Apri il menu principale

Universo lovecraftiano

La maggior parte dei racconti di Howard Phillips Lovecraft, soprattutto quelli inerenti al Ciclo di Cthulhu, sono ambientati in un universo cupo e spaventoso, dove l'umanità a sua insaputa è in balia di forze occulte e malvagie e di terribili divinità che dominano l'universo.

I luoghi principali in cui si svolgono le varie storie sono:

Pianeta TerraModifica

A causa del suo forte attaccamento alle proprie radici e per la necessità, nonostante la relativa giovinezza degli Stati Uniti come nazione, di inserire nella sua opera luoghi che dessero l'impressione di antichità, Lovecraft creò località fittizie all'interno della familiare cornice del New England. I seguenti nomi sono relativi a città immaginarie da dove vengono i protagonisti, o dove hanno luogo i vari fenomeni paranormali:

Questi invece sono altri luoghi immaginari dove però ci sono degli stretti collegamenti con il mondo delle tenebre

YuggothModifica

È l'avamposto dei Mi-go nel sistema solare sul pianeta Plutone. Yuggoth-Plutone è un luogo buio e freddo, dove creature plumbee dotate di ali vagano in città di metallo nero, in mezzo a steppe completamente deserte. Tali creature possiedono tecnologie estremamente avanzate, un'intelligenza piuttosto evoluta e capacità particolari, come ad esempio planare nello spazio. Sembra che pratichino il culto di Shub-Niggurath.

Universo EsternoModifica

L'universo di Lovecraft è come tante sfere l'una dentro l'altra (Sfere dell'esistenza). Ogni volta che ci si avvicina al centro, si trovano ambienti con una dimensione in più. Il concetto parte dal fatto che, siccome gli oggetti a due dimensioni non sono altro che proiezioni di oggetti a tre dimensioni, è facile supporre che gli oggetti a tre dimensioni non siano altro che proiezioni di oggetti a quattro, e che questi ultimi siano proiezioni di oggetti a cinque e così via. Si procede di questo passo finché la materia e il tempo cessano di avere significato, giungendo quindi nel "luogo" dove tutto questo ha inizio, cioè alla corte di Azathoth, il cui caos mentale da via ad una serie di emanazioni psichiche che hanno portato e portano tuttora alla creazione di vari mondi. Dunque più lontani sono da Azathoth, meno complessa è la loro struttura dimensionale.

Allontanandosi sempre di più le dimensioni degli oggetti diminuiranno finché non arriveranno ad uno e ha quindi fine l'universo materiale e incomincia quindi la zona esterna. Quella eterea ed immateriale: l'oltreverso.

OltreversoModifica

L'oltreverso è un luogo immateriale che si trova al di fuori dell'universo fisico di Azatoth e che non può essere raggiunto da nessuno. A quanto pare è qui che finiscono i morti ed è in questo luogo che nasce la fantasia e l'immaginazione. Considerato che la realtà materiale è stata creata dalla malvagità, solo l'irrazionale e l'onirico possono salvare le menti mortali dalla pazzia.

Mondo dei SogniModifica

Il mondo dei sogni è un mondo a metà strada tra l'universo e l'oltreverso e può essere raggiunto solo attraverso il sogno. È un luogo mistico e magico che può essere compreso solo da persone che sanno legare e comprendere ciò che è razionale e ciò che non lo è.

Corte di AzathothModifica

È il centro dell'universo da cui parte l'energia mistica che tiene insieme il tutto. È caratterizzato da una luce immensa e distruttiva nata dal ballo forsennato, inconsulto e gorgogliante di un'enorme e disgustosa creatura idiota (Azathoth) che conosce a malapena la sua funzione. Assieme a lui danzano altre creature divine, che traggono dalla sua energia i poteri necessari per compiere i propri voleri. L'unico a non ballare è Nyarlathotep, il servitore di Azathoth che esegue i voleri del suo padrone solo per raggiungere i suoi loschi scopi. Se un giorno Azathoth smettesse di dormire, tutto l'universo crollerebbe su sé stesso insieme alla divinità.

"E al centro dell'universo siede Azathoth: dio cieco e idiota... amorfa escrescenza d'abissale confusione che bestemmia e gorgoglia stordito da un incessante suono di flauti".

  Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantasy