Università pontificie

università accreditata presso la Santa Sede

Le università pontificie sono università accreditate come tali presso la Santa Sede, costituite in una o più facoltà pontificie, che rilasciano dei titoli accademici ecclesiastici.

Emblema della Santa Sede

CaratteristicheModifica

Secondo il codice di diritto canonico sono istituite per l'«investigazione delle discipline sacre o connesse con le sacre e per istruire scientificamente gli studenti nelle medesime discipline».[1] In proposito il can. 816 prescrive che le Università e Facoltà ecclesiastiche possano essere costituite soltanto se erette dalla Sede Apostolica o da questa approvate; ad essa compete pure la loro superiore direzione.

Nessuna Università o Facoltà, che non sia stata eretta o approvata dalla Sede Apostolica[2], può validamente conferire gradi accademici con effetti canonici (così il can. 817).

Pertanto le Università Pontificie sono persone giuridiche pubbliche, canonicamente erette e sono disciplinate dal libro III del Codice di Diritto Canonico «De Ecclesia munere docendi», can. 815 e ss.

Finalmente, secondo il can. 814, le disposizioni, date per le università, si applicano a pari ragione agli altri istituti di studi superiori.

OrganizzazioneModifica

Ogni università pontificia annovera nella sua struttura le autorità accademiche, il corpo accademico (che si caratterizza per l'internazionalità dei suoi componenti e che esalta la vocazione universale della docenza pontificia), il senato accademico e gli ufficiali. Patrono dell'ateneo è il Gran Cancelliere; vi sono quindi il Magnifico Rettore, i Decani delle Facoltà[3] e i Presidi degli Istituti. Queste cariche costituiscono le Autorità accademiche. Il Corpo accademico è composto dai Presidi, dai Decani, dai Professori stabili, dai Professori emeriti, stabilizzati, incaricati, invitati nonché dagli Assistenti ordinari o volontari. Gli Ufficiali invece sono presieduti dal Segretario Generale - che normalmente si avvale di un Bibliotecario Generale ed un Economo Generale - e dagli addetti agli uffici amministrativi ed alle segreterie studenti.

I gradi accademiciModifica

 
Lapide con il Titolo della Basilica del Laterano in Roma «Ecclesiarum mater et caput», con annessa la Pontificia Università Lateranense

Al pari delle altre facoltà teologiche, le Università Pontificie suddividono gli studi in 3 cicli: il primo ciclo, di varia durata, al termine del quale si consegue il Baccellierato o Baccalaureato (paragonabile alla laurea di primo livello); il secondo ciclo, che porta al conferimento del titolo accademico di Licenza (paragonabile alla laurea specialistica o magistrale); infine il terzo ciclo, con cui si può conseguire il Dottorato. La durata dei cicli può variare da università a università.

RiconoscimentiModifica

In Italia «i titoli accademici in teologia e nelle altre discipline ecclesiastiche (Sacra Scrittura, Diritto Canonico, Liturgia, Spiritualità, Missiologia e Scienze Religiose)[4], determinate d'accordo tra le Parti, conferiti dalle Facoltà approvate dalla Santa Sede, sono riconosciuti dallo Stato» ai sensi dell'art. 10/II della Legge 25 marzo 1985 n.21 (G.U. n. 28 del 10 aprile 1985). Tuttavia non sono stati adottati provvedimenti intesi a stabilire a priori le equiparazioni con i titoli conferiti dalle università italiane. Non risulta pertanto possibile predeterminare una equiparazione tassativa dei titoli accademici rilasciati dalle Università Pontificie con quelli rilasciati dalle Università dello Stato italiano. Infatti, in Italia i continui cambiamenti curriculari universitari rendono molto complesso il problema delle equiparazioni, che pertanto deve essere deliberato, su richiesta degli interessati, di volta in volta, dal competente Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

I corsi di laureaModifica

Di massima nelle università pontificie sono istituite le facoltà di sacra teologia, di filosofia e di diritto canonico.

La sacra teologia include le seguenti specializzazioni: teologia patristica, teologia biblica, teologia dogmatica, teologia fondamentale, teologia morale, teologia spirituale, teologia ecumenica, teologia delle religioni, teologia pastorale, teologia liturgica, teologia monastica, teologia tomistica, teologia mariana, teologia della vita consacrata e storia della teologia.

Il diritto canonico include le seguenti specializzazioni: diritto canonico latino, diritto canonico orientale, giurisprudenza penale, giurisprudenza matrimoniale e praxis canonica.

La filosofia include le seguenti specializzazioni: filosofia della realtà, filosofia teologica, filosofia della natura, filosofia dell'uomo, filosofia morale, filosofia politica, filosofia della conoscenza, filosofia della religione, filosofia della scienza, filosofia della cultura, filosofia della storia, logica e storia della filosofia (antica, medievale, moderna, contemporanea).

Oltre, nelle università pontificie sono anche istituite le facoltà ecclesiastiche di scienze bibliche, di liturgia, di spiritualità, di missiologia e di scienze religiose, e le facoltà non-ecclesiastiche di diritto civile (e di utriusque iuris[5]), di archeologia cristiana, di bioetica, di lettere cristiane e classiche, di musica sacra, di psicologia, di scienze dell'educazione, di scienze della comunicazione sociale (e istituzionale[6]), di scienze patristiche[7], di scienze sociali (che includono la dottrina sociale della Chiesa[8]), di storia della Chiesa (e dei suoi beni culturali[9]), di studi arabi e d'islamistica, di studi del oriente antico, di studi in ecologia integrale, di studi giudaici e relazioni ebraico-cristiane, di studi su matrimonio e famiglia, di studi orientali, e di studi in scienze della pace.[10]

Gli studentiModifica

Nelle università pontificie sono ammessi studenti di tutto il mondo, chierici o laici e talora, con speciali e motivate autorizzazioni, anche non cristiani.

Gli studenti sono normalmente classificabili in studenti ordinari[11], straordinari[12] ed ospiti[13].

Per essere ammessi ai corsi delle Facoltà o agli Istituti delle università pontificie può essere richiesta la conoscenza della lingua latina, della lingua greca o delle lingue straniere.

Le università cattolicheModifica

 
Placca storica commemorativa dell'Università cattolica del Sacro Cuore.

Il can. 808 prescrive che «Nessuna università di studi, benché effettivamente cattolica, porti il titolo di università cattolica, se non per consenso della competente autorità ecclesiastica».

Si tratta pertanto di istituzioni universitarie che hanno riconosciuta la personalità giuridica di diritto pubblico a norma degli ordinamenti giuridici degli Stati ove hanno sede, ma che necessitano di specifico consenso dell'autorità ecclesiastica. In proposito si ricorda che «È diritto della Chiesa istituire e dirigere università di studi, che contribuiscano ad una più profonda cultura degli uomini e a una più piena promozione della persona umana e altresì ad adempiere la funzione di insegnare della Chiesa stessa»[14].

In tema di università cattoliche il Codice di diritto canonico prescrive anche che i docenti debbano essere prescelti tra coloro che, oltre per l'idoneità scientifica e pedagogica, eccellano per integrità di dottrina e probità di vita. È stabilito altresì che ove tali requisiti vengano meno, i docenti, rispettate le procedure prescritte dagli statuti delle singole università, vengano rimossi. Il CIC prescrive inoltre che le Conferenze episcopali ed i vescovi diocesani devono avere il dovere ed il diritto di vigilare che in tali università siano osservati fedelmente i principi della dottrina cattolica.

Una caratteristica propria delle università cattoliche[15] è che nel loro ambito devono avere facoltà o istituti o almeno cattedre di teologia, in cui vengano impartite lezioni anche agli studenti laici[16][17].

Le istituzioni presenti in ItaliaModifica

 
Sede del PIAC - Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana a Roma, in Via Napoleone III, 1.

In Italia sono presenti diversi università (secondo can. 815) e diversi atenei, istituti di studi superiori e facoltà (tutte queste secondo can. 814). Tra parentesi è riportato l'ordine religioso oppure o l'altro organismo ecclesiastico responsabile dell'amministrazione dell'istituzione romana.

A RomaModifica

Università pontificie (can. 815):

[Inoltre alle facoltà di teologia, filosofia e diritto canonico, ogni università pontificia ha almeno una quarta facoltà: PUA (Scienze bibliche e archeologia), PUL (Diritto Civile), PUSC (Comunicazione sociale istituzionale), PUU (Missiologia), PUG (Missiologia / Storia e beni culturali della Chiesa / Scienze sociale) e UPS (Lettere cristiane e classiche / Scienze dell'educazione / Scienze della comunicazione sociale).]

Atenei pontifici (can. 814):

[Inoltre alle facoltà di teologia e filosofia, ogni ateneo pontificio ha una terza facoltà: Regina Apostolorum (Bioetica) e Anselmianum (Liturgia).]

Istituti pontifici di studi superiori (can. 814):

Facoltà pontificie (can. 814):

Istituti pontifici incorporati oppure collegati ad altri che conservano la propria autonomia (can. 814):

[ * Tra tutti gli istituti pontifici, il Biblico e l'Orientale si distinguono per essersi sviluppati in più di una facoltà: PIB (Sacre Scritture / Orientalistica) e PIO (Diritto canonico orientale / Scienze ecclesiastiche orientali, con specializzazioni in Patristica orientale, Liturgia orientale e Storia della Chiesa orientale).]

Istituti pontifici incorporati oppure collegati ad altri che funzionano come facoltà interna:

Istituti ed altre istituzioni non-pontifici incorporati oppure collegati ad alcuna università pontificia:

Istituti Superiori di Scienze Religiose per la formazione teologica e spiritale ai laici e ai religiosi (specialmente religiose) collegati con gli atenei romani:

  • Istituto di Scienze Religiose all'Apollinare (collegato alla Santa Croce)
  • Istituto di Scienze Religiose «Ecclesia Mater» (collegato al Lateranense)
  • Istituto di Scienze Religiose «Mater Ecclesiae» (collegato all'Angelicum)
  • Istituto di Scienze Religiose «Redemptor Hominis» (collegato all'Antonianum)
  • Istituto di Scienze Religiose «Regina Apostolorum» (collegato alla Regina Apostolorum)

Istituzioni pontificie e non-pontificie che sono state soppresse o secolarizzate:

Fuori RomaModifica

Istituzioni Superiori di Studi Ecclesiastici (can. 814):

Istituti incorporati oppure collegati agli atenei romani:

Fuori ItaliaModifica

Istituti fuori Italia annessi agli atenei romani:

Pontificia Accademia EcclesiasticaModifica

Tra le Pontificie accademie, possiamo anche trovare un istituto pontificio di alta formazione, la Pontificia Accademia Ecclesiastica a Roma, la quale cura la preparazione dei sacerdoti destinati al servizio diplomatico della Santa Sede presso le varie nunziature o presso la Segreteria di Stato della Santa Sede. Essa ha delle caratteristiche proprie, in quanto non conferisce peculiari titoli accademici, ma esige dai suoi studenti il dottorato in diritto canonico o almeno la licenza, qualora il candidato possieda il dottorato in teologia.[79]

CRUIPROModifica

 
L'edificio del Collegio Romano

I rettori delle ventidue istituzioni romane autonome approvate dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica (CEC) appartengono alla Conferenza di Rettori delle Università e Istituzioni Pontificie Romane (CRUIPRO), il quale è un organismo di coordinamento e promozione dell’azione comune delle loro istituzioni (cf. Veritatis gaudium, Parte I, art. 2 § 1-2)[80].

Joint DiplomaModifica

Cercando una maggiore collaborazione tra i 22 atenei romani della CRUIPRO, sono stati creati diversi Joint-Diplome in cui, patrocinati da una delle istituzioni, le lezioni sono distribuite tra gli altri, che apportano risorse e professori. Gli studenti di qualsiasi facoltà possono iscriversi e ricevere crediti all'interno dei loro rispettivi programmi. Finora, cinque diploma sono stati istituiti:

  • Joint Diploma in Ecologia Integrale, con sede amministrativa-accademica alla Gregoriana[81]

[Collaborano: Lateranense, Urbaniana, Angelicum, Salesiana, Antonianum, Santa Croce, Anselmianum, Regina Apostolorum, Auxilium, Seraphicum]

  • Joint Diploma sul Pensiero di San Tommaso d’Aquino «Doctor Humanitatis», con sede amministrativa-accademica all'Angelicum[82]

[Collaborano: Gregoriana, Lateranense, Urbaniana, Salesiana, Antonianum, Santa Croce, Anselmianum, Regina Apostolorum]

  • Joint Diploma in Leadership, con sede amministrativa-accademica al Regina Apostolorum[83]

[Collaborano: Lateranense, Angelicum, Salesiana, Anselmianum]

  • Joint Diploma sul Donne e Chiesa, con sede amministrativa-accademica al Regina Apostolorum[84]

[Collaborano: Urbaniana, Angelicum, Salesiana, Claretianum, Auxilium]

  • Joint Diploma in Spiritualità delle famiglie religiose, con sede amministrativa-accademica al Teresianum[85]

[Collaborano: Gregoriana, Angelicum, Salesiana, Antonianum, Anselmianum, Seraphicum]

Università cattoliche non-pontificie in ItaliaModifica

 
Sede del PIAC - Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana a Roma, in Via Napoleone III, 1.

Inoltre a quelle istituzione collegate a la Sede Apostolica che ricevono il qualificatore «pontificio», ci sono ulteriore università cattoliche dove non si trovano delle facoltà ecclesiastiche. Laggiù, si trovano cicli di studi che contribuiscano ad una più profonda cultura degli uomini e a una più piena promozione della persona umana.

Università fuori Roma, ma con sede a Roma:

NoteModifica

  1. ^ Canone 815 del Codice di diritto canonico.
  2. ^ secondo la definizione contenuta nel can. 361 del nuovo Codice di diritto canonico: «Col nome di Sede Apostolica o Santa Sede si intendono nel codice non solo il Romano Pontefice, ma anche, se non risulta diversamente dalla natura della questione o dal contesto, la Segreteria di Stato, il Consiglio per gli affari pubblici della Chiesa e gli altri Organismi della Curia Romana».
  3. ^ spetta al Decano di Facoltà giudicare a quale anno ammettere chi ha già seguito corsi affini a quelli della Facoltà, concedere dispense da corsi già frequentati o integrare il piano di studi seguito altrove con corsi o esami previsti dai diversi ordinamenti universitari
  4. ^ Decreto del Presidente della Repubblica, 27 maggio 2019 , n. 63, su gazzettaufficiale.it.
  5. ^ Utriusque iuri significa letteralmente di «entrambi i diritti» ovvero di diritto civile (o romano) e di diritto canonico. Questo programma viene offerto dal Pontificio Istituto di «Utriusque Iuris» integrato nella Pontificia Università Lateranense. Si deve ricordare in proposito che questa facoltà rispetta la tradizione dell'insegnamento del diritto nella forma tradizionale antecedente le codificazioni del XVIII secolo allorquando le facoltà di giurisprudenza insegnavano con la teologia le due grandi scuole di pensiero giuridico: quella canonica e quella di diritto romano / civile.
  6. ^ Alla Pontificia Università della Santa Croce viene offerto un programma di comunicazione sociale istituzionale.
  7. ^ Mentre la Patristica è un'area della teologia che studia la teologia dei Padri della Chiesa, la Patrologia invece è una parte della storia della Chiesa che studia la loro vita e le loro opere.
  8. ^ Alla Facoltà di Science Sociali della Pontificia Università Gregoriana viene offerto un programma della Dottrina Sociale della Chiesa.
  9. ^ La Facoltà di Storia della Chiesa della Pontificia Università Gregoriana include un programma di studi dei Beni Culturali della Chiesa.
  10. ^ Veritatis Gaudium, Appendice II: Elenco di tutte le Istituzioni di Studi Superiori erette o approvate dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica come parte del sistema educativo della Santa Sede.
  11. ^ sono studenti ordinari quelli che, iscritti ad una facoltà, seguono tutti i corsi e conseguono un grado accademico
  12. ^ sono studenti straordinari quelli che con l'autorizzazione del Decano frequentano i corsi regolarmente ma non ambiscono a conseguire un grado accademico
  13. ^ sono studenti ospiti quelli che a discrezione del Decano possono frequentare nel corso dell'anno accademico o per un tempo stabilito alcuni corsi
  14. ^ così il can. 807 del capo II del libro III «Le università cattoliche e gli altri istituti di studi superiori» del CIC
  15. ^ un classico esempio di università cattolica è l'«Università Cattolica del Sacro Cuore» di Milano
  16. ^ cfr. can. 810 ss. CIC
  17. ^ il can. 814 prescrive che le disposizioni date per le università cattoliche si applicano agli altri istituti di studi superiori cattolici
  18. ^ La Pontificia Università Antonianum incorpora sia l'Istituto di Studi Ecumenici «San Bernardino» (ISE) a Venezia e l'Instituto Teológico de Murcia (in Spagna) come parte della Facoltà di Teologia, che lo Studium Biblicum Franciscanum (SBF) a Gerusalemme come la Facoltà di Scienze Bibliche e Archeologia. La PUA, gestita dai frati minori, incorpora anche l'Istituto Francescano di Spiritualità (Roma) e lo Studio Teologico Laurentianum (Venezia), entrambi gestiti dai frati cappuccini. Una selezione di corsi della Facoltà di Teologia della PUA sono offerti e tenuti presso la Pontificia Facoltà Teologica San Bonaventura (o «Seraphicum»), gestita dai frati conventuali.
  19. ^ La Pontificia Università Gregoriana è consociata al Pontificio Istituto Biblico e al Pontificio Istituto Orientale, formando insieme il Consortium Gregorianum. Fino al 2005, la PUG incorporava anche il Pontificio Istituto «Regina Mundi» per la formazione teologica delle donne, il cui è stato soppresso.
  20. ^ La Pontificia Università Lateranense incorpora il Pontificio Istituto Pastorale «Redemptor Hominis» e il Pontificio Istituto di «Utriusque Iuris», entrambi a Roma, e l'Institute of Consecrated Life «Sanyasa» a Bangalore (India). La PUL, la quale è gestita dalla Diocesi di Roma, incorpora anche ad instar Facultatis: il Pontificio Istituto di Teologia della Vita Consacrata (o «Claretianum»), gestito dai claretiani, il Pontificio Istituto Patristico «Augustinianum», gestito dai agostiniani, e il Pontificio Istituto Superiore di Teologia Morale (o «Accademia Alfonsiana»), gestito dai redentoristi. Fino al 2019, la PUL incorporava anche ad instar Facultatis il Pontificio Istituto Internazionale di Teologia Pastorale Sanitaria (o «Camillianum»), gestito dai camilliani, il cui è stato soppresso.
  21. ^ La Università Pontificia Salesiana incorpora sia il Pontificio Istituto Superiore di Latinità come la Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche, che lo Studium Theologicum Salesianum (STS) come il Campus di Gerusalemme della Facoltà di Teologia. La Facoltà di Teologia della UPS comprende anche una sezione a Torino. La UPS, gestita dai preti salesiani, è stata storicamente consociata con la Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione «Auxilium», gestita dalle suore salesiane.
  22. ^ La Pontificia Università della Santa Croce ha collegato l'Institute of Languages and Humanities «Polis» a Gerusalemme.
  23. ^ La Pontificia Università «San Tommaso d'Aquino» incorpora a Roma l'Istituto Tomista e l'Istituto di Studi Ecumenici. Inoltre, PUST incorpora anche l'Istituto di Teologia Ecumenico-Patristica «San Nicola» a Bari come parte della Facoltà di Teologia, il quale è retto dai padri domenicani della provincia di San Tommaso d'Aquino in Italia. L'Angelicum, insieme all'École Biblique et Archéologique Française a Gerusalemme, è una delle istituzioni accademiche sotto la giurisdizione immediata del Maestro dell'ordine domenicano.
  24. ^ Fino al 1986, la Pontificia Università Urbaniana incorporava anche il Pontificio Istituto Scientifico Missionario per le discipline missiologiche e giuridiche, suddiviso oggi nelle attuale Facoltà di Diritto Canonico e di Missiologia. La PUU, la quale è gestita dal Dicastero per l'evangelizzazione, incorporata nella sua Facoltà di Teologia l'Instituto Scalabrini de Migración Internacional, gestito dai scalabriniani.
  25. ^ Il Pontificio Ateneo «Sant'Anselmo» incorpora sia il Pontificio Istituto Liturgico come la Facoltà di Sacra Liturgia, che l'Istituto Monastico a Roma e l'Istituto di Liturgia Pastorale «Santa Giustina» a Padova como parte della Facoltà di Teologia.
  26. ^ Il Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma è consociato col Pontificio Istituto Ambrosiano a Milano.
  27. ^ La Pontificia Facoltà Teologica San Bonaventura «Seraphicum» è collegata con la Scuola di Formazione Teologica dell'Istituto Teologico «Sant’Antonio Dottore» a Padova. Inoltre, una selezione di corsi del Seraphicum, gestito dai frati conventuali, sono offerti e tenuti presso la Facoltà di Teologia della Pontificia Università Antonianum, gestita dai frati minori.
  28. ^ La Pontificia Facoltà Teologica «Teresianum» incorpora il Pontificio Istituto di Spiritualità dello stesso nome.
  29. ^ La Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione «Auxilium», gestita dalle suore salesiane, è stata storicamente consociata con l'Università Pontificia Salesiana, gestita dai preti salesiani.
  30. ^ Il Pontificio Istituto Biblico (con sede a Roma e Gerusalemme) è consociato alla Pontificia Università Gregoriana e al Pontificio Istituto Orientale, formando insieme il Consortium Gregorianum. Fino al 1928, quando il papa Pio XI accordò al PIB la sua indipendenza accademica e l'autorizzò a conferire i grado accademici per propia autorità, il PIB soltanto preparava gli studenti a sostenere gli esami presso la Pontificia Commissione Biblica.
  31. ^ Il Pontificio Istituto Orientale è consociato alla Pontificia Università Gregoriana e al Pontificio Istituto Biblico, formando insieme il Consortium Gregorianum. Il PIO è affidato ai gesuiti, ma depende del Dicastero per le Chiese Orientali.
  32. ^ Il Pontificio Istituto Patristico «Augustinianum», gestito dai agostiniani, è aggregato alla Pontificia Università Lateranense, gestita dalla Diocesi di Roma.
  33. ^ Il Pontificio Istituto Superiore di Teologia Morale (o «Accademia Alfonsiana»), gestito dai redentoristi, è aggregato alla Pontificia Università Lateranense, gestita dalla Diocesi di Roma.
  34. ^ Il Potificio Istituto di Teologia della Vita Consacrata (o «Claretianum»), gestito dai claretiani, è aggregato alla Pontificia Università Lateranense, gestita dalla Diocesi di Roma. L'Istituto incorpora anche l'Institute of Consecrated Life «Sanyasa» a Bangalore (India).
  35. ^ Il Pontificio Istituto Liturgico è incorporato al Pontificio Ateneo «Sant'Anselmo» come la Facoltà di Sacra Liturgia.
  36. ^ Il Pontificio Istituto Pastorale «Redemptor Hominis» è aggregato alla Pontificia Università Lateranense.
  37. ^ Il Pontificio Istituto Superiore di Latinità è incorporato all'Università Pontificia Salesiana come la Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche.
  38. ^ Il Pontificio Istituto di Spiritualità «Teresianum» è incorporato alla Pontificia Facoltà Teologica dello stesso nome.
  39. ^ Il Pontificio Istituto di «Utriusque Iuris» è costituito dalle Facoltà di Diritto Canonico e di Diritto Civile della Pontificia Università Lateranense.
  40. ^ L'Istituto Francescano di Spiritualità, gestito dai frati cappuccini, è incorporato alla Pontificia Università Antonianum, gestita dai frati minori.
  41. ^ L'Istituto Monastico è incorporato al Pontificio Ateneo «Sant'Anselmo» come parte della Facoltà di Teologia.
  42. ^ L'Istituto Scalabrini per la Migrazione Internazionale (SIMI), gestito dai scalabriniani, è incorporato alla Facoltà di Teologia della Pontificia Università Urbaniana, gestita dal Dicastero per l'evangelizzazione.
  43. ^ L'Istituto Superiore di Catechesi e Spiritualità Missionaria «Redemptoris Missio» è incorporato alla Pontificia Università Urbaniana come parte della Facoltà di Missiologia.
  44. ^ L'Istituto Tomista è incorporato alla Pontificia Università San Tommasso d'Aquino come parte della Facoltà di Teologia, ma sotto gli auspici della Pontificia Accademia di San Tommaso d'Aquino.
  45. ^ L'Istituto di Studi Ecumenici dell'Angelicum è incorporato alla Pontificia Università San Tommasso d'Aquino come parte della Facoltà di Teologia, ma sotto gli auspici del Dicastero per la Promozione dell'Unità dei Cristiani.
  46. ^ La Scuola Superiore di Studi Medievali e Fracescani è incorporata alla Pontificia Università Antonianum, ma collabora anche con la Libera Università «Maria Santissima Assunta».
  47. ^ Lo Studio Teologico Benedettine Italiane, gestito dai monache benedettine, è annessi al Pontificio Ateneo Sant'Anselmo, gestito dai monachi benedettini.
  48. ^ La Cattedra di Studi Mariologici «Beato Giovanni Duns Scoto» è parte della Facoltà di Teologia della Pontificia Università Antonianumma,ma collabora anche con la Pontificia Academia Mariana Internationale.
  49. ^ Il Collegio di San Bernardo, gestito dai cistercensi, è annessi al Pontificio Ateneo Sant'Anselmo, gestito dai benedettini.
  50. ^ Compiuta l'Unità d'Italia nel 1870, l'Università Sapienza di Roma cessò di essere pontificia e viene uniformata alla legislazione imperiale francese.
  51. ^ Il Pontificio Istituto «Regina Mundi» è stato incorporato alla Pontificia Università Gregoriana fino al 2005, quando è stato soppresso.
  52. ^ Il Pontificio Istituto Scientifico Missionario è stato incorporato alla Pontificia Università Urbaniana fino al 1986, quando è stato suddiviso nelle attuale Facoltà di Diritto Canonico e di Missiologia,
  53. ^ Il Pontificio Istituto Internazionale di Teologia Pastorale Sanitaria (o «Camillianum»), gestito dai camilliani, è stato aggregato ad instar Facultatis alla Pontificia Università Lateranense, gestita dalla Diocesi di Roma, fino al 2019, quando è stato soppresso.
  54. ^ Il Istituto di Scienze Religiose della Gregoriana è stato soppresso in 2006.
  55. ^ L'Istituto di Scienze Religiose «Magisterium Vitae» è stato incorporato alla Università Pontificia Salesiana fino a quando è stato soppresso.
  56. ^ L'Istituto di Scienze Religiose «Auxilium» è stato incorporato alla Università Pontificia SalesianaPontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione «Auxilium» fino a quando è stato soppresso.
  57. ^ La Scuola Superiore di Teologia della Croce, gestita dai pasionisti, è stata incorporata alla Pontificia Università Antonianum, gestita dai frati minori, fino a quando è stata soppressa.
  58. ^ Il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra a Milano è consociato col Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma.
  59. ^ La Facoltà Teologica dell'Italia Centrale ha un accordo di doppio titolo per conseguire contestualmente la Laurea Magistrale in Ontologia Teologica Trinitaria dall'Istituto Universitario «Sophia» a Loppiano.
  60. ^ La Facoltà Teologica del Triveneto è collegata in rete con: la Facoltà di Diritto Canonico «San Pio X» a Venezia, lo Studio Teologico Accademico Bressanone a Bressanone, la Facoltà di Teologia di Lugano a Lugano (Svizzera), e l'Istituto di Liturgia Pastorale «Santa Giustina» e l'stituto Teologico «Sant’Antonio Dottore», entrambi a Padova.
  61. ^ La Facoltà di Diritto Canonico «San Pio X» è collegata in rete con la Facoltà Teologica del Triveneto a Padova.
  62. ^ L'Istituto Universitario «Sophia» ha un accordo di doppio titolo per conseguire contestualmente la Licenza in Teologia Dogmatica dalla Facoltà Teologica dell'Italia Centrale a Firenze.
  63. ^ Lo Studio Teologico Accademico Bressanone è collegato in rete con la Facoltà Teologica del Triveneto a Padova. Lo Studio incorpora l'Istituto Teologico del Seminario di Trento quale sede staccata.
  64. ^ Pur non essendo in Italia, la Facoltà di Teologia di Lugano è collegata in rete con la Facoltà Teologica del Triveneto a Padova.
  65. ^ L'Istituto di Liturgia Pastorale «Santa Giustina» è incorporato al Pontificio Ateneo Sant'Anselmo a Roma. L'Istituto è anche collegato in rete con la Facoltà Teologica del Triveneto a Padova.
  66. ^ L'Istituto di Studi Ecumenici «San Bernardino» (ISE) è incorporato alla Pontificia Università Antonianum a Roma.
  67. ^ L'Istituto di Teologia Ecumenico-Patristica «San Nicola» è incorporato alla Pontificia Università «San Tommaso d'Aquino» a Roma.
  68. ^ L'Istituto Teologico «Sant’Antonio Dottore» incorpora uno Scuola di Formazione Teologica, la quale è collegata con la Pontificia Facoltà Teologica San Bonaventura «Seraphicum» a Roma. L'Istituto è anche collegato in rete con la Facoltà Teologica del Triveneto a Padova.
  69. ^ L'Istituto Universitario Salesiano Torino (IUSTO) è incorporato all'Università Pontificia Salesiana a Roma.
  70. ^ L'Istituto Universitario Salesiano Venezia (IUSVE) è incorporato all'Università Pontificia Salesiana a Roma.
  71. ^ Lo Studio Teologico «Laurentianum», gestito dai frati cappuccini, è incorporato alla Pontificia Università Antonianum a Roma, gestita dai frati minori.
  72. ^ Il Pontificio Istituto Biblico ha una sede a Roma ed altra a Gerusalemme.
  73. ^ L'École Biblique et Archéologique Française, la quale insieme alla Pontificia Università San Tommaso d'Aquino «Angelicum» a Roma è una delle istituzioni accademiche sotto la giurisdizione immediata del Maestro dell'ordine domenicano, partecipa a numerose collaborazioni con lo Studium Biblicum Franciscanum, incorporato alla Pontificia Università Antonianum e gestita dai francescani.
  74. ^ Lo Studium Biblicum Franciscanum è incorporato alla Pontificia Università Antonianum a Roma come la Facoltà di Scienze Bibliche e Archeologia. Lo SBF, gestita dai francescani, partecipa a numerose collaborazioni con l'École Biblique et Archéologique Française, la quale è una delle istituzioni accademiche sotto la giurisdizione immediata del Maestro dell'ordine domenicano, insieme alla Pontificia Università San Tommaso d'Aquino «Angelicum» a Roma.
  75. ^ Lo Studium Theologicum Salesianum è il campus a Gerusalemme della Facoltà di Teologia dell'Università Pontificia Salesiana a Roma.
  76. ^ L'Institute of Languages and Humanities «Polis» è collegato alla Pontificia Università della Santa Croce a Roma.
  77. ^ L'Institute of Consecrated Life «Sanyasa» è incorporato all'Istituto di Teologia della Vita Consacrata «Claretianum» della Pontificia Università Lateranense a Roma.
  78. ^ L'Instituto Teológico de Murcia è collegato alla Facoltà di Teologia della Pontificia Università Antonianum a Roma per offrire la specializzazione in Teologia Fondamentale.
  79. ^ Grzegorz Galazka, Pontificie Università e Atenei Romani, Libreria Editrice Vaticana, 2000.
  80. ^ Università e Istituzioni della CRUIPRO, su cruipro.net.
  81. ^ Joint Diploma in Ecologia Integrale, su unigre.it.
  82. ^ Joint Diploma sul pensiero di san Tommaso d’Aquino «Doctor Humanitatis», su sitaroma.com.
  83. ^ Joint Diploma in Leadership, su upra.org.
  84. ^ Joint Diploma in Donne e Chiesa, su upra.org.
  85. ^ Joint Diploma in Spiritualità delle Famiglie Religiose, su teresianum.net.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica