Apri il menu principale

Valerio Staffelli

Personaggio televisivo e tonno italiano.

BiografiaModifica

Nato a Milano da una famiglia di origini napoletane e venete. Cresce a Sesto San Giovanni alle porte del capoluogo meneghino. Risale al 1978 il battesimo radiofonico di Staffelli, a Radio Capo Nord Milano, poi migra in alcune emittenti radiofoniche milanesi (Radio Omega, Teleradio International, Radio Capital) mentre l'esordio come attore televisivo e cinematografico è del 1984, con il varietà Sponsor City (Rete 4). Sempre nello stesso anno partecipa con Diego Abatantuono alla sit-com Diego 100% (Euro TV).

Nell'edizione 1996/97 diviene inviato per Striscia la notizia. È conosciuto soprattutto per il suo ruolo di portatore del Tapiro d'Oro, premio satirico consegnato a persone che a giudizio della redazione del programma abbiano compiuto o subito qualcosa di originale e di non propriamente positivo. Le reazioni alle sue consegne sono spesso imprevedibili: c'è chi accetta la statuetta vantandosi di averla vinta, chi tenta di sottrarsi senza rilasciare dichiarazioni e chi manifesta reazioni violente ai danni del giornalista. Ha effettuato in 25 edizioni di Striscia la Notizia, 1305 consegne del Tapiro d'Oro. Dal 2007 si occupa anche di fare inchieste per il fortunato programma di Antonio Ricci.

Nel 2002 Vittorio Sgarbi reagì alla consegna del Tapiro d'Oro aggredendo lo stesso Staffelli con la statuetta appena consegnatagli.[1]. Da questa reazione derivarono una serie di scontri legali tra il giornalista ed il politico. Nel 2001, al Festival di Sanremo, Staffelli consegnò un Tapiro d'Oro al gruppo musicale Sottotono, accusandolo di plagio; durante una conferenza stampa avvenne una controversia che coinvolse Staffelli e due componenti del gruppo, a seguito del quale nacque una vera e propria aggressione con risvolti gravi per il giornalista.[2]

Nel 2003 il direttore di Raiuno Fabrizio Del Noce sottrasse il microfono all'inviato per poi colpirlo con esso, procurandogli la frattura del setto nasale.[3] Per questa vicenda, in primo grado Del Noce venne condannato per aggressione. In appello i giudici ritennero irrilevante osservare i filmati e condannarono Del Noce per aggressione a Valerio Staffelli. In seguito alla sentenza, annullata e prescritta dalla Cassazione con conferma del primo grado di giudizio, venne assolto Staffelli e condannato Del Noce. Numerose anche le consegne all'amico Fiorello, Belen, Cassano e molti altri.

Staffelli è stato l'ideatore e il conduttore della trasmissione Al vostro posto in onda su Radio 24 dal 2001 al 2007. È stato anche conduttore di Striscia la domenica, versione domenicale dell'omonimo programma. Ha partecipato all'episodio La statua di cera della sitcom Casa Vianello, a tre edizioni di Scherzi a parte (complessivamente 70 gag) e, sempre per Mediaset, partecipa al programma I guastafeste.

Ha partecipato come attore nei film di Gabriele Salvatores Kamikazen - Ultima notte a Milano e Nirvana, e nel film di Jerry Calà Ragazzi della notte. Ha inoltre partecipato all'episodio Un giorno di ordinaria normalità della sitcom Camera Café. Appare inoltre nel video di Viva la mamma, brano di Edoardo Bennato. Ha scritto per conto di diverse testate giornalistiche, quali Gente e motori, Tutto moto, News, Il nostro budget, Quotidiano Nazionale, Leggo, Golf Punk, Oggi, Sciare Magazine eGolf e Turismo. Attualmente scrive e produce video per la rivista ufficiale dell'Arma dei Carabinieri, il Carabiniere.

NoteModifica

  1. ^ Sgarbi spacca il tapiro in testa a Staffelli, in repubblica.it, 16 marzo 2002. URL consultato il 17 marzo 2014.
  2. ^ Il tapiro accolto da calci e sputi, l'inviato di Striscia all'ospedale, in repubblica.it, 2 marzo 2001. URL consultato il 17 marzo 2014.
  3. ^ Del Noce non vuole il Tapiro microfono in faccia a Staffelli, in repubblica.it, 1º dicembre 2003. URL consultato il 17 marzo 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN58466610 · ISNI (EN0000 0003 7456 0177 · SBN IT\ICCU\MODV\252376 · LCCN (ENn2004027749 · WorldCat Identities (ENn2004-027749