Utente:PurpleDrunkSalami/Sandbox

Alberto Mancini
Nazionalità Italia Italia
Altezza 172 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Squadra Fantacalcio Bar Roney Cecina
Carriera
Carriera da allenatore
2018-2019600px rosso scuro con fascette bianca e verde.svg Rubin Kebab
2019-2020600px horizontal Yellow HEX-FFD700 on Blue HEX-00008B.svg Coca Juniors
2020-2021600px Rosso e Nero.svg Mancio's Old Boys
2021-2022600px bisection vertical Black HEX-F7C602.svg KEK
2022-600px Black frame and Orange HEX-FF8040.svg Supersantos
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Russia 2018
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 aprile 2022

Alberto Mancini (Cecina, 1º marzo 1996) è un fantallenatore di calcio italiano, tecnico del Supersantos. Appartiene alla Fantalega del Bar Roney di Cecina, nella quale si è laureato vicecampione del mondo nel 2018 e ha vinto la UEFA Champions League 2021-2022.

Caratteristiche tecnicheModifica

Predilige l'impiego di quattro difensori, in modo da riuscire a ottenere punteggio extra attraverso il modificatore difesa. Scrupoloso nel compiere le scelte di mercato in sede di asta, è solito acquistare centrocampisti prolifici a sostegno di almeno due attaccanti di alto livello.

CarrieraModifica

Fantamondiale 2018Modifica

Esordisce nel mondo del Fantacalcio nel 2018, a 22 anni, su invito del suo amico e collega Thomas Battiata. In occasione del Campionato mondiale di calcio 2018, allestisce una squadra composta per buona parte da giocatori della Croazia, autentica rivelazione del torneo russo, tra i quali spiccano Mario Mandžukić, Ivan Rakitić e Ivan Perišić. Dopo aver superato la prima fase qualificandosi al terzo posto nel suo girone, inanella una serie di vittorie che gli consentono di giungere alla finalissima, nella quale verrà battuto da Diego Bientinesi con il punteggio di 3-1. Il secondo posto frutta al tecnico cecinese un premio di 35 euro.

Serie A 2018-2019Modifica

Dopo il soddisfacente esordio al Fantamondiale, Mancini partecipa alla successiva edizione della Serie A, alla guida del Rubin Kebab. Durante il mercato, acquista l'attaccante della Roma Edin Džeko e il promettente attaccante interista Lautaro Martínez. La stagione, tuttavia, si rivela fallimentare, complice lo scarso rendimento dei due attaccanti (i quali realizzano, complessivamente, solo 13 reti), nonché di tutta la compagine giallorossa nel campionato reale. Eliminato nella fase a gironi della Champions League, Mancini chiude la stagione al decimo e ultimo posto con 39 punti, retrocedendo in Serie B.

Serie A 2019-2020Modifica

Di tutt'altro livello si rivela l'annata seguente, nella quale Mancini si pone alla guida del Coca Juniors. Confermato Hans Hateboer all'interno della rosa, il coach labronico si aggiudica il trio d'attacco dell'Atalanta composto da Josip Iličić, Luis Muriel e Duván Zapata. Benché sconfitto alla prima giornata, Mancini vince poi 5 turni consecutivi portandosi in vetta alla classifica a fine ottobre 2019. Un successivo filotto di cinque sconfitte, fa precipitare Mancini in quinta posizione, ma l'allenatore riesce a riprendersi e a mantenersi stabilmente al terzo posto fino al termine del campionato, chiuso a 60 punti (record attuale per Mancini). Durante questa annata, funestata dalla pandemia di COVID-19, Mancini può contare su 53 gol complessivi del trio d'attacco orobico, gol che gli valgono un'agile vittoria del girone di Champions League e il raggiungimento delle semifinali, nelle quali rifila ben 7 reti a Diego Bientinesi tra andata e ritorno. Perde tuttavia, ai tiri di rigore, la finalissima contro Alberto Vaccaro.

Serie A 2020-2021Modifica

Alla guida del Mancio's Old Boys, l'allenatore cecinese conferma Thomas Strakosha e Nikola Milenković e acquista i due fuoriclasse italiani Ciro Immobile e Domenico Berardi. A partire da questa stagione, decide inoltre di puntare anche su centrocampisti che possano fruttare bonus, ragion per cui vengono ingaggiati il romanista Jordan Veretout e il bolognese Roberto Soriano. La stagione si rivela molto agguerrita per tutti i partecipanti, con Mancini in lotta per il terzo posto fino al termine. Sconfitto all'ultimo turno, Chiude al quinto posto, a 53 punti. Perde nuovamente la finale di Champions League contro Lorenzo Cappagli e Sean Pochini.

Fantaeuropeo 2020Modifica

Per il campionato europeo di calcio 2020, posticipato di un anno a causa della pandemia, Mancini compie una delle operazioni di mercato più onerose nella storia della Fantalega del Bar Roney di Cecina: viene acquistato per 292 milioni di euro l'asso francese Kylian Mbappé, affiancato dall'attaccante inglese Raheem Sterling. L'esperienza europea si rivela, tuttavia, disastrosa: Mancini viene eliminato nella fase a gironi, nella quale totalizza solo 2 punti, frutto di 2 pareggi e 3 sconfitte.

Serie A 2021-2022Modifica

Postosi alla guida del KEK, Mancini conferma Veretout e acquista Sergej Milinković-Savić per 73 milioni. Per l'attacco, vengono spesi 163 milioni per Tammy Abraham, 45 per Giacomo Raspadori, 15 per Gianluca Caprari e 11 per Mattia Destro. Mancini chiude il girone d'andata al sesto posto. Durante il mercato invernale, scambia Tammy Abraham con Domenico Berardi, allora in forza presso il Galbiateam di Federico Macelloni, ritrovando il bomber calabrese dopo un anno. Dopo aver superato il girone di Champions League, raggiunge la finale per il terzo anno consecutivo, nella quale il 25 aprile 2022 sconfigge Diego Bientinesi per 3-2 e festeggia il primo titolo fantacalcistico in assoluto. Conclude la stagione all'ottavo posto in campionato con 49 punti, stabilendo il record negativo personale di reti subite (60 gol in 36 partite).

Statistiche da allenatoreModifica

Serie A e Champions LeagueModifica

Statistiche aggiornate al 9 settembre 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2018-2019   Rubin Kebab A 36 11 6 19 - - - - - UCL 4 0 1 3 - - - - - 40 11 7 22 27,50 10º (retr.)
2019-2020   Coca Juniors A 38 18 6 14 - - - - - UCL 7 6 0 1 - - - - - 45 24 6 15 53,33
2020-2021   Mancio's Old Boys A 38 14 11 13 - - - - - UCL 7 4 0 3 - - - - - 45 18 11 16 40,00
2021-2022   KEK A 36 15 4 17 - - - - - UCL 7 6 0 1 - - - - - 43 21 4 18 48,84
2022-2023   Supersantos A 3 2 0 1 - - - - - UCL 0 0 0 0 - - - - - 3 2 0 1 66,67 in corso
Totale carriera 151 60 27 64 - - - - 25 16 1 8 - - - - 176 76 28 72 43,18

PalmarèsModifica

Competizioni internazionaliModifica

KEK: 2021-2022

Altri piazzamentiModifica

Competizioni nazionaliModifica

Terzo posto: Coca Juniors: 2019-2020

Competizioni internazionaliModifica

Secondo posto:

Coca Juniors: 2019-2020

Mancio's Old Boys: 2020-2021

NazionaleModifica

Secondo posto: Russia 2018

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio