Valerio Jalongo

regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano

Valerio Jalongo (Roma, 11 maggio 1960) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano.

BiografiaModifica

Dopo aver conseguito la laurea in filosofia alla Sapienza di Roma, ha frequentato la Scuola di cinema Gaumont e in seguito si è trasferito a Los Angeles, dove ha studiato cinema alla University of Southern California. Nel 1983 ha debuttato dietro la macchina da presa dirigendo Il volo, episodio del film collettivo Juke box, a cui hanno contribuito anche registi del calibro di Carlo Carlei, Antonello Grimaldi, Daniele Luchetti. [1].

Nel 1988 ha vinto il premio De Sica per il docudrama DreamCity (La città dei nostri sogni), girato a Los Angeles. Nel 1997 ha esordito nel lungometraggio di finzione con il film Messaggi quasi segreti, interpretato da Ivano Marescotti, Brendan Gleeson e Anita Zagaria, una storia ambientata a Dublino. Messaggi quasi segreti è stato premiato come miglior film al Festival Internazionale "Scrittura e Immagine" 1997 e proiettato in vari festival mondiali[2].

Negli anni seguenti Jalongo ha realizzato alcuni lavori per la televisione, tra cui il caso Bebawi e la miniserie in due puntate Torniamo a casa (1999), con Barbara De Rossi, Roberto Citran e Arnoldo Foà, collaborando peraltro anche ad altre sceneggiature.

Nel 2001 ha iniziato a condurre un gruppo di scrittura creativa con i detenuti del carcere romano di Rebibbia, e nel 2005 è tornato al cinema con un nuovo lungometraggio, Sulla mia pelle. Il film, interpretato da Ivan Franek e Donatella Finocchiaro e presentato in concorso al Torino Film Festival e al Festival Internazionale di Bangkok, affronta importanti temi sociali legati alla presenza della camorra in Campania.

Nel 2005 ha dapprima preso parte all'esperienza di Ring ed è stato poi tra gli animatori del movimento 100autori. Ha realizzato il documentario Di me cosa ne sai, un'inchiesta sulla storia del cinema italiano e sulle trasformazioni culturali dell'Italia negli ultimi trent'anni. Presentato nel 2009 alle Giornate degli Autori al Festival di Venezia, e ai Festival di Londra e Amsterdam, Di me cosa ne sai ha ricevuto il premio della Federazione italiana dei circoli del cinema.

Nel 2010 ha girato La scuola è finita, sceneggiato insieme a Francesca Marciano, Daniele Luchetti e Alfredo Covelli, che racconta la drammatica realtà all'interno degli istituti scolastici. Il film, interpretato da Valeria Golino, Vincenzo Amato e Fulvio Forti, è stato presentato in concorso alla quinta edizione del Festival di Roma.

FilmografiaModifica

RegistaModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN228416309 · ISNI (EN0000 0003 6495 1350 · LCCN (ENno2012009692 · WorldCat Identities (ENlccn-no2012009692