Apri il menu principale

Uomini ombra

film del 1954 diretto da Francesco De Robertis

TramaModifica

I servizi segreti della Marina militare acquisiscono un cifrario segreto degli inglesi. Ma il controspionaggio italiano si mette sulle tracce di agenti che lavorano in Italia sotto copertura e forniscono informazioni false.

ProduzioneModifica

Tratto dalle memorie[1] del comandante Mario De Monte, la produzione è realizzata per la prima volta da Film Costellazione. È tra le prime interpretazioni di Giorgio Albertazzi. Nel cast appare il celebre Paolo Stoppa, uno dei pochi attori che il regista riconfermerà in un'altra pellicola.

De Robertis si avvale di un cast tecnico collaudato ed affiatato. La colonna sonora, come spesso avviene, è affidata al compositore aretino Annibale Bizzelli, che realizzerà la musica di sette film del regista. De Robertis si affida ancora per la fotografia a Carlo Bellero, che firma, in tutto, otto suoi film. Per la seconda volta il montaggio è curato da Eraldo Da Roma, che era stato tenore ed “È considerato il più grande montatore di tutti i tempi.”[2] Aveva già montato il film La nave bianca di Roberto Rossellini, nel 1941 e monterà almeno altri tre film del regista.

CriticaModifica

Francesco De Robertis “dirige diversi film seguendo in parte i moduli del cinema spettacolare americano”. (con riferimento al film in questione)[3]

Premi e riconoscimentiModifica

La pellicola è stata proiettata tra i quattro film che hanno aperto la rassegna di film bellici, curata da Maurizio Cabona, per le celebrazioni per la Festa delle Forze Armate il 5 novembre 2008 al cinema Trevi di Roma. Ignazio La Russa ha inaugurato la rassegna, realizzata in collaborazione con Ministero della difesa ed il Centro Sperimentale di Cinematografia (Cineteca Nazionale).

NoteModifica

  1. ^ Vedi scheda del libro Opac SBN
  2. ^ Stefano Masi "Nel Buio della Moviola" edito dall'Accademia dell'immagine, L'Aquila
  3. ^ Garzantina.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica