«Dedico tutto quello che faccio nella mia vita ad una persona che non c'è più e che solo ora ho capito quanto era importante per me: Mio Padre»



   
   



met Chessa pèrsònë pàrlë metapòndìn com lèngua matèrnë
nap-2 St'utente tene nu livello 'e miezo 'e napulitano.
cal-2 Chista pèrsùna poti parràri calabbrisi a nu liviellu menzanu
scn-1 St'utenti pò cuntribbuìri cu nu liveddu nicu 'n sicilianu.
en-2 This user has intermediate knowledge of English.
fr-2 Cet utilisateur dispose de connaissances intermédiaires en français.
Flag of Basilicata.svg Questo utente è lucano
Coat of arms of the Kingdom of the Two Sicilies.svg Questo utente non si sente di appartenere ad una patria che ha messo a ferro e fuoco l'Italia meridionale e le isole, squartando, fucilando, seppellendo vivi i contadini poveri
Deer Park Globe.png Questo utente usa Mozilla Firefox
Hakenkreuz im Verbotsschild.svg Questo utente odia la politica
Briganti 1862 from Bisaccia.jpg Non parlare di dolore finchè non vedi le lacrime dei guerrieri!
Carmine Crocco (rounded).jpg Questo utente ha una forte ammirazione e considera un eroe del Meridione, Il brigante Crocco
Koenigreich beider Sizilien.jpg Questo utente farebbe qualsiasi cosa per creare un nuovo Stato democratico delle Due Sicilie
Animation binaire eclipses 1.gif Questo utente crede negli U.F.O.

Oggi è il 25 gennaio 2020 e sono le 16:25

Crystal Clear app date D25.png Questo utente è un wikipediano da 15 anni e 1 mese.

BRIGANTE LUCANO (detto anche Il Conte)Modifica

«Io sono nato sulle argille brulle del materano, dove il vento soffia libero e non c'è nulla che ferma la luce del sole. Io sono nato dove non ci sono costrizioni, tranne quella aspra e crudele della natura! (Valerio, cioè IO)»

Valerio è laureato in Sociologia, ha superato i 30 anni ma è molto lontano dai 40, appassionato, no anzi innamorato, della sua regione.

Appassionato di storia nel senso scientifico del termine (non quella dei vincitori) ed ha come mito Max Weber e con rammarico pensa che se tutti gli storici lo avessere seguito ora non bisognerebbe aspettare l'apertura degli archivi segreti per sapere le verità storiche!

Ma è anche appassionato di tutte le ricerche sociali passate, presenti e future,; infatti quando esce per strada tutto ciò che vede e nota per lui diventa una ricerca sociale.

Infine è innamorato della cultura in qualsiasi forma si manifesti.

E' nato in una gelida serata di dicembre in un paese di montagna chiamato Tricarico e dopo averci vissuto 6 anni si è spostato nel Metapontino dove attualmente vive. Lucano da generazioni poiché i suoi trisavoli erano di Montemurro i quali erano lì dai tempi della Magna Grecia.

I suoi amici lo chiamano il Conte poichè è un nobile d'animo! Ma è anche un grandissimo sognatore, spesso vive in due vite parallele una reale e una che si inventa lui, soprattutto la notte prima di addormentarsi, ma certe volte avviene (cosa preoccupante!!) anche in pieno giorno e in piena attività.

Parla il Dialetto lucano e precisamente il Dialetto materano e ancora più precisamente il Dialetto Metapontino.

Conosce molto bene la lingua napoletana e abbastanza bene il dialetto calabrese , mentre sta studiando la lingua siciliana.

Ha scoperto la passione per Wikipedia nel lontano 25/12/2004 alle ore 21:20 e poi, quando si è reso conto che era un anonimo, si è registrato il 06/08/2006 alle ore 13 , 28 minuti e 49 secondi. Da allora è diventato quello che è ora!


RiconoscimentiModifica

I miei colleghi lucani hanno preso questa decisione, cosa ne pensi?? Vota se sei d'accordo oppure no!!


  • SI, SONO D'ACCORDO
  1.  :) ---=( ZeusLnX )=- [Contattami] 11:20, 16 gen 2009 (CET)
  2. Brigante lucano aka Il conte 11:34, 16 gen 2009 (CET)
  3. MoDs92 --MoDs92 21:12 19 gen 2009
  4. Openyourm
  5. Matheola (msg)
  6. claro que si! Montemurro (msg)
  • NO, NON SONO D'ACCORDO


  • NON SO

Storico delle mie firmeModifica

GiornalismoModifica

Ha anche la passione per il giornalismo e spesso scrive articoli QUI

Cosa gli piaceModifica

«La libertà non è avere le ali, basta avere due ruote, un fanale cromato ed una qualsiasi strada (Valerio, cioè IO)»


E' amante della libertà che per lui si concretizza solo andando in moto (la sua moto) senza casco e con la musica di Vasco nelle orecchie. Ma gli piace tanto stare in compagnia e soprattutto gli piace ridere e scherzare in ogni momento della vita. Appassionato di cinema per quasi tutti i generi, ma ci va solo se è in una buona compagnia. Ama la montagna più del mare, ama la natura e gli animali.


Cosa odiaModifica

«Lo stato italiano è stato una dittatura feroce che ha messo a ferro e fuoco l'Italia meridionale e le isole, squartando, fucilando, seppellendo vivi i contadini poveri che scrittori salariati tentarono d'infamare col marchio di briganti Antonio Gramsci in L'Ordine Nuovo, 1920»

.

«Io vorrei fare, io farò forse un giorno una carta del brigantaggio e una dell'emigrazione e l'una e l’altra si completeranno e si potrà vedere quali siano le cause di entrambi.»

(Francesco Saverio Nitti, Eroi e briganti, 1899)
 
Emigrazione: regalo ai meridionali dello stato italiano

«E intorno a noi il timore e la complicità di un popolo. Quel popolo che disprezzato da regi funzionari ed infidi piemontesi sentiva forte sulla pelle che a noi era negato ogni diritto, anche la dignità di uomini. E chi poteva vendicarli se non noi, accomunati dallo stesso destino? Cafoni anche noi, non più disposti a chinare il capo. Calpestati, come l'erba dagli zoccoli dei cavalli, calpestati ci vendicammo. Molti, molti si illusero di poterci usare per le rivoluzioni. Le loro rivoluzioni. Ma libertà non è cambiare padrone. Non è parola vana ed astratta. È dire senza timore, È MIO, e sentire forte il possesso di qualcosa, a cominciare dall'anima. È vivere di ciò che si ama. Vento forte ed impetuoso, in ogni generazione rinasce. Così è stato, e così sempre sarà...Carmine Crocco»

  • Le ingiustizie da qualunque posto vengano!
  • La superbia e la falsità!
  • Che qualcuno o qualcosa blocchi quello che fa in quel momento.

Dove viveModifica

««Che nome ha la terra in cui siete nato?». - Mi domandò una vecchia signora che, nei suoi giovani anni, era stata nel Mezzogiorno d'Italia-.

«Sono di Napoli», - risposi-.

«Proprio di Napoli?».

«No, di una terra ancora più meridionale, della Basilicata».

- Mi accorsi che il nome riusciva nuovo e volli precisare -.

«È una terra», -io dissi- , «molto grande, grande la terza parte del Belgio, grande più del Montenegro: non ha città fiorenti, né industrie. La campagna è triste e gli abitanti sono poveri. È bagnata da due mari e l'uno e l'altro hanno costiere assai malinconiche; dintorno ha le Puglie, i Principati e le Calabrie».

- I nomi di queste terre dovettero produrre una certa impressione poiché la mia interlocutrice non mi fece quasi finire -.

«Il vostro», -mi disse-, «se è tra la Calabria e le Puglie, deve essere il paese dei briganti»»

(Francesco Saverio Nitti, Eroi e Briganti , 1899)


In una regione che ama: La LUCANIA al centro del MERIDIONE e al centro di uno storico REGNO che un tempo splendeva!!

Galleria immaginiModifica

Sport che praticaModifica


E' presente con il nome utente "Il conte" sui progetti elencati di seguitoModifica

  • ca.wikipedia.org
  • commons.wikimedia.org
  • en.wikipedia.org
  • es.wikipedia.org
  • fr.wikipedia.org
  • it.wikipedia.org
  • it.wikinews.org
  • nap.wikipedia.org

Citazione e monito finaleModifica

«L'Italia sarà ciò che il Mezzogiorno sarà (Giuseppe Mazzini)»