Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità

film del 2018 diretto da Julian Schnabel

Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità (At Eternity's Gate) è un film del 2018 diretto da Julian Schnabel.

Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità
At Eternity's Gate.jpg
Vincent van Gogh (Willem Dafoe) in una scena del film
Titolo originaleAt Eternity's Gate
Lingua originaleinglese, francese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Francia
Anno2018
Durata110 min
Rapporto2,35:1
Generebiografico, drammatico
RegiaJulian Schnabel
SceneggiaturaJulian Schnabel, Jean-Claude Carrière, Louise Kugelberg
ProduttoreJon Kilik
Produttore esecutivoNik Bower, François-Xavier Decraene, Nicolas Lhermitte, Deepak Nayar, Marc Schmidheiny, Thorsten Schumacher, Karl Spoerri
Casa di produzioneIconoclast, Riverstone Pictures, SPK Pictures
Distribuzione in italianoLucky Red
FotografiaBenoît Delhomme
MontaggioLouise Kugelberg, Julian Schnabel
Effetti specialiThibaut Granier
MusicheTatiana Lisovkaia
ScenografiaStéphane Cressend
CostumiKaren Muller Serreau
TruccoValérie Beauregard, Murielle Brot, Michèle Constantinides, Mélodie Evrard, Karine Fra, Vesna Peborde, Isabelle Valerio, Catherine Vrignaud, Aya Yabuuchi
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

La pellicola, con protagonisti Willem Dafoe, Oscar Isaac e Mads Mikkelsen, racconta gli ultimi e tormentati anni di Vincent Van Gogh, dalla burrascosa amicizia con Paul Gauguin, fino al colpo di pistola che lo uccise a soli 37 anni.

TramaModifica

Il pittore Vincent van Gogh, dopo un'esperienza a Parigi, dove non ottiene la stessa fortuna che all'epoca avevano gli impressionisti, decide di recarsi ad Arles, paesino di campagna ideale per dipingere gli ampi paesaggi da lui amati. Gli abitanti però, lo considerano un pazzo e lo maltrattano provocando nel pittore dall'animo irrequieto reazioni impulsive.

Durante i ricoveri in ospedale, il fratello minore Theo, unica persona che lo capisce e crede nelle sue doti, gli propone di farsi spedire i dipinti a Parigi, affinché li possa vendere. Le sue opere però non vengono apprezzate e Vincent continua a passare una vita da povero ad Arles.

In seguito giunge ad Arles anche il pittore Gauguin, inizialmente amico e sostenitore di Vincent, ma poi sempre più in contrasto con quest'ultimo, a tal punto da abbandonare la "casa gialla" in cui i due vivevano e lavoravano. In seguito ad un'altra crisi emotiva, van Gogh si taglia un orecchio. Infine si reca in una chiesa e in un ospedale per cercare di riabilitarsi.

ProduzioneModifica

Le riprese del film sono state effettuate in Francia tra Arles, Auvers-sur-Oise e il dipartimento Bocche del Rodano, luoghi dove visse realmente Van Gogh negli ultimi anni della sua vita.[1]

Lo sceneggiatore Jean-Claude Carrière ha dichiarato: "Il film è su un pittore, sulla pittura e sul loro rapporto con l'infinito. La storia è raccontata dal punto di vista di un pittore. Ho scelto quelli che ho considerato i momenti più emblematici della sua vita. Non è la sua storia ufficiale ma la mia versione. Spero vi faccia sentire più vicini a lui".[2] Il film supporta l'ipotesi che Van Gogh non si sia suicidato ma sia stato vittima di omicidio.[3]

Il film è stato dedicato allo stilista tunisino Azzedine Alaïa.[4]

PromozioneModifica

Il primo trailer del film viene diffuso il 5 settembre 2018.[5]

DistribuzioneModifica

Il film viene presentato in anteprima mondiale in concorso alla 75ª edizione della Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia il 3 settembre 2018.[6]

La pellicola viene distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 16 novembre 2018,[7] e in quelle italiane a partire dal 3 gennaio 2019.[8]

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

Il film ha incassato 11,2 milioni di dollari in tutto il mondo.[9]

CriticaModifica

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve il 78% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 7,2 su 10 basato su 189 critiche,[10] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 76 su 100 basato su 34 critiche.[11]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Anne Thompson, Willem Dafoe as Vincent Van Gogh in ‘At Eternity’s Gate’: Julian Schnabel Gives Us An Exclusive First Look, su indiewire.com, 23 maggio 2017. URL consultato il 5 settembre 2018.
  2. ^ (EN) Diana Lodderhose, Willem Dafoe To Play Vincent Van Gogh In Julian Schnabel’s ‘At Eternity’s Gate’ – Cannes, su Deadline Hollywood, 20 maggio 2017. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  3. ^ (EN) Will Gompertz, Van Gogh did not kill himself, authors claim, su BBC, 17 ottobre 2011. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  4. ^ (EN) Lynn Hirschberg, At Eternity’s Gate: Julian Schnabel Explains His Vincent Van Gogh Movie Starring Willem Dafoe as the Artist, su wmagazine.com, 10 novembre 2018. URL consultato il 5 gennaio 2019.
  5. ^   CBS Films, AT ETERNITY'S GATE - Official Trailer - HD (Willem Dafoe, Rupert Friend, Mads Mikkelsen), su YouTube, 5 settembre 2018. URL consultato il 5 settembre 2018.
  6. ^ Andrea Francesco Berni, Venezia 75: da Suspiria a Roma, ecco tutti i film che saranno al Festival!, su badtaste.it, 25 luglio 2018. URL consultato il 5 settembre 2018.
  7. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Netflix Eyes Awards-Season Theatrical Release Dates For ‘Buster Scruggs’, ‘22 July’ & ‘Roma’, su deadline.com, 29 agosto 2018. URL consultato il 5 settembre 2018.
  8. ^ Matteo Tosini, Venezia 75 – At Eternity’s Gate, ecco il primo poster del film su Vincent Van Gogh con Willem Dafoe, su badtaste.it, 5 settembre 2018. URL consultato il 5 settembre 2018.
  9. ^ (EN) Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità, su Box Office Mojo, Amazon.com. URL consultato il 28 febbraio 2022.  
  10. ^ (EN) Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 28 febbraio 2022.  
  11. ^ (EN) Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità, su Metacritic, Red Ventures. URL consultato il 28 febbraio 2022.  
  12. ^ Andrea Francesco Berni, Oscar 2019: tutte le nomination, Roma e La Favorita candidati a 10 statuette!, su badtaste.it, 22 gennaio 2019. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  13. ^ Karin Ebnet, Golden Globe 2019, tutte le nomination, su bestmovie.it, Best Movie, 6 dicembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  14. ^ Venezia 75, il film d’apertura è ‘Il primo uomo’ con Ryan Gosling, in Rolling Stone, 19 luglio 2018. URL consultato il 7 agosto 2018.
  15. ^ Davide Stanzione, Venezia 75: il Leone d’Oro a Roma di Alfonso Cuarón. Ecco tutti i vincitori!, su bestmovie.it, Best Movie, 8 settembre 2018. URL consultato il 9 settembre 2018.
  16. ^ VENEZIA 75 - Il Premio Fondazione Mimmo Rotella a Willem Dafoe e Julian Schnabel - CinemaItaliano.info, su cinemaitaliano.info. URL consultato il 4 settembre 2018.
  17. ^ https://www.gqitalia.it/show/cinema/2018/09/07/venezia-75-mario-martone-e-il-favorito-dei-premi-collaterali/
  18. ^ (EN) 2019 CRITICS CHOICE AWARDS NOMINATIONS: THE FULL LIST, su editorial.rottentomatoes.com, Rotten Tomatoes, 10 dicembre 2018. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  19. ^ (EN) 2018 NOMINEES, su pressacademy.com. URL consultato il 2 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2018).
  20. ^ (EN) Quendrith Johnson, ROMA, A STAR IS BORN, Set for Top Honors at 23rd Satellite™ Awards, su pressacademy.com, 3 gennaio 2019. URL consultato il 19 gennaio 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema