Val Brembilla (comune)

comune italiano

Val Brembilla (Àl Brembila [albɾɛmˈbila] o Val Brembila [valbɾɛmˈbila] in dialetto bergamasco) è un comune italiano sparso di 4 194 abitanti[3] della provincia di Bergamo in Lombardia. È situato in Val Brembilla, valle laterale della valle Brembana.

Val Brembilla
comune
Val Brembilla – Stemma
Val Brembilla – Bandiera
Val Brembilla – Veduta
Val Brembilla – Veduta
Panorama di Gerosa
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Lombardia
Provincia Bergamo
Amministrazione
CapoluogoBrembilla
SindacoDamiano Zambelli (lista civica Val Brembilla nel cuore) dal 26-5-2014
Data di istituzione4 febbraio 2014
Territorio
Coordinate
del capoluogo
45°49′N 9°36′E / 45.816667°N 9.6°E45.816667; 9.6 (Val Brembilla)
Altitudine425 m s.l.m.
Superficie31,44[2] km²
Abitanti4 194[3] (31-5-2021)
Densità133,4 ab./km²
FrazioniBrembilla, Cà del Foglia, Camorone, Catremerio, Cavaglia, Cerro, Gerosa, Laxolo, Malentrata, Sant'Antonio Abbandonato[1]
Comuni confinantiBerbenno, Blello, Capizzone, Corna Imagna, Fuipiano Valle Imagna, San Giovanni Bianco, San Pellegrino Terme, Sant'Omobono Terme, Sedrina, Taleggio, Ubiale Clanezzo, Zogno
Altre informazioni
Cod. postale24012
Prefisso0345
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT016253
Cod. catastaleM334
TargaBG
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[4]
Nome abitantivalbrembillesi
Parte diComunità montana della Valle Brembana
Cartografia
Val Brembilla – Mappa
Val Brembilla – Mappa
Posizione del comune di Val Brembilla nella provincia di Bergamo
Sito istituzionale

Insieme ai comuni di Sedrina e Zogno costituisce un Distretto del commercio[5].

È stato istituito dal consiglio regionale il 4 febbraio 2014, dalla fusione dei comuni di Brembilla e Gerosa.[6] I comuni precedenti hanno risposto sì al referendum consultivo sulla fusione avvenuto il 1º dicembre 2013.[7] Le prime elezioni comunali si sono tenute il 25 maggio 2014.[8]

Storia modifica

Simboli modifica

Lo stemma e il gonfalone del comune di Val Brembilla sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 10 dicembre 2014.[9]

«Stemma semipartito troncato con la fascia diminuita di rosso sulla troncatura: nel PRIMO, di azzurro, alla croce latina, d'oro, fondata sulla fascia diminuita; nel SECONDO, d'oro, all'aquila dal volo alzato, di nero, allumata e linguata, di rosso; nel TERZO, bandato di azzurro e d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.»

Sono riuniti simboli ripresi dagli stemmi delle due comunità che hanno formato il comune: la croce per Gerosa e l'aquila per Brembilla. L'elemento comune era il bandato di azzurro e d'oro, particolarità diffusa in tutto il territorio della Val Brembilla.[10]

Il gonfalone è un drappo partito di giallo e di rosso.

Monumenti e luoghi d'interesse modifica

Chiesa di San Giovanni Battista modifica

Situata nel centro del capoluogo, è la chiesa parrocchiale dedicata a san Giovanni Battista, è la più grande di tutto il comune ed è anche sede del vicariato locale di Brembilla-Zogno.

 
Ponte Cappello

Ponte del Cappello modifica

Ponte pedonale situato all'imbocco della valle.

Museo della transumanza modifica

Situato sulla via principale di Brembilla, è un museo che parla della storia del formaggio e della pastorizia bergamasca. L'edificio è in ristrutturazione, ed è ricavato dall'ex Bersaglio.

Padiglione EXPO modifica

Ex struttura di EXPO 2015 del Kuwait, è stata acquisita dall’amministrazione comunale alla fine della manifestazione e nel 2019 è stata ricostruita nell'ex piazzale comunale che è diventato l’area fiere e mercato.

Società modifica

Evoluzione demografica modifica

Abitanti censiti[11][12]

Geografia antropica modifica

 
fraz. Catremerio

Frazioni modifica

La circoscrizione comunale è costituita dalla sede comunale Brembilla e dalle frazioni Cadelfoglia, Camorone, Catremerio, Cavaglia, Cerro, Gerosa, Laxolo, Malentrata, Sant' Antonio Abbandonato[1].

Catremerio
Interessante per la struttura del borgo che, dopo recenti restauri, ha mantenuto l'anima rurale che l'ha contraddistinta nel corso dei secoli.
Malentrata
È disposta con una struttura simile ad una fortezza, con le case arroccate ed unite tra loro e la tipica chiesetta settecentesca.
Cavaglia
Conserva ancora le caratteristiche abitazioni in pietra e legno con le porte ad arco.
Laxolo
È sorta sul terreno un tempo occupato da un lago, che si è poi prosciugato. Infatti, il nome della frazione, deriva da lac (lago) e solo (solitario).
Sant'Antonio abbandonato
Dove sorge la chiesa parrocchiale di Sant'Antonio Abate. Il territorio ad est della chiesa confluisce nel comune di Zogno.

Cerro modifica

Piccolo nugolo di case sparse in quattro contrade (Testi, Foppa, Rudino e Cà Donzelli)

Camorone modifica

Nucleo raggiungibile dall'imbocco del paese giungendo da località Ponti. La parte antica è stata cancellata dalla frana del 28 novembre 2002.[13]

Infrastrutture e trasporti modifica

Il comune era servito dalla stazione Ferroviaria di Brembilla - grotte posta sulla ferrovia della valle Brembana soppressa nel 1966.

Il comune è attraversato da tre strade provinciali. La SP 24 della valle Brembilla che porta in val Taleggio, dalla SP 32 Brembilla - Berbenno che la collega alla valle Imagna e all’ importante zona industriale di Laxolo e dalla SP 17 Ponte Giurino - Gerosa che collega l’alta valle con la valle Imagna (il tratto Blello - Gerosa è gestito dal comune).

Il trasporto pubblico è fornito da Arriva Italia s.r.l. sulle linee B10a e B00a nei centri abitati di Brembilla, Laxolo e Gerosa, mentre la frazione Sant’Antonio abbandonato è servita dalla linea B20b di Zani autoservizi.

Amministrazione modifica

Durata mandato Primo cittadino
2014 - in carica Damiano Zambelli

Gemellaggi modifica

Sport modifica

Nel paese ci sono numerose società sportive. La società più importante è ASD BREMBILLESE che gioca nello stadio Secomandi in località Piana. È presente anche una squadra di pallacanestro e pallavolo sotto la stessa società, la Polisportiva Brembilla. Fra le varie associazioni sportive ci sono la società di pesca sportiva La Brembillese, il gruppo arrampicata Le Lucertole e varie società calcistiche di piccole dimensioni nei centri di Laxolo, Gerosa e Sant’Antonio.

Note modifica

  1. ^ a b Comune di Val Brembilla, Statuto del 2015 (PDF).
  2. ^ ISTAT - Superficie dei comuni, province e regioni al Censimento 2011
  3. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 maggio 2021 (dato provvisorio).
  4. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  5. ^ Elenco dei Distretti del Commercio della Lombardia, su hub.dati.lombardia.it.
  6. ^ Nuovi Comuni in Lombardia, da 22 diventano nove: ecco tutti i nomi, in Il Giorno, 21 gennaio 2014. URL consultato il 30 ottobre 2023.
  7. ^ Nuovi Comuni istituiti nel 2014, su tuttitalia.it. URL consultato il 27 dicembre 2013.
  8. ^ Fusione Comuni, 9 nuove amministrazioni al voto il 25 maggio, in Il Giorno, 8 gennaio 2014. URL consultato il 30 ottobre 2023.
  9. ^ Val Brembilla (Bergamo) D.P.R. 10.12.2014 concessione di stemma e gonfalone, su presidenza.governo.it. URL consultato il 5 agosto 2022.
  10. ^ Val Brembilla, su Stemmi dei comuni bergamaschi.
  11. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 31-12-2019.
  12. ^ Fino al 2011 compreso, il dato è la somma degli abitanti dei comuni di Brembilla e Gerosa.
  13. ^ Val Brembilla eventi escursioni turismo prodotti tipici hotel ristoranti - Camorone, su valbrembilla.it. URL consultato il 31 ottobre 2021.

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

  Portale Bergamo: accedi alle voci di Wikipedia su Bergamo e sul suo territorio