Apri il menu principale
Val d'Arda
StatiItalia Italia
RegioniEmilia-Romagna Emilia-Romagna
ProvincePiacenza Piacenza
Località principaliCastell'Arquato, Cortemaggiore, Fiorenzuola d'Arda, Lugagnano Val d'Arda
Comunità montanaComunità Montana valli del Nure e dell'Arda
FiumeArda
Sito web

La val d'Arda è una valle che prende il nome dal torrente Arda, affluente destro del fiume Po.

Questa valle è compresa nel territorio della provincia di Piacenza.

È delimitata dalla val Ceno a nord, dalle valli dello Stirone e dell'Ongina a est, dalla val Chiavenna a ovest.

Indice

StoriaModifica

Testimonianze degli insediamenti neolitici si trovano a Caorso, Castelnuovo Fogliani e Besenzone. Per l'età del ferro a Velleia, sede dei Liguri e poi dei Romani, dove sono visitabili gli scavi del foro.

A ricordare l'importanza strategica che ebbe la val d'Arda nei secoli, rimangono numerosi castelli:

Sulla parte pianeggiante transitava la via Francigena, strada di pellegrinaggio del medioevo, che aveva un'importante tappa nell'abbazia di Chiaravalle della Colomba.

FossiliModifica

Ricca di depositi fossiliferi del pliocene, (Piacenziano) comprende la Riserva naturale geologica del Piacenziano; i reperti sono raccolti nel museo Geologico G. Cortesi a Castell'Arquato.

La Val d'Arda è arricchita dal fascino enogastronomico, vi sono molti prodotti enogastronomici che rendono la zona interessante da questo punto di vista.

La val d'Arda è nel comprensorio dei Colli piacentini e parte della DOC dei vini dei colli piacentini.

Amministrativamente è divisa tra i comuni di: Alseno, Castell'Arquato, Cortemaggiore, Fiorenzuola d'Arda, Lugagnano Val d'Arda, Morfasso, Polesine Zibello, San Pietro in Cerro, Vernasca, Villanova sull'Arda.

Comunità montaneModifica

BibliografiaModifica

  • Carmen Artocchini, Castelli piacentini, Piacenza, Edizioni TEP, 1983.
  • Il ducato di Parma, Piacenza e Guastalla, Piacenza, Itinerari, 2000.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica