Unione Sportiva Brescello

Polisportiva Brescello
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Giallo-Blu
Dati societari
Città Brescello
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Promozione
Fondazione 1966
Rifondazione 2005
Stadio Stadio Giovanni Morelli
(4.000 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

La Polisportiva Brescello, meglio conosciuta come Brescello, è una società calcistica italiana di Brescello.

Il sodalizio è nato nel 2005, dopo il fallimento finanziario del precedente club cittadino fondato nel 1966, e della cui tradizione calcistica cittadina si fa portatore. Dalla stagione 2016/2017 milita in Promozione.

Indice

StoriaModifica

La società Unione Sportiva Brescello nasce nel 1966 con lo sponsor "Mingori" ove nel 1975 vince il campionato di Prima Categoria approdando in Promozione. Alla fine degli anni '70 subentra lo sponsor "Immergas" che sarà l'artefice dei momenti di gloria verso la metà degli anni novanta centrando una doppia promozione dai Dilettanti alla Serie C1, tra il 1993 e 1995 restandoci per 6 stagioni, dal 1995 al 2001 (miglior risultato: 2º posto nel 1996-97); sfiorando addirittura la Serie B nel 2000, ma perdendola all'ultimo minuto pareggiando per 1-1 nella storica finale dei play-off, giocata sul campo neutro di Verona (Stadio Bentegodi) contro il Cittadella.

Nello stesso periodo, precisamente a settembre 1997, la squadra giocò un doppio storico confronto contro la Juventus campione d'Italia nei sedicesimi di finale della Coppa Italia 1997-1998, pareggiando per 1-1 la gara in casa, giocata allo Stadio Giglio di Reggio Emilia per motivi di ordine pubblico, quando in panchina sedeva Giancarlo D'Astoli.

Durante la permanenza in Serie C1 la squadra ha disputato per diverse stagioni le proprie partite casalinghe allo storico Stadio Mirabello di Reggio Emilia (10.000 posti). Hanno militato nella formazione gialloblu giocatori del calibro di Simone Inzaghi, Riccardo Zampagna e Dario Morello.

Per due stagioni, inoltre, i gialloblu disputarono anche il derby contro la Reggiana, guadagnandosi gli applausi ed il rispetto dei cugini granata.

Successivamente, il Brescello in cinque anni retrocesse dalla Serie C1 alla Serie C2 (rimanendovi dal 2001 al 2003, con un'altra finale play-off persa contro la Sambenedettese nel 2002), fino al campionato di Eccellenza, il che segnò la fine per la compagine rivierasca.

Dalla scomparsa alla rinascitaModifica

Nel corso dell'estate del 2005, poi, la società viene dichiarata fallita ed al Brescello tocca ripartire dal campionato provinciale di Terza Categoria, assumendo denominazione di Polisportiva Brescello ove nella stagione 2005/2006 con lo sponsor "Fracm" il sodalizio si iscrisse al campionato di calcio di Terza Categoria, terminando il campionato con la promozione in Seconda Categoria seguita il 25 marzo 2007, al termine di una stagione entusiasmante, una seconda promozione consecutiva in Prima Categoria.

Nella stagione 2009-2010 con lo sponsor "Cagna & Benelli" viene ripescata in Promozione Emilia-Romagna, rimanendovi fino al termine della stagione 2014-2015 quando, grazie a un ripescaggio, viene ammessa in Eccellenza, rimanendovi però solo una stagione. Da allora la squadra milita nel campionato di promozione.

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'Unione Sportiva Brescello
  • 1966 - Fondazione dell'Unione Sportiva Brescello.
  • 1967-1974 - Attività a carattere locale.
  • 1974-1975 - 1° in Prima Categoria Emilia-Romagna.   Promosso in Promozione.
  • 1975-1976 - 6° nel girone B di Promozione Emilia-Romagna.
  • 1976-1977 - 4° nel girone B di Promozione Emilia-Romagna. Assume denominazione Unione Sportiva Brescello Mingori.
  • 1977-1978 - 11° nel girone B di Promozione Emilia-Romagna. Torna ad assumere denominazione Unione Sportiva Brescello.
  • 1978-1979 - 1° nel girone C di Promozione Emilia-Romagna. Perde gli spareggi promozione contro Mirandolese e Cattolica.
  • 1979-1980 - 2° nel girone C di Promozione Emilia-Romagna.

  • 1980-1981 - 6° nel girone C di Promozione Emilia-Romagna.
  • 1981-1982 - 6° nel girone C di Promozione Emilia-Romagna.
  • 1982-1983 - 1° nel girone C di Promozione Emilia-Romagna.   Promosso in Interregionale dopo aver vinto gli spareggi promozione contro Finale Emilia ed Alfonsinese.
  • 1983-1984 - 15° nel girone D del Campionato Interregionale.   Retrocesso in Promozione Emilia-Romagna.
  • 1984-1985 - 12° nel girone C di Promozione Emilia-Romagna.
  • 1985-1986 - 7° nel girone C di Promozione Emilia-Romagna.
  • 1986-1987 - 1° nel girone C di Promozione Emilia-Romagna. Perde gli spareggi promozione contro Castel San Pietro e Baracca Lugo.
  • 1987-1988 - 2° nel girone C di Promozione Emilia-Romagna.
  • 1988-1989 - 1° nel girone C di Promozione Emilia-Romagna.   Promosso in Interregionale.
  • 1989-1990 - 6° nel girone E di Interregionale.

  • 1990-1991 - 1° nel girone C di Interregionale. Perde gli spareggi promozione contro l'Aosta.
  • 1991-1992 - 5° nel girone C di Interregionale.
  • 1992-1993 - 4° nel girone C del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1993-1994 - 1° nel girone C del Campionato Nazionale Dilettanti.   Promosso in Serie C2.
  • 1994-1995 - 1° nel girone A di Serie C2.   Promosso in Serie C1.
  • 1995-1996 - 14° nel girone A di Serie C1. Vince i play-out contro la Massese.
  • 1996-1997 - 2° nel girone A di Serie C1. Perde la semifinale play-off contro il Monza.
  • 1997-1998 - 9° nel girone A di Serie C1.
  • 1998-1999 - 10° nel girone A di Serie C1.
  • 1999-2000 - 5° nel girone A di Serie C1. Perde la finale play-off contro il Cittadella.

  • 2000-2001 - 17° nel girone A di Serie C1.   Retrocesso in Serie C2.
  • 2001-2002 - 3° nel girone A di Serie C2. Perde la finale play-off contro la Sambenedettese.
  • 2002-2003 - 18° nel girone B di Serie C2.   Retrocesso in Serie D.
  • 2003-2004 - 18° nel girone B di Serie D.   Retrocesso in Eccellenza.
  • 2004-2005 - 17° nel girone A di Eccellenza Emilia-Romagna.   Retrocesso in Promozione, fallisce finanziariamente.
  • 2005 - Il sodalizio si scioglie a fine campionato iscrivendosi al campionato provinciale di Terza Categoria ed assumendo denominazione di Polisportiva Brescello.
  • 2005-2006 - 1° in Terza Categoria Reggiana.   Promosso in Seconda Categoria.
  • 2006-2007 - 1° in Seconda Categoria Emilia-Romagna.   Promosso in di Prima Categoria.
  • 2007-2008 - in Prima Categoria Emilia-Romagna.
  • 2008-2009 - 3° in Prima Categoria.   Ripescato in Promozione.
  • 2009-2010 - 5° nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.

  • 2010-2011 - 4° nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.
  • 2011-2012 - 6° nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.
  • 2012-2013 - 14° nel girone A di Promozione Emilia-Romagna. Salvo dopo play-out vinti contro la Langhiranese Valparma.
  • 2013-2014 - 4° nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.
  • 2014-2015 - 2° nel girone A di Promozione Emilia-Romagna. Perde la finale play-off con il Luzzara.   Ripescato in Eccellenza.
  • 2015-2016 - 18° nel girone A di Eccellenza Emilia-Romagna.   Retrocesso in Promozione.
  • 2016-2017 - 6° nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.

StruttureModifica

StadioModifica

Disputa le sue partite interne presso lo stadio comunale di Brescello intitolato a Giovanni Morelli, la cui capienza è di circa 4.000 posti.

Campionati nazionaliModifica

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione

C1

6 1995-1996 2000-2001

C2

3 1994-1995 2002-2003

D

7 1983-1984 2003-2004

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio