Utente:Pebbles/Sandbox

The Brothers Ashkenazi (1936) is a novel by Israel Joshua Singer. Written in Yiddish, it first appeared serially in the Jewish daily Forward between 1934 and 1935, after Singer had left Poland and moved to New York. It was published in book form in Poland in 1936, the same year in which Knopf published an English translation by Maurice Samuel. It was at the top of The New York Times Best Seller list along with Margaret Mitchell's Gone With the Wind.[1] In 1980 a new translation was published by the author's son, Joseph Singer. Plot

Most of the novel takes place in the Polish city of Łódź, mostly among the large Jewish community that lived there before World War II. It follows the changes from the 19th century through the insurrection of 1905 and ends just after World War I. The main character is Max Ashkenazi, who moves away from his Hasidic Jewish upbringing and becomes a successful industrialist. In the process he destroys all his personal relationships. The upheaval of World War I, the Russian Revolution, and the creation of the Second Polish Republic ruin him financially. Max is consumed by a desire to be more successful than his fraternal twin Jacob. In the last years of his life, Max realizes he was always driven by greed and does his best to restore the family relationships he lost.

This is a historical novel about Jews in Poland, the Industrial Revolution, and the beginnings of Communism. Moreover, it is a story about a man doing what he does best and chasing false idols, ideologies, and glory; Max longs to be called the King of Lodz.

I fratelli Ashkenazi è un romanzo di Israel Joshua Singer. Scritto in Yiddish, è uscito a puntate nel giornale ebraico "Forward" tra il 1934 e il 1935, dopo che Singer si era trasferito a New York dalla Polonia. E' poi stato pubblicato in volume nel 1936 in Polonia, e in traduzione inglese presso Knopf (traduzione di Maurice Samuel). E' stato in cima alla lista dei bestseller del New York Times, insieme a Via col vento di Margaret Mitchell. Il figlio dell'autore, Joseph Singer, ha pubblicato una nuiva traduzione inglese nel 1980.

Trama

La maggior parte del romanzo si svolge nella città polacca di Lodz, soprattutto nella grande comunità ebraica che vi risiedeva prma della seconda guerra mondiale. Viene seguita l'evoluzione della città dal secolo XIX fino alla prima guerra mondiale e all'immediato dopoguerra. Il titolo si riferisce a due gemelli, figli di un ricco ebreo osservante. Nel doppio nome imposto a ciascuno di essi sembra già contenuta la storia futura dei fratelli, molto diversi sia nei tratti fisici sia nelle capacità e negli interessi. Il personaggio principale è 8...), che poi si farà chiamare Max per sottolineare la progressiva distanza dalla formazione ebraica rigorosamente chassidica: egli diventa un industriale di successo, distruggendo via via tutte le sue relazioni personali. Lo scoppio della prima guerra mondiale, la rivoluzione russa, la creazione di una seconda repubblica polacca lo mandano finanziariamente in rovina. Max è divorato dal desiderio di aver più successo del fratello Jacob, favorito dalla fortuna e aiutato dal fascino che esercita sulle donne. Negli ultimi anni di vita Max si rende conto di essere sempre stato dominato dall'avidità e fa del suo meglio per ricostruire la famiglia che ha perduto . È un romanzo storico sugli ebrei in Polonia, la rivoluzione industriale, e l'inizio del comunismo.