La valle del Tevere è la maggiore entità geografica parte del bacino idrografico[1] del fiume Tevere compreso nella Regione Emilia-Romagna, la Regione Toscana, la Regione Umbria e la Regione Lazio; è caratterizzata da terrazzi fluviali e aree golenali che si protraggono dalla fascia appenninica sino al delta del fiume Tevere nel litorale del Mar Tirreno.

Valle del Tevere
StatiBandiera dell'Italia Italia
Regioni  Emilia-Romagna
  Toscana
  Umbria
  Lazio
Località principaliVerghereto, Casteldelci, Caprese Michelangelo, Pieve Santo Stefano, Chiusi della Verna, Anghiari, Monterchi, Sansepolcro, Monte Santa Maria Tiberina, San Giustino, Città di Castello, Citerna, Montone, Umbertide, Perugia, Bettona, Bastia Umbra, Torgiano, Deruta, Collazzone, Marsciano, Fratta Todina, Montecastello di Vibio, Todi, Alviano, Giove, Guardea, Vasanello, Orvieto, Montecchio, Baschi, Attigliano, Lugnano in Teverina, Penna in Teverina, Soriano nel Cimino, Corchiano, Bomarzo, Civitella d'Agliano, Castiglione in Teverina, Graffignano, Bassano in Teverina, Orte, Amelia, Narni, Otricoli, Magliano Sabina, Collevecchio, Gallese, Civitacastellana, Ponzano Romano, Filacciano, Stimigliano, Forano, Sant'Oreste, Nazzano, Torrita Tiberina, Civitella San Paolo, Montopoli di Sabina, Poggio Mirteto, Fiano Romano, Fara Sabina, Capena, Monterotondo, Mentana, Castelnuovo di Porto, Sacrofano, Montelibretti, Riano, Roma, Fiumicino.
FiumeTevere

Comuni modifica

Unioni dei comuni modifica

Ambiente e territorio modifica

Le aree naturali protette modifica

Geologia modifica

Il bacino del Tevere è costituito da quattro principali ambienti morfo-strutturali:[36]

• l’alto bacino del Tevere, occupato prevalentemente dai depositi terrigeni in facies di Flysch di origine toscana (in riva destra a Nord del lago Trasimeno) e umbro-marchigiana (in riva sinistra)

• la dorsale carbonatica appenninica, che occupa il settore orientale e meridionale, costituita da rilievi carbonatici;

• il graben del Tevere con i suoi depositi di facies da marina a continentale, le conche intermontane;

• gli apparati vulcanici dei Monti Vulsini, Cimini, Sabatini e Albani, che occupano il settore sudoccidentale;

Graben:

Pedologia modifica

Parco regionale del Tevere, Regione Umbria, differenti sistemi pedologici:

“Pianura della Bassa Valle del Tevere di Alviano”, “Collina di Baschi”, “Collina di Civitella del Lago”, “Collina di Ficulle”, “Pianura del Paglia”, “Collina di Deruta” e “San Terenziano”, “Pianure della media Valle del Tevere”, “Collina di Doglio”, “Colline e montagne da Titignano a Calvi”, “Collina da Montecchio a Calvi dell'Umbria”, “Collina da Piegaro a Corbara”[45]

Idrografia modifica

Rete regionale di monitoraggio delle acque superficiali e sotterranee, reticolo idrografico della Valle del Tevere, Regione Umbria[46].

Flora modifica

Fauna modifica

Patrimonio dell'umanità modifica

Turismo sostenibile aree rurali modifica

Musei modifica

Itinerari modifica

L'Itinerario delle forre etrusche e della valle del Tevere, all'interno del progetto del Sistema delle Aree Protette della Regione Lazio, Le Strade dei Parchi[82], percorre i paesaggi fluviali e i caratteristici borghi del Lazio a nord di Roma che si affacciano sulla valle del Tevere. È composto da 4 tappe:[83]

La Ciclovia del Tevere è un percorso cicloturistico che collega Città di Castello a Perugia lungo 85 km sulle sponde del fiume Tevere.

  1. Tappa - Da San Giustino a Umbertide[88]
  2. Tappa - Da Umbertide a Ponte San Giovanni[88]

Il percorso Ciclabile del Tevere è un percorso ciclabile pedonale del Comune di Roma lungo il tratto urbano sugli argini e lungotevere da Castel Giublileo fino a Mezzocammino[89]

L'Itinerario della Strada del Vino della Teverina, parte dal MUVIS[92] - Museo del vino e delle Scienze agroalimentari, a Castiglione in Teverina[93] e comprende i comuni di Bagnoregio, Bomarzo, Castiglione in Teverina, Celleno, Civitella d'Agliano, Graffignano e Lubriano, nella Valle del Tevere.

La Strada dei Vini nella Valle del Tevere è un itinerario che comprende i comuni di Orvieto, Amelia, Allerona, Alviano, Castel Viscardo, Ficulle, Lugnano in Teverina, Narni, Penna in Teverina e San Venanzo. La Strada, con le sue varianti, attraversa le zone di produzione di vini a Denominazione di Origine Controllata (DOC "Orvieto", "Rosso Orvietano", "Lago di Corbara" e "Colli Amerini"), o a Indicazione Geografica Tipica, dai nomi noti e meno noti, bianchi e rossi, che valorizzano alcuni vitigni e/o uvaggi (IGT "Umbria", "Allerona", "Narni")[94]

RIM[95] è la rete interattiva dei musei e degli itinerari nell'Alta Valle del Tevere in Umbria, tra i comuni di Citerna, Lisciano Niccone, Monte Santa Maria Tiberina, Montone, San Giustino e Umbertide. La rete RIM sei itinerari nel territorio dedicati all’archeologia, al Rinascimento e all’arte contemporanea in Alta Valle del Tevere, ma anche alla botanica, al paesaggio e all’artigianato.[96]

Teverina modifica

La zona della valle del Tevere tra Lazio e Umbria che comprende i comuni da Orvieto a Gallese viene chiamata Teverina, da cui prendono il nome.

Tiberina modifica

Con la denominazione Tiberina si intende la zona che comprende parte dell'Alta Valle del Tevere chiamata anche Valtiberina nella Regione Umbria e nella Regione Toscana. In Umbria il tracciato della SS3 bis, che in parte attraversa la valle del Tevere, prende il nome di Tiberina. Da Orte a Roma sino alla foce del Tevere il territorio e la toponomastica della valle del Tevere è riferita al termine Tiberina[97], che deriva da Tiberis, nome arcaico del Tevere.

Viabilità modifica

La valle fluviale del Tevere ha costituito fino dall'epoca preistorica una importante via di comunicazione, utilizzata come tratturo dei grandi greggi in movimento per le transumanze e lo scambio di merci.

La viabilità antica di epoca arcaica della parte bassa della valle del Tevere è stata unificata dopo la conquista romana nella Via Tiberina.

La via Alzaia poi chiamata via del Tiro[98][99] o anche strada per l'Alaggio[100][101], sono state le strade lungo le rive o ripe del Tevere utilizzate per tirare controcorrente le imbarcazioni dalla Foce del Tevere a Roma fino ad Orte, il sistema documentato dall'epoca romana era svolto prima dagli Helciarii[102] poi dal VI secolo fino al XX secolo dai Pilorciatori[103] che, spesso in condizioni disumane o di schiavitu' a forza di braccia tiravano le barche controcorrente con le corde, solo nell'ultimo periodo furono sostituiti dal tiro dei bufali e dai battelli a vapore.

Affluenti modifica

L'Arno "tiberino"[104] prima che cambiasse naturalmente il suo corso, nel periodo geologico del Quaternario, era un immissario del Tevere. Gli Etruschi limarono una strettoia in granito[105], nei pressi di Arezzo, per evitare che le piene dell'Arno invadessero la piana di Arretium, sfiorando poi nel fiume Clanis che attraverso il suo antico percorso in val di Chiana in Toscana, modificato successivamente in due tronchi con il Canale maestro della chiana dalla Repubblica di Firenze, affluiva nel Paglia che a sua volta sfociava nel Tevere nei pressi di Orvieto. In epoca antica Il Clanis[106][107][108] che riceveva le acque dalla valle del Cosentino, era navigabile e fungeva da arteria di comunicazione con il Tevere, in caso di forti piogge il contributo idrico maggiore apportato al Tevere poteva provocare le piene e la fuoriuscita in aree golenali.

Principali affluenti del Tevere modifica

Nome fiume Lunghezza

km

Portata

m³/s

Principali affluenti
Nera 116 168 Velino, Corno
Aniene 99 35 nessuno rilevante
Chiascio 82 19 Topino
Paglia 86 11 Chiani
Nestore 48 11 Caina, Fersinone
Treja 37 4 nessuno rilevante
L'Aia 31 1,2 nessuno rilevante
Naia 30 1,6 Arnata
Puglia 30 1,5 nessuno rilevante
Sovara 29 1 nessuno rilevante
Farfa 25 1,2 nessuno rilevante
Faena 21 0,7 nessuno rilevante
Cremera 35,8 2,9 nessuno rilevante
Afra 14,2 0,2 nessuno rilevante
Almone 19,5 1,7 nessuno rilevante
Assino 23,8 0,3 nessuno rilevante
Cerfone 31,3 1,1 nessuno rilevante
Fosso della Patatona 7,7 0,1 nessuno rilevante
Marrana di Fiorano-Fioranello 22,1 0,5 nessuno rilevante
Magliana (fiume) 19,7 0,6 nessuno rilevante
Puglia (torrente) 30 1,6 nessuno rilevante
Rio (fiume) 15,0 0,2 nessuno rilevante
Rio Fratta 18 0,2 nessuno rilevante
Sovara 26,8 0,6 nessuno rilevante
Torrente Campana 19,5 nessuno rilevante
Torrente Padonchia 13,8 0,3 nessuno rilevante

Galleria d'immagini modifica

Note modifica

  1. ^ Informazioni sul bacino | Autorità di Bacino del fiume Tevere
  2. ^ https://www.valtiberina.toscana.it/statuto-unione-montana-dei-comuni-della-valtiberina-toscana/
  3. ^ Chi siamo | Comunità Montana Trasimeno Medio Tevere, su montitrasimeno.umbria.it. URL consultato il 28 ottobre 2021 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2021).
  4. ^ Comune di Graffignano ( VT ), su comune.graffignano.vt.it. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  5. ^ Unione dei Comuni della Valle del Tevere, su Dipartimento per gli affari interni e territoriali, 26 settembre 2017. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  6. ^ Il Consorzio – Consorzio Intercomunale Valle del Tevere, su consorziovalledeltevere.it. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  7. ^ regione.umbria.it, https://www.regione.umbria.it/parco-regionale-del-fiume-tevere.
  8. ^ Parco Fluviale Interregionale del Tevere (PDF), su legambiente.it.
  9. ^ “Parco Interregionale del Fiume Tevere” Accordo di pianificazione sistema narnese ternano, Comuni di Otricoli e Calvi dell'Umbria, Pag 4, su cms.provincia.terni.it.
  10. ^ Proposta di legge regionale n. 160 del 18 aprile 2014 concernente: "Istituzione del parco fluviale regionale del Tevere". (PDF), su legambientelazio.it.
  11. ^ Parco Fluviale - "Parco dei mulini" o "dei due fiumi", su turismotorgiano.it. URL consultato il 12 novembre 2021.
  12. ^ Perugia, Parco Fluviale del Tevere, Pista Cilclabile, su perugiacomunica.comune.perugia.it.
  13. ^ Comitato di cittadini "I Molini di Fortebraccio", su senato.it.
  14. ^ IT5210025 - Ansa degli Ornari - Siti di Importanza Comunitaria SIC, su Regione Umbria. URL consultato il 12 novembre 2021.
  15. ^ Balza di Seppie, su parchilazio.it. URL consultato il 22 novembre 2021.
  16. ^ Monte Casoli di Bomarzo, su parchilazio.it. URL consultato il 15 novembre 2021.
  17. ^ Arci - Prociv - Comune di Bomarzo, su comunebomarzo.it. URL consultato il 15 novembre 2021.
  18. ^ Forre di Corchiano, su parchilazio.it. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  19. ^ Gallese, su parchilazio.it. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  20. ^ Parco Regionale Valle del Treja - Sito Ufficiale dell'Ente Parco, su parcotreja.it. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  21. ^ il Monte Soratte e i Monti Cornicolani, costituiscono la cosiddetta Dorsale Tiberina, una dorsale carbonatica risalente al periodo meso-cenozoico.
  22. ^ Riserva naturale di Monte Soratte, su Città metropolitana di Roma Capitale. URL consultato il 6 novembre 2021.
  23. ^ Convenzione Ramsar avifauna miratoria di interesse internazionale - Lago di Nazzano 14/12/1976 Lazio - 265 ha, 42°13'N 012°37'E (PDF), su ramsar.org.
  24. ^ La Storia della Riserva Nazzano Tevere-Farfa: Maurizo Gallo primo direttore. URL consultato il 4 luglio 2022.
  25. ^ Laghetti in località Semblera, su parchilazio.it. URL consultato il 22 novembre 2021.
  26. ^ Ente Regionale RomaNatura - Riserva Naturale della Marcigliana - Natura, su parchilazio.it. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  27. ^ Ente Regionale Roma Natura - Riserva Naturale della Marcigliana, su romanatura.roma.it. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  28. ^ Tavole di progetto del corridoio fluviale del fiume Tevere "Criteri ed indirizzi per la costituzione del parco fluviale del Tevere: disciplina delle aree" | Autorità di Bacino del fiume Tevere, su abtevere.it. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  29. ^ Realizzazione di un parco fluviale lineare attrezzato a valle di Ponte Milvio, Pag. 69 (PDF), su abtevere.it.
  30. ^ Roma Capitale | Sito Istituzionale | Le aree naturali protette, su comune.roma.it. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  31. ^ Regione Lazio | A Roma nasce il Parco Tevere Marconi, su regione.lazio.it. URL consultato il 12 novembre 2021.
  32. ^ Parco Tevere Sud della Magliana, su parchilazio.it. URL consultato il 12 novembre 2021.
  33. ^ Parco del Tevere, su Arvalia Storia - Archivio Storico Portuense. URL consultato il 12 novembre 2021.
  34. ^ Riserva Litorale Romano | Riserva Litorale Romano, su riservalitoraleromano.it. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  35. ^ Centro Habitat Mediterraneo Ostia - Lipu Onlus, su lipu.it. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  36. ^ Autorita' Bacino del Tevere: LINEAMENTI GEOLOGICI DEL BACINO DEL TEVERE (PDF), su abtevere.it.
  37. ^ PaleoTevere, su parchilazio.it. URL consultato il 2 gennaio 2022.
  38. ^ Il Pliocene e il quaternario della Media valle del Tevere (PDF), su dst.uniroma1.it.
  39. ^ BACINO DEL TEVERE (Graben del Tevere, valle del Chiani) pag 189, su regione.toscana.it.
  40. ^ LINEAMENTI GEOLOGICI DEL BACINO DEL TEVERE (PDF), su abtevere.it.
  41. ^ PaleoTevere, su parchilazio.it. URL consultato il 2 gennaio 2022.
  42. ^ Il Pliocene e il quaternario della Media valle del Tevere (PDF), su dst.uniroma1.it.
  43. ^ BACINO DEL TEVERE (Graben del Tevere, valle del Chiani) pag 189, su regione.toscana.it.
  44. ^ LINEAMENTI GEOLOGICI DEL BACINO DEL TEVERE (PDF), su abtevere.it.
  45. ^ Piano del Parco regionale del Fiume Tevere, Umbria - 2. RISORSE AMBIENTALI - 2.1 Ambiente fisico, su regione.umbria.it.
  46. ^ Arpa Umbria, corpi idrici fluviali, Valle del Tevere., su regione.umbria.it.
  47. ^ GAL Media Valle del Tevere, su GAL Media Valle del Tevere. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  48. ^ Portale Trasparenza Comune di Città di Castello - G.A.L. Associazione Alto Tevere, su trasparenza.comune.cittadicastello.pg.it. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  49. ^ SIUSA - Ufficio informazioni e accoglienza turistica - IAT del comprensorio Alta Valle del Tevere, su siusa.archivi.beniculturali.it. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  50. ^ GAL in TEVERINA, su galinteverina.it. URL consultato il 10 novembre 2023.
  51. ^ Ecomuseo del Tevere - Memoria Storica Territoriale, su Ecomuseo del Tevere. URL consultato il 29 ottobre 2021.
  52. ^ Anghiari (AR) Museo delle Arti e Tradizioni Popolari dell’Alta Valle del Tevere - Palazzo Taglieschi, su polomusealetoscana.beniculturali.it, 15 ottobre 2021. URL consultato il 5 novembre 2021.
  53. ^ Livio dalla Ragione partigiano della Brigata proletaria d'Urto San Faustino, su youtube.com.
  54. ^ Da pittore a cercatore di piante, su biodiversita.biol.unipr.it. URL consultato il 2 febbraio 2024.
  55. ^ Centro delle tradizioni popolari "Livio Dalla Ragione", su RIM Alto Tevere. URL consultato il 2 febbraio 2024.
  56. ^ Centro delle tradizioni popolari "Livio Dalla Ragione", su Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, 5 maggio 2022. URL consultato il 2 febbraio 2024.
  57. ^ Preistoria – Tane del Diavolo Comune di Parrano, su comune.parrano.tr.it. URL consultato il 18 novembre 2021 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2021).
  58. ^ Ufficio Comunicazione, Argilla, acqua e fuoco: materia e forme della ceramica, su GAL Media Valle del Tevere, 16 maggio 2013. URL consultato il 13 novembre 2021.
  59. ^ Museo della Ceramica di Deruta, su museoceramicadideruta.it.
  60. ^ Il Museo, su Museo del vino e delle scienze agroalimentari, Castiglione in Teverina. URL consultato il 15 novembre 2021.
  61. ^ Museo della civiltà contadina di Montecchio, su Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo. URL consultato il 18 novembre 2021.
  62. ^ Antiquarium comunale di Montecchio, su Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo. URL consultato il 18 novembre 2021.
  63. ^ Antiquarium | Museo civico di lugnano in teverina, su museocivicolugnanointeverina.com. URL consultato il 15 novembre 2021.
  64. ^ STORIA DEL TERRITORIO – Museo Naturalistico Lubriano, su museonaturalisticolubriano.it. URL consultato il 22 novembre 2021.
  65. ^ Home Page - Museo Geologico e delle Frane, su museogeologicoedellefrane.it. URL consultato il 15 novembre 2021.
  66. ^ Regione Lazio, Comune di Celleno, Ecomuseo della Ciliegia di Celleno MC2, pag 8 (PDF), su regione.lazio.it.
  67. ^ CYLLENUM, NOTIZIARIO DEL COMUNE DI CELLENO, EDIZIONE DICEMBRE 2018, PAG, 9 (PDF), su bussola.s3-eu-west-1.amazonaws.com.
  68. ^ ELETTRITV - Museo dei ricordi, della cultura popolare, archeologico di Celleno. URL consultato il 31 ottobre 2023.
  69. ^ GAL Teverina, Misura 19 Sottomsura 19.2 Operazione 2.9.2.1.7.5.1 Investimenti per uso pubblico in infrastrutture ricreative, informazione turistica e infrastrutture turistiche su piccola scala, Celleno pag 4 , Musei, pag 5,6 (PDF), su regione.lazio.it.
  70. ^ Ecomuseo della Teverina - Regione Lazio e Umbria, su retemusei.regione.lazio.it.
  71. ^ Museo civico archeologico comune di Orte, su comune.orte.vt.it.
  72. ^ Antiquarium comunale di Otricoli, su Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo. URL consultato il 28 novembre 2021.
  73. ^ Museo Marco Scacchi, su Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, 5 maggio 2022. URL consultato il 14 agosto 2023.
  74. ^ Museo Archeologico dell'Agro Falisco - Forte Sangallo, su polomusealelazio.beniculturali.it, 13 settembre 2021. URL consultato il 15 novembre 2021 (archiviato dall'url originale il 15 novembre 2021).
  75. ^ Museo | Portale istituzionale del Comune di Nazzano, su nazzano.rm.gov.it. URL consultato il 28 ottobre 2021 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2021).
  76. ^ www.museodelfiume.it, su museodelfiume.it. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  77. ^ mavna.it | Museo Civico Archeologico-Virtuale di Narce, su mavna.it. URL consultato il 15 novembre 2021.
  78. ^ Museo Preistorico del Territorio Tiberino-Cornicolano | Beni Archeologici e Storico-Artistici, su beni-culturali.provincia.roma.it. URL consultato l'11 novembre 2021.
  79. ^ Museo di Casal de' Pazzi, su museocasaldepazzi.it. URL consultato l'11 novembre 2021.
  80. ^ Parco archeologico di Ostia antica – Museo delle navi, su Direzione generale Musei. URL consultato l'8 novembre 2021.
  81. ^ Museo delle Navi di Fiumicino - Il Museo delle Navi di Fiumicino - Aree Archeologiche e Monumentali, su Parco Archeologico di Ostia Antica. URL consultato l'8 novembre 2021.
  82. ^ Le Strade dei Parchi, su parchilazio.it. URL consultato il 24 novembre 2021.
  83. ^ Itinerario delle Forre Etrusche e della Valle del Tevere, su parchilazio.it. URL consultato il 24 novembre 2021.
  84. ^ Da Settevene a Calcata - Itinerario Forre etrusche e Valle del Tevere tappa 1, su parchilazio.it. URL consultato il 24 novembre 2021.
  85. ^ Da Calcata a Sant'Oreste - Itinerario Forre etrusche e Valle del Tevere tappa 2, su parchilazio.it. URL consultato il 24 novembre 2021.
  86. ^ Da Sant'Oreste a Torrita Tiberina - Itinerario delle Forre Etrusche e Valle del Tevere tappa 3, su parchilazio.it. URL consultato il 24 novembre 2021.
  87. ^ Da Torrita Tiberina a Civitella San Paolo - Itinerario delle Forre Etrusche e Valle del Tevere tappa 4, su parchilazio.it. URL consultato il 24 novembre 2021.
  88. ^ a b La Ciclovia del Tevere - Regione Umbria, su umbriatourism.it.
  89. ^ Mappa Cilcabile Tevere - Roma in Bici (PDF), su comune.roma.it.
  90. ^ Una pedalata resistente sulla via delle Partigiane, su Patria Indipendente, 20 novembre 2015. URL consultato il 19 dicembre 2021.
  91. ^ Pari opportunità - Sette tratti della ciclabile Ponte Milvio-Castel Giubileo dedicati a sette donne romane, su anci.it. URL consultato il 19 dicembre 2021.
  92. ^ Il Percorso, su Museo del vino e delle scienze agroalimentari, Castiglione in Teverina, 31 gennaio 2019. URL consultato il 28 ottobre 2023.
  93. ^ Delibere Regione Lazio, Strada del Vino della Teverina, pag 2 (PDF), su consiglio.regione.lazio.it.
  94. ^ La strada dei vini nella valle del Tevere, su cms.provincia.terni.it.
  95. ^ Home, su RIM Alto Tevere. URL consultato il 2 febbraio 2024.
  96. ^ Percorsi e sentieri in Alta Valle del Tevere, su RIM Alto Tevere. URL consultato il 2 febbraio 2024.
  97. ^ Torrita Tiberina, comune nella Citta' Metropolitana di Roma, oppure Isola Tiberina, o via Tiberina
  98. ^ (EN) Strada del Tiro, Pianta del Corso del fiume Tevere, e sue adiacenze, dall'influenza della Nera alla Foce 1772, Archivio di Stato Roma, su iipimage.sourceforge.net. URL consultato il 28 novembre 2021.
  99. ^ AS Roma ricerca - Home, su ricerca.archiviodistatoroma.beniculturali.it. URL consultato il 4 dicembre 2021.
  100. ^ Anna Buccellato, La via alzaia del tevere dall 'eta romana al XVI SECOLO. URL consultato l'11 novembre 2021.
  101. ^ Alaggio su; https://www.comune.roma.it/via campana (PDF), su comune.roma.it.
  102. ^ ALATORI = Helciarii deriva dall'aggettivo latino *helciaria, da helcium, che vale lo stesso, dal greco antico ἑλκίον ("giogo"), dal verbo ἕλκω ("trascinare") ἕλκω: sono diverse le parole moderne collegabili con ἕλκω /hèlkō/ = tiro, tiro con violenza, strappo, oltraggio. ALZAIA: dal lat. helciarĭa, fune per rimorchiare da riva le navi”, der. di helcĭum, “collare per bestie da tiro”, der. di ἕλκω; la forma sente l’attrazione di alzare, in quanto la via riservata al rimorchio da terra delle imbarcazioni è più alta del livello del fiume; RIMORCHIO: dal lat. remulcum < ῥυμυλκέω, “trainare un’imbarcazione con un cavo”, comp. di ῥῦμα, “cavo da traino” e ἕλκω: veicolo che viene trainato; l’azione di trainare; SPILORCIO: dal gr. biz. *παρόλκιον, dim. di πάρολκος, “gomena da rimorchio”, der. di παρέλκω, “tirare, trascinare”, con sviluppo metaforico: l’avaro tira i cordoni della borsa;
  103. ^ Pilorciatore: Il Tevere e Roma, Storia di una simbiosi, Pag 78, su books.google.it.
  104. ^ Storia, su Consorzio di Bonifica. URL consultato il 28 settembre 2023.
  105. ^ Gli Etruschi iniziarono a regolare il regime idraulico in Val di Chiana, su brunelleschi.imss.fi.it.
  106. ^ Il bronzetto etrusco rinvenuto a Quarata V secolo a.C. raffigura un atleta in procinto di saltare con in  mano  gli  halteres, i contrappesi  utilizzati  per questa prova ginnica. La statuetta conserva incisa la dedica alla sacralita' fluviale Klanins, e' conservato a Parigi al Museo della Bibliothèque Nationale - https://ecomuseodelcasentino
  107. ^ Bnf, Catalogue, Notice d'oeuvre, Statuette, "Athlète tenant des haltères" (bronze.921),
  108. ^ (FR) Oeuvre : Précisions - statuette, "Athlète tenant des haltères" (bronze.921) | catalogue, su medaillesetantiques.bnf.fr. URL consultato il 28 settembre 2023.

Bibliografia modifica

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

La Ciclabile del Tevere alle donne della resistenza al nazifascismo - Petizione

Controllo di autoritàVIAF (EN315135980 · LCCN (ENsh96001230 · J9U (ENHE987007539634905171