nazional-Democratico di Germania. La CDU ha sempre sostenuto le proposte del governo presentate nella Volkskammer tranne nel 1972 quando con 14 voti contrari e 8 assenti, si è pronunciato a sfavore dell'introduzione dell'aborto.

Götting è rimasto alleato del SED fino alla destituzione di Erich Honecker da parte di Egon Krenz nell'ottobre 1989. Stessa sorte è toccata anche a Götting con la sostituzione con Lothar de Maizière, nel dicembre dello stesso anno. De Maizière è un giurista e dirigente del Sinodo della Chiesa Evangelica della Germania Orientale. La nuova linea del segretario della CDU era l'unificazione della Germania e la costituzione di un'alleanza di centrodestra definita come Alleanza per la Germania. Nel mese di marzo del 1990 vince le elezioni politiche e diventa primo ministro.

Nell'agosto converge nella CDU anche il partito Risveglio Democratico, guidato dalla futura cancelliera Angela Merkel. Ad ottobre si è proceduto all'unificazione con la CDU occidentale.

Risultati elettoraliModifica

Anno Risultato Seggi
1946 24,5% 133
1950 14,38% 67
1954 11,16% 52
1958 11,16% 52
1963 10,37% 45
1967 10,37% 45
1971 10,37% 45
1976 10,37% 45
1981 10,40% 52
1986 10,40% 52
1990 40,90% 192

NoteModifica

  1. ^ http://www.adel-genealogie.de/CDU-Ost.html#Kapitel6 Christlich-Demokratische Union Deutschlands (CDU) [Ost]

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN145417308 · LCCN (ENn80119879 · GND (DE1010501-3 · WorldCat Identities (ENn80-119879