Apri il menu principale
Valter Pusceddu
Bighino lug09.JPG
Nazionalità Italia Italia
Equitazione Equestrian pictogram.svg
Specialità Corse a pelo
Carriera
Palio di Siena
Soprannome Bighino
Esordio 2 luglio 1999
Leocorno
Ultimo Palio 20 ottobre 2018
Lupa
Vittorie 0 (su 27 corse)
Palio di Legnano
Esordio 2001
Legnarello
Ultimo Palio 26 maggio 2013
La Flora
Vittorie 2 (su 12 corse)
Ultima vittoria 25 maggio 2008
La Flora
 

Valter Pusceddu detto Bighino (Genova, 16 aprile 1981) è un fantino italiano.

La carriera al Palio di SienaModifica

Debutta nel Palio di Siena il 2 luglio 1999, con la Contrada del Leocorno; il soprannome Bighino (in dialetto senese significa "ragazzetto") è dovuto alla sua giovane età: è appena maggiorenne. L'esordio non è positivo: la rivale Civetta lo coglie impreparato alla mossa e la sua corsa finisce lì. Da quel momento in poi la sua presenza in Piazza del Campo è abbastanza costante: correrà tutte le successive carriere tranne quelle del 2004 a causa di una squalifica.

Dopo il difficile esordio, gli anni 2000 e 2001 portano ancora pochi risultati: Bighino si fa comunque notare per delle discrete doti di partente e per la sua affidabilità nella gestione della corsa. La svolta potrebbe avvenire nel 2002, quando a luglio corre per la Contrada della Torre, che non vinceva da 41 anni, sul forte Altoprato, ma nonostante una buona prova non riesce ad andare oltre un terzo posto; anche ad agosto ha delle ottime possibilità nel Leocorno con Zodiach, ma anche in questo caso a Bighino manca qualcosa per poter puntare alla vittoria.
Il 2003 lo vede correre ancora per il Contrada del Leocorno e per la Contrada della Torre, ma le due corse sono anonime e ad agosto rimedia anche una squalifica per la confusione creata alla mossa.

Ritornato a correre nel luglio 2005 su Ellery per l'Onda, ha un'altra discreta occasione ad agosto quando corre per la Selva sul solido Vai Go: prova ad insidiare la Torre fino all'ultimo, ma nulla può contro lo strapotere di Trecciolino e di Berio.

Nel 2006 corre per l'Oca entrambe le carriere, concluse vicino alle prime posizioni ma senza dare mai l'impressione di poter vincere.

All'inizio del 2007 diventa fantino di Contrada dell'Onda, per la quale corre entrambi i palii dello stesso anno, su due cavalli esordienti e senza lasciare il segno, se non per una rovinosa caduta al secondo Casato ad agosto.

Bighino torna in Piazza con il cavallo esordiente Istriceddu, (che diventerà negli anni successivi un big della Piazza), per difendere i colori della Pantera il 16 agosto 2008.Dopo una partenza bruciante, non è però riuscito a vincere.

Nel 2009 torna ancora a Siena con il giubbetto del Valdimontone, ma realizza un palio incolore.

Nel 2011, dopo una pausa di due anni, è la Contrada dell'Istrice a permettergli di correre il Palio del 2 luglio. Bighino monta l'esordiente Moedi, con il quale realizza un palio principalmente contro l'avversaria, la Lupa, data per favorita. Bighino riesce in un bel contrasto contro la Lupa, ma cade alla prima curva del Casato, coinvolto nella caduta di Andrea Mari detto Brio, fantino della Civetta.

Corre ancora per l'Istrice in occasione del Palio del 2 luglio 2013, sulla debuttante Naikè. Anche in questo caso è chiamato a fare una corsa di difesa nei confronti della rivale Lupa, fra le favorite con Brio ed il grigio Indianos. Dopo una buona partenza, Bighino si fa notare per alcune nerbate inferte al fantino avversario, costretto a rallentare per alcuni metri la propria azione. Quel Palio sarà poi vinto dalla Contrada dell'Oca.

Dopo aver saltato entrambe le carriere del 2014 per squalifica, Valter Pusceddu rientra in Piazza del Campo nel 2015. Il 2 luglio monta l'esordiente Roba e Macos per i colori della Contrada della Civetta, disputando un ottimo Palio, arrivando a ridosso di Torre ed Onda. Corre ancora con un esordiente, Qulpa di Gallura, nel Palio del 16 agosto, vestendo per la prima volta nella sua carriera il giubbetto della Contrada del Nicchio.

Nel luglio 2016 torna a vestire i colori della Tartuca su Mocambo, cavallo alla sua terza esperienza in Castelvecchio. Ad agosto si riaccasa nella Civetta, disputando con Porto Alabe una corsa anonima.

Dopo aver saltato il Palio di luglio 2017, ad agosto torna nell’Oca, a undici anni di distanza dall’ultima volta. Le azioni di disturbo nelle fasi della mossa nei confronti della rivale Torre, fra le favorite alla vittoria, costano a “Bighino” due Palii di squalifica, costringendolo a saltare entrambe le Carriere ordinarie del 2018. Ritorna sul tufo in occasione dello Straordinario del 2018, quando veste i colori della Lupa su Schietta, riportando una caduta al primo San Martino.

Risultati al Palio di SienaModifica

 
Bighino su Moedi nel 2011

Le vittorie sono evidenziate ed indicate in neretto.

Palio Contrada Cavallo
2 luglio 1999 Leocorno Razzo de' Nulvi
16 agosto 1999 Istrice Verkors
2 luglio 2000 Tartuca Razzo de' Nulvi
9 settembre 2000 Civetta Zetsun
2 luglio 2001 Tartuca Zenubbia
16 agosto 2001 Civetta Attilax
2 luglio 2002 Torre Altoprato
16 agosto 2002 Leocorno Zodiach
2 luglio 2003 Leocorno Urban II
16 agosto 2003 Torre Artù Valoroso (scosso)
2 luglio 2005 Onda Ellery
16 agosto 2005 Selva Vai Go
2 luglio 2006 Oca Elisir di Logudoro
16 agosto 2006 Oca Didimo
2 luglio 2007 Onda Giaguaro
16 agosto 2007 Onda Ermellyno (scosso)
16 agosto 2008 Pantera Istriceddu
2 luglio 2009 Valdimontone Ilon
2 luglio 2011 Istrice Moedi (scosso)
16 agosto 2011 Pantera Gammede
2 luglio 2013 Istrice Naikè
2 luglio 2015 Civetta Roba e Macos
17 agosto 2015 Nicchio Qulpa di Gallura
2 luglio 2016 Tartuca Mocambo
16 agosto 2016 Civetta Porto Alabe
16 agosto 2017 Oca Renalzos (scosso)
20 ottobre 2018 Lupa Schietta (scosso)

Partecipazioni agli altri PaliiModifica

Palio di LegnanoModifica

Esordisce nel 2001 nella contrada Legnarello e poi dal 2004 diventa il fantino della Contrada La Flora, ingaggiato quell'anno per fermare la rivale San Martino. Vince il palio 2005 su Calendimaggio e nel 2008 su Kyanti, sempre per la Contrada Flora. Poi dal 2009 al 2012 sarà il fantino di Legnarello, ma non riuscirà a toglierle la cuffia di nonna del Palio e poi parteciperà nel 2013 su "Desert" ancora una volta per La Flora, ma non arriverà in finale a causa delle nerbate della rivale San Martino e del fantino Andrea Coghe, con cui avrà una rissa nei box del Palio e ciò gli costerà la squalifica a vita dal Palio di Legnano.

Palio Contrada Cavallo Piazzamento Note
2001 Legnarello Ilas Eliminato in batteria
2002 San Bernardino Mara Canà Eliminato in batteria
2004 La Flora Calendimaggio Finale
2005 La Flora Calendimaggio Vittoria
2006 La Flora Calendimaggio Non corso
2007 La Flora Calendimaggio Finale
2008 La Flora Yanti Vittoria
2009 Legnarello Yanti Finale
2010 Legnarello Batman Eliminato in batteria
2011 Legnarello Bella birba Finale
2012 Legnarello Appartenenza Eliminato in batteria
2013 La Flora Neutrino Eliminato in batteria

Palio di AstiModifica

Palio Rione, Borgo, Comune Cavallo Piazzamento e premio Note
1999   Borgo Torretta Picciola 5º (Coccarda)
2000 (Giubileo)   Borgo Torretta Muso Grigio 5º (Coccarda)
2000 (Ordinario)   Borgo Torretta Muso Grigio Eliminato in batteria
2001   Borgo Tanaro Trincere Torrazzo Lady Maria Eliminato in batteria
2002   Comune di San Damiano Calafonte Eliminato in batteria
2003   Rione San Secondo Bellamore 2º (Borsa di monete)
2005   Rione San Secondo Calendimaggio
2006   Rione Cattedrale Metacomet
2007   Rione Cattedrale Yanti
2008   Rione Cattedrale Yanti (scossa) Eliminato in batteria
2009   Borgo Viatosto Vetos Eliminato in batteria
2010   Rione Santa Caterina Angeli 2º (Borsa di monete)
2011   Rione San Martino San Rocco Angeli Eliminato in batteria
2012   Borgo Tanaro Trincere Torrazzo Rocco Eliminato in batteria
2013   Rione San Paolo Imperial Eliminato in batteria
2014   Rione San Paolo Genarmoly 2º (Borsa di monete)
2015   Rione San Paolo Genarmoly (Salvatore) 1° (Palio) -
2016   Borgo Torretta Epico Eliminato in batteria
2017   Borgo Torretta Tiepolo 3°(Gli speroni)
2018   Borgo Torretta Tiepolo Eliminato in batteria

Castiglion FiorentinoModifica

Al Palio dei Rioni di Castiglion Fiorentino ha colto sette vittorie (record nella manifestazione[1][2]), tutte per il Rione Cassero: nel 2004 su Micchittu, nel 2005 su Eugenye, nel 2008 su Fogosu, nel 2010 su Grein, nel 2014 su Nadir de Mores nel 2015 su Tavel Pontadour e nel 2017 su Qui Pro Quo.

FucecchioModifica

Esordisce nel Palio di Fucecchio nel 1999 indossando il giubbetto della Contrada Cappiano, senza però riuscire a qualificarsi per la Finale.

Nel 2000 corre per la Contrada Cappiano, arrivando 5º in finale. Confermato per il Palio straordinario del 2000, si qualifica per la finale, ma un infortunio gli impedisce di prendervi parte. Nel 2001 viene invece squalificato, per un totale di 4 anni, dopo aver preso le redini del cavallo della Contrada Massarella durante lo svolgimento della batteria.

Scontata la squalifica, torna a correre il Palio, nel 2006, per i colori di Porta Raimonda, conquistando la finale, a cui dà forfait dopo l'infortunio del proprio cavallo. Nel 2007 non ha preso parte al Palio, pur disputando la prima prova per la Contrada Porta Raimonda.

Palio Contrada Cavallo Piazzamento Note
30 maggio 1999 Contrada Cappiano Thera Eliminato in Batteria
28 maggio 2000 Contrada Cappiano Mister Casanova
22 luglio 2000 Contrada Cappiano Nocino (scosso) 4° in Batteria; Accede alla Finale Infortunato, viene sostituito in finale da Dino Pes
10 giugno 2001 Contrada Cappiano Lambada Squalificato in Batteria Palio Non Assegnato
21 maggio 2006 Contrada Porta Raimonda Carisma di Gallura Rit. in Finale Infortunio al cavallo nelle fasi della mossa finale
18 maggio 2008 Contrada Porta Raimonda Lampante Terzo
24 maggio 2009 Contrada Borgonovo Melissa Bella Eliminato in Batteria Parte in testa poi piccolo infortunio al cavallo
23 maggio 2010 Contrada Borgonovo Gaston Baio II Terzo
19 maggio 2013 Contrada Torre Nino's Vincitore
6 giugno 2018 Contrada Samo Quan King Vincitore

BientinaModifica

Vince le edizioni 2009 e 2013 per la contrada Viarella e l'edizione 2015 per la contrada Forra.

NoteModifica

  1. ^ Pusceddu vince il Palio di Castiglion Fiorentino, su Il Canapo, 23 giugno 2014. URL consultato il 27 giugno 2014.
  2. ^ Cassero vince il Palio di Castiglion Fiorentino, su Ok Siena, 21 giugno 2015. URL consultato il 21 giugno 2015.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie