Vagit Jusufovič Alekperov

imprenditore russo

Vagit Jusufovič Alekperov (in russo: Вагит Юсуфович Алекперов?, in azero: Vahid Yusuf oğlu Ələkbərov; Baku, 1º settembre 1950) è un imprenditore russo, presidente della più grande azienda petrolifera russa e seconda al mondo per riserve petrolifere: la LUKoil.

Vagit Jusufovič Alekperov

Nel 2021, secondo la rivista d'affari americana Forbes, Vagit Alekperov ha un patrimonio stimato di 24,9 miliardi di dollari che lo classifica come la 66a persona più ricca del mondo[1] e la 4a persona più ricca della Russia.[2]

BiografiaModifica

Alekperov è nato a Baku, in Azerbaigian SSR, uno dei primi centri dell'industria petrolifera internazionale. Suo padre, che morì quando Vagit era un ragazzo, lavorò nei campi petroliferi per tutta la vita e ispirò Alekperov a seguire le sue orme. Il padre di Alekperov era un musulmano azero e sua madre, ortodossa russa. Alekperov è religioso, ma non si definisce né musulmano né ortodosso. Aveva diciotto anni quando ottenne il suo primo lavoro nel settore. Prese la laurea al Azerbaijan Oil and Chemistry Institute nel 1974 e nel corso della sua vita occupò diverse cariche politiche in seno all'Unione Sovietica, principalmente nel ministero per l'energia e i carburanti.

Alekperov si trasferì nella Siberia occidentale nel 1979 e lavorò alla Surgutneftegaz tra il 1979 e il 1985, guadagnandosi la reputazione di esperto del settore. Stava ascendendo posizioni e nel 1985 divenne primo vice direttore generale della società di produzione Bashneft. Nel 1987, è diventato direttore generale della nuova società di produzione Kogalymneftegaz.[3]

Nel 1990, Alekperov fu nominato vice ministro dell'industria del petrolio e del gas dell'Unione Sovietica e divenne il vice ministro il più giovane dell'energia nella storia dell’Unione Sovietica. A quel tempo, Alekperov promosse la creazione di compagnie energetiche statali verticalmente integrate, che avrebbero riunito la vasta gamma di organizzazioni del settore energetico che, all'epoca, facevano capo a diverse istituzioni burocratiche sovietiche.[4]

Come vice ministro dell'industria petrolifera e del gas dell'Unione Sovietica, Alekperov fu impegnato nella formazione della prima compagnia energetica statale verticalmente integrata, Langepas-Uray-Kogalymneft, che fu fondata alla fine del 1991 come filiale del Ministero dei combustibili e dell'energia. Nell'aprile 1993, Langepas-Uray-Kogalymneft divenne LUKoil Oil Company, con Alekperov come presidente.

Vita privataModifica

Alekperov è sposato con Larisa Victorovna Alekperova e ha un figlio Yusuf nato nel 1990.[5]

FilantropiaModifica

Nel 2007 Vagit Alekperov ha fondato la Fondazione "Il nostro futuro" per promuovere l'imprenditoria sociale in Russia.[6]

Nella pandemia di coronavirus del 2020, Lukoil ha donato più di RUB 652 milioni in 22 regioni russe e quasi 900 000 dollari nei suoi paesi operativi all'estero. Vagit Alekperov ha anche donato 50 milioni di rubli di finanze personali per combattere il coronavirus nella Repubblica di Komi.[7][8]

OnorificenzeModifica

Onorificenze sovieticheModifica

  Ordine del Distintivo d'Onore
— 1986
  Medaglia per la prospezione mineraria e l'espansione del complesso petrolchimico della Siberia occidentale

Onorificenze russeModifica

  Ordine dell'Amicizia
— 1995
  Ordine al merito per la Patria di IV Classe
— 2005
  Ordine al merito per la Patria di III Classe
«Per il contributo di rilievo allo sviluppo del petrolio e del gas e per i molti anni di duro lavoro»
— 2010
  Medaglia per servizi al Territorio di Stavropol

Onorificenze straniereModifica

  Ordine della Gloria (Azerbaigian)
«Per i servizi allo sviluppo delle relazioni economiche tra l'Azerbaigian e la Federazione Russa»
— 2000
  Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Cavaliere di Madara (Bulgaria)
— 2006

NoteModifica

  1. ^ (EN) Miliardari, su www.forbes.com. URL consultato il 26 aprile 2021.
  2. ^ (RU) Алекперов Вагит Юсуфович, su Forbes.ru, 15 aprile 2011. URL consultato il 26 aprile 2021.
  3. ^ Presidente della compagnia petrolifera Lukoil Vagit Alekperov. Vagit Yusufovich Alekperov. Riferimento biografico. Primi anni di vita Vagit Alekperava, su sar-gallery.ru. URL consultato il 26 aprile 2021.
  4. ^ Presidente della compagnia petrolifera Lukoil Vagit Alekperov. Vagit Yusufovich Alekperov. Riferimento biografico. Primi anni di vita Vagit Alekperava, su sar-gallery.ru. URL consultato il 27 aprile 2021.
  5. ^ (RU) Вагит Юсуфович Алекперов. Биографическая справка, su РИА Новости, 20090312T1207. URL consultato il 18 giugno 2021.
  6. ^ (EN) Rachel Nielsen, Alekperov's Social Enterprise Invests $4.8M Over 5 Years, su The Moscow Times, 28 novembre 2012. URL consultato il 18 giugno 2021.
  7. ^ (EN) Lukoil delivered new consignment of medical equipment to Usinsk hospital, su neftegazru.com. URL consultato il 18 giugno 2021.
  8. ^ (EN) Vagit Alekperov donates RUB 50 million of personal finances to fight coronavirus in the Republic of Komi, su neftegazru.com. URL consultato il 18 giugno 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN58360806 · ISNI (EN0000 0000 3391 4037 · LCCN (ENn97027425 · GND (DE1020854804 · WorldCat Identities (ENlccn-n97027425