Apri il menu principale

DescrizioneModifica

Presenta un corpo abbastanza allungato e compresso ai lati; non è particolarmente compresso sull'addome. La lunghezza massima registrata è di 28 cm anche se di solito non supera i 20[2].

Il colore prevalente è il grigio pallido, bianco sul ventre, anche se sui fianchi sono presenti due coppie di striature di colori diversi. La prima coppia, più evidente, è formata da due strisce gialle che terminano sul peduncolo caudale, una partendo dall'occhio e passando per il dorso e l'altra da dietro le pinne pettorali[3]. La seconda coppia si trova invece sul dorso, tra le due pinne dorsali, ed è marrone. Le pinne sono bianche con striature scure, la pinna caudale è biforcuta.

Somiglia a diverse altre specie come U. suahelicus, dalle pinne più corte e basse, U. supravittatus, U. indicus, U. mascareinsis e U. davidaromi[3].

BiologiaModifica

ComportamentoModifica

Può formare banchi[2].

AlimentazioneModifica

È una specie carnivora che si nutre sia di pesci più piccoli (Leiognathus)[4] che di invertebrati marini, come crostacei (gamberi e granchi), molluschi bivalvi, echinodermi e vermi anellidi[5].

PredatoriModifica

È spesso preda di Trichiurus lepturus[2].

ParassitiModifica

Può presentare il copepode parassita Irodes sauridi[1].

Distribuzione e habitatModifica

È una specie eurialina comune sia nelle barriere coralline che nelle zone di acqua salmastra lungo le coste dell'Indo-Pacifico. È diffusa in Micronesia, Giappone, Hawaii, Mar Rosso, Nuova Caledonia, Sud Africa, Isole della Società[2], Mozambico, Gibuti, Tanzania, Somalia, Seychelles, Madagascar e Kenya[1]. Nuota fino a 100 m di profondità in zone con fondali fangosi, anche se è più comune nelle acque costiere[2].

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Upeneus vittatus, WoRMS (World Register of Marine Species).
  2. ^ a b c d e (EN) Upeneus vittatus, su FishBase. URL consultato il 10 maggio 2014.
  3. ^ a b Uiblein, F.; Heemstra, P.C, p. 57.
  4. ^ Prede, su FishBase. URL consultato il 10 maggio 2014.
  5. ^ Alimentazione, su FishBase. URL consultato il 10 maggio 2014.

BibliografiaModifica

  • Uiblein, F.; Heemstra, P.C, A taxonomic review of the Western Indian Ocean goatfishes of the genus Upeneus (Family Mullidae), with descriptions of four new species (Smithiana), vol. 11, pp. 35-71.

Altri progettiModifica