Urbano Barberini Colonna di Sciarra, VI principe di Carbognano

Urbano Barberini Colonna di Sciarra, VI principe di Carbognano (Roma, 16 giugno 1733Napoli, 8 febbraio 1796), è stato un nobile italiano.

Urbano Barberini Colonna di Sciarra, VI principe di Carbognano
Principe di Carbognano
Stemma
Stemma
In carica1787 –
1796
PredecessoreGiulio Cesare Colonna di Sciarra, V principe di Carbognano
SuccessoreMaffeo Barberini Colonna di Sciarra, VII principe di Carbognano
TrattamentoSua Grazia
NascitaRoma, 16 giugno 1733
MorteNapoli, 8 febbraio 1796
DinastiaBarberini Colonna di Sciarra
PadreGiulio Cesare Colonna di Sciarra, V principe di Carbognano
MadreCornelia Costanza Barberini, IV principessa di Palestrina
ConsorteMaria Monica Carafa d'Andria
ReligioneCattolicesimo

BiografiaModifica

Nato a Roma il 16 giugno 1733, Urbano era figlio di Giulio Cesare Colonna di Sciarra, V principe di Carbognano e di sua moglie, Cornelia Costanza Barberini, IV principessa di Palestrina. Sua madre era figlia di Urbano Barberini, III principe di Palestrina (da cui egli prese il nome) ed era discendente di papa Urbano VIII.[1]

Il matrimonio dei suoi genitori fece confluire il feudo di Palestrina entro il patrimonio della famiglia Colonna (i quali l'avevano venduto nel 1630 a Taddeo Barberini, nipote di papa Urbano VIII) e pertanto, per avere diritto alla successione, Urbano aggiunse al proprio cognome di Colonna di Sciarra anche quello dei Barberini.[1] Inizialmente i feudi ( e il cognome ) dei Barberini sarebbero spettati solo al fratello di Urbano (Carlo,che continuò i Principi di Palestrina) ma egli contesto' la decisione e si giunse alla divisione dell'eredità Barberini perché più ricca di quella paterna dei Colonna di Sciarra . Parallelamente intanto si era creata una linea illegittima dei Barberini (originatasi da un figlio naturale di Urbano Barberini, III principe di Palestrina, nonno dell'Urbano in oggetto) con la quale lo stesso principe di Carbognano ebbe numerose contese patrimoniali che termineranno però solo con suo figlio all'inizio dell'Ottocento.

Dopo la morte di suo padre nel 1787, decise di trasferirsi al seguito della moglie a Napoli dove dal 4 settembre 1793 risultò iscritto al Real Monte Manso, una delle principali istituzioni caritatevoli della città.[senza fonte]

Morì a Napoli l'8 febbraio 1796.

Matrimonio e figliModifica

Il 10 luglio 1770, Urbano sposò Maria Monica Carafa, figlia di Ettore, XI duca d'Andria e di sua moglie, Francesca Guevara dei duchi di Bovino. La coppia ebbe i seguenti figli:

  • Maffeo (1771 - 1849), sposò in prime nozze Eleonora Serra dei duchi di Cassano, in seconde nozze si risposò con la contessa Marie Julie Roussel von Rogenberg, ed in terze nozze si sposò con Carolina D'Andrea dei marchesi di Pescopagano.[2];
  • Vittoria (1772 - 1850), nubile[senza fonte];
  • Ettore (1778 - 1862), celibe[2];
  • Prospero (1780 - 1865), principe di Roviano, sposò Maria Anna Pignatelli Aragona Cortés[2].

Albero genealogicoModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Egidio Colonna di Sciarra, III principe di Carbognano Giulio Cesare Colonna di Sciarra, II principe di Carbognano  
 
Isabella Farnese  
Francesco Colonna di Sciarra, IV principe di Carbognano  
Anna Vittoria Altieri Antonio Altieri  
 
Lucrezia Ricci  
Giulio Cesare Colonna di Sciarra, V principe di Carbognano  
Francesco Maria Salviati, II duca di Giuliano Jacopo Salviati, I duca di Giuliano  
 
Veronica Cybo Malaspina  
Vittoria Salviati  
Caterina Sforza di Proceno Paolo Sforza, marchese di Proceno  
 
Olimpia Cesi  
Urbano Barberini Colonna di Sciarra, VI principe di Carbognano  
Maffeo Barberini, II principe di Palestrina Taddeo Barberini, I principe di Palestrina  
 
Anna Colonna  
Urbano Barberini, III principe di Palestrina  
Olimpia Giustiniani Andrea Giustiniani, I principe di Bassano  
 
Anna Maria Flaminia Pamphili  
Cornelia Costanza Barberini, IV principessa di Palestrina  
Gregorio Boncompagni, II duca di Sora, II co-principe di Piombino Giacomo Boncompagni, I duca di Sora  
 
Costanza Sforza di Santa Fiora  
Maria Teresa Boncompagni  
Ippolita Ludovisi, II co-principessa di Piombino Niccolò I Ludovisi, I principe di Piombino  
 
Costanza Pamphili  
 

NoteModifica