Vanity Fair (film 1915)

film del 1915 diretto da Charles Brabin e Eugene Nowland
Vanity Fair
Titolo originaleVanity Fair
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1915
Durata2.025 metri (7 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Generedrammatico
RegiaCharles Brabin e Eugene Nowland
Soggettodal romanzo di William Makepeace Thackeray
SceneggiaturaCharles Sumner Williams
Casa di produzioneEdison Company
FotografiaOtto Brautigan
Interpreti e personaggi

Vanity Fair è un film muto del 1915 diretto da Charles Brabin e Eugene Nowland.

TramaModifica

Nei primi anni dell'Ottocento, l'orfana Becky Sharp viene accolta caritatevolmente da una scuola femminile alla moda. Diventa così amica della dolce Amelia Sedley che la invita a casa sua. Becky vi si installa, progettando di conquistare Joseph, il fratello di Amelia, da cui vuole farsi sposare. I suoi piani vengono scompigliati quando i Sedley perdono la loro fortuna e Amelia si sposa con il ricco Osborne. Becky si sposa allora con Rawdon Crawley. Ma le sue vicissitudini non sono finite.

ProduzioneModifica

Il film, prodotto dalla Edison Company, venne girato a Boston e a Yonkers[1], in una scuola femminile vicina alla città. L'intero studio, per tutta la durata delle riprese, venne messo a disposizione del film che aveva un cast di oltre duecento persone[2].

DistribuzioneModifica

Distribuito dalla Kleine-Edison Feature Services, il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 6 ottobre 1915.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema