Apri il menu principale
Unione Sportiva Triestina Hockey
Hockey su pista Roller hockey pictogram.svg
Alabardati, Muli, Greghi
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso con alabarda Bianca.png Rosso-Bianco
Simboli Alabarda
Dati societari
Città Trieste
Paese Italia Italia
Confederazione CERH
Federazione Italia FIHP
Campionato n.d.
Fondazione 1922
Scioglimento 1990
Denominazione U.S. Triestina Hockey
dal 1922 al 1933
Pubblico Impiego
dal 1934 al 1944
U.S. Triestina Hockey
dal 1945 al 1990
Impianto PalaChiarbola
(2000 posti)
Chiarbola 03.2008.jpg
Palmarès
10 scudettiScudettoScudettoScudettoScudettoScudettoScudettoScudettoScudettoScudetto
Scudetti 19

L'Unione Sportiva Triestina Hockey era una squadra di hockey su pista italiana che aveva sede a Trieste. Il club fu fondato nel 1922 e cessò l'attività nel 1990[1]. Nel suo palmarès figurano 19 vittorie nel campionato italiano.

Indice

StoriaModifica

Dalla fondazione agli anni '40Modifica

La sezione di hockey su pista della Società Ginnastica Triestina fu fondata nel 1922. Nel 1925 conquista il suo primo scudetto con la seguente formazione: Pecorari (portiere), Villa, De Santi, Canal, Collich, Orlando, Vidali. Allenatore della squadra era Edoardo Jermol/Germogli. Seguono altri quattro titoli negli anni 1926, 1927, 1928, 1929. Dal 1934 al 1942, la Triestina, partecipa al campionato di Divisione Nazionale indetto dalla Federazione Italiana Hockey a Rotelle, quale sezione del Dopolavoro Pubblico Impiego di Trieste e conquista sei titoli consecutivi di Campione d'Italia (1937, 1938, 1939, 1940, 1941, 1942).

Gli anni '50 e '60Modifica

Nel dopoguerra riprende la denominazione Unione Sportiva Triestina Hockey, vincendo altri otto scudetti (l'ultimo nel 1967) per un totale di ben 19 titoli. L'anno successivo partecipa alla Coppa dei Campioni arrivando a disputare la finale, ma viene sconfitta dal Reus Deportiu sia sulla pista di viale Miramare che su quella spagnola. Nello stesso anno disputa anche la finale di Coppa Italia.

Dagli anni '70 alla scomparsaModifica

Con la retrocessione in serie B nel 1976 inizia il declino[2]. Nel 1982 si stacca dalla polisportiva diventando autonoma, poi, con la riforma dei campionati, partecipa alla serie A2. Scompare nel 1990.

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'Unione Sportiva Triestina Hockey

Assume la denominazione Dopolavoro Pubblico Impiego.

Riprende la denominazione Unione Sportiva Triestina Hockey.


Finalista in Coppa Italia
Finalista in Coppa dei Campioni


Ammessa alla serie A2 per riforma dei campionati.

Al termina della stagione cessa l'attività.

Colori e simboliModifica

I colori sociali erano quelli di Trieste: la maglia rossa, i calzoncini bianchi e i calzettoni rossi.

Sulla maglia era presente lo stemma posto sul petto, uguale a quello che utilizzavano l'U.S. Triestina Calcio e le altre sezioni che facevano parte della polisportiva: uno scudetto rosso al cui interno vi era un'alabarda bianca simbolo di Trieste. Sopra l'alabarda era posta una stella, anch'essa bianca, da cui si dipartivano dei raggi. Infine erano poste ai due lati dell'alabarda le lettere U e S (Unione Sportiva) e nella parte bassa vi era la scritta Triestina.

StruttureModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: PalaChiarbola.

Dalla fondazione e fino agli anni '60 la squadra disputò le proprie gare casalinghe sulla pista di Viale Miramare condividendo la struttura con l'altra squadra di Trieste il Dopolavoro Ferroviario. A partire dalla metà degli anni '70 invece il club giocò le proprie gare presso il PalaChiarbola. Il palazzetto si trova nel rione di Chiarbola, con accessi da Via Visinada e da Piazzale delle Puglie. Ha una capienza di poco superiore ai 2000 posti a sedere, suddivisi tra una tribuna e due curve.

PalmarèsModifica

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Campionato italiano 6 1922 1927 51
Divisione Nazionale 13 1930 1942
Serie A 32 1945 1976
Serie B 7 1977 1982-1983 14
Serie A2 7 1983-1984 1989-1990

Partecipazione alle coppe europeeModifica

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Miglior risultato
Coppa dei Campioni 1 1967-1968 Finalista
nel 1967-1968

NoteModifica

  1. ^ Storia Triestina hockey, su hockeytrieste.blogspot.it.
  2. ^ Il lento declino della Triestina hockey, su ricerca.gelocal.it.

BibliografiaModifica

  • Paolo Virdi, 50 minuti di gloria. Gli anni moderni dell'hockey pista. Volume 1, Lodi, Lodinotizie, 2012, ISBN 978-88-908803-0-8.
  • Paolo Virdi, 50 minuti di gloria. Gli anni moderni dell'hockey pista. Volume 2, Lodi, Lodinotizie, 2013, ISBN 978-88-908803-1-5.

Collegamenti esterniModifica