Utente:Camelia.boban/Fritz Bauer Institut

Istituto Fritz Bauer per la storia e gli effetti dell'Olocausto
Fritz Bauer Institut
Ubicazione
StatoGermania Germania
LocalitàFrancoforte sul Meno
Caratteristiche
Tipomemoria
Sito web

L' Istituto Fritz Bauer per la storia e gli effetti dell'Olocausto a Francoforte sul Meno è un'istituzione educativa e di ricerca storica e interdisciplinare indipendente e contemporanea che esamina e documenta la storia dei crimini di massa - in particolare l'Olocausto - e il loro impatto fino ad oggi. Il Fritz Bauer Institut è un istituto affiliato dell'Università Johann Wolfgang Goethe di Francoforte sul Meno dal 2000. Nel 2017, presso il Seminario storico della Goethe University, è stata creata la cattedra per la storia e l'impatto dell'Olocausto, cattedra legata alla direzione del Fritz Bauer Institut.

FunzionalitàModifica

L'istituto conduce ricerche interdisciplinari sulla storia e l'impatto dei crimini di massa nazionalsocialisti, soprattutto l' Olocausto, e comunica i risultati a un vasto pubblico, rappresentando un'interfaccia tra la formazione della teoria scientifica e la pratica culturale. Svolge progetti di ricerca e organizza mostre, convegni specialistici ed educativi, scolastici ed extracurriculari e altri eventi pubblici. L'Istituto pubblica regolarmente ricerche scientifiche in diverse collane e una volta all'anno fa uscire in stampa il bollettino Insight contenente articoli con vari focus tematici e una sezione di revisione dettagliata. L'Istituto Fritz Bauer offre regolarmente corsi presso il Dipartimento di Storia dell'Università Goethe di Francoforte sul Meno.

StoriaModifica

Il Fritz Bauer Institut è stato fondato il 1° gennaio 1995 - 50 anni dopo la liberazione dei campi di concentramento e sterminio nazionalsocialisti - dallo stato federato dell'Assia, dalla città di Francoforte sul Meno e dal Fritz-Bauer-Institut e. V. come fondazione di diritto civile.

L'istituto porta il nome dell'ex procuratore generale dell'Assia Fritz Bauer, l'ebreo emigrato, riformatore giudiziario democratico e iniziatore dei processi di Francoforte Auschwitz . Fritz Bauer ha interpretato i processi nazisti come un'autoilluminazione da parte della società tedesca sui percorsi del diritto. Attraverso l'elaborazione legale dei crimini nazisti, ha voluto "esprimere un giudizio su noi stessi e sui fattori pericolosi della nostra storia". L'istituto è impegnato nella conservazione del patrimonio intellettuale e politico di Fritz Bauer.

Sotto l'impressione della sua visita al memoriale di Yad Vashem a Gerusalemme nel 1989, l'allora sindaco di Francoforte, Volker Hauff, aveva avviato una discussione per la realizzazione di un centro dell'Olocausto nella "terra degli autori". Nel 1992, il concetto del Fritz Bauer Institut è stato presentato da Hanno Loewy insieme al rapporto finale del gruppo di pianificazione "Frankfurt Learning and Documentation Center of the Holocaust", istituito per conto dell'Assessorato alla cultura e al tempo libero della città di Francoforte sul Meno. Dopo diversi anni di lavoro preparatorio da parte dell'ufficio del Fritz Bauer Institut della città di Francoforte sul Meno, nel gennaio 1995 è stata fondata la Fritz Bauer Institut Foundation.

Hanno Loewy (fino a settembre 2000) è stato nominato direttore fondatore del Fritz Bauer Institut. Gli sono successi i registi Micha Brumlik (2000-2005), Dietfrid Krause-Vilmar (regista, 2005-2007), Raphael Gross (2007-2015) e Werner Konitzer (regista, 2015-2017). Nel 2017 Sybille Steinbacher ha assunto la direzione del Fritz Bauer Institut e, allo stesso tempo, detiene la cattedra di ricerca sulla storia e gli effetti dell'Olocausto di nuova creazione presso il Seminario storico della Goethe University di Francoforte.

La storia della fondazione dell'istituto è stata scritta in occasione del suo 25° compleanno. Presentato in una conferenza , ha ricevuto ampia attenzione dai media.

StrutturaModifica

L'istituto è sostenuto dal Fritz Bauer Institut e. V., che conta quasi 1.000 membri (ad agosto 2019) in Germania e all'estero. Il lavoro dell'istituto è supportato e consigliato dal suo comitato consultivo scientifico interdisciplinare.

Il Fritz Bauer Institut è associato all'Università Goethe di Francoforte sul Meno dall'autunno del 2000 e ha sede nell'edificio IG Farben nel campus di Westend. La collaborazione con l'università è stata ulteriormente intensificata nel 2017, quando è stata istituita la cattedra per la storia e gli effetti dell'Olocausto al seminario storico dell'università, il primo sull'argomento nella Repubblica federale di Germania. La cattedra è legata alla direzione del Fritz Bauer Institut.

L'archivio del Fritz Bauer Institut conserva i documenti prodotti nell'ambito del lavoro dell'Istituto dal 1995, raccoglie materiale scritto di istituzioni statali e private sui principali temi e aree di ricerca dell'istituto e raccoglie lasciti e lasciti di importanti personalità. Integra continuamente queste scorte con acquisizioni e acquisizioni nei settori dell'immagine, del cinema, del suono, delle pubblicazioni dipendenti e della stampa prima e dopo il 1945. Il patrimonio – attualmente circa 300 metri lineari, che sono suddivisi nei dipartimenti «Archivio della casa», «Collezioni», «Prestito», «Selezione», «Carte stampate e Letteratura grigia» divisi - sono continuamente sviluppati e resi accessibili al pubblico interessato. L'archivio dell'Istituto Fritz Bauer fornisce informazioni su indagini storiche e offre supporto per quanto riguarda il materiale d'archivio di altri archivi pubblici.

Il Fritz Bauer Institut mantiene una propria biblioteca, che contiene circa 13.000 libri e altri media sulla storia e gli effetti dell'Olocausto. È una biblioteca di riferimento che può essere utilizzata nel campus Westend della Goethe University di Francoforte.

L'Università di Goethe e il Fritz Bauer Institut pubblicizzano dal 2001 una cattedra ospite per la ricerca interdisciplinare sull'Olocausto. Scienziati che si occupano della storia e dell'impatto dell'Olocausto conducono ricerche presso l'istituto per un semestre ciascuno e insegnano al Seminario storico della Goethe University. Dal semestre invernale 2015/2016, la cattedra ospite è stata finanziata da Michael Hauck e Oliver Puhl e dal 2019 è stata denominata "Michael Hauck Guest Professorship".

Il lavoro dell'istituto gode di un'attenzione internazionale. Dal 17 novembre 2000 è stato ufficialmente riconosciuto come istituzione educativa e opera come istituto culturale indipendente con numerosi istituti di ricerca scientifica, siti commemorativi e musei in tutto il mondo. Dal 1995 l'Istituto Fritz Bauer è membro del gruppo di lavoro degli istituti culturali indipendenti.

PremiModifica

  • 2013: Premio Ignatz Bubis per la comprensione della città di Francoforte sul Meno.
  • 2013: Medaglia Buber-Rosenzweig (insieme a Mirjam Pressler)
  • 2018: Premio Georg-August-Zinn dell'SPD Hessen per la promozione dello stato di diritto, della democrazia e della coesione sociale (insieme al procuratore generale a. D. Gerhard Wiese)

NoteModifica


Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica