Vasilij Alekseevič Urusov

ammiraglio russo

Principe Vasilij Alekseevič Urusov, in russo: Василий Алексеевич Урусов? (... – Samara, 22 luglio 1741), è stato un ammiraglio russo.

BiografiaModifica

Era il figlio di Aleksej Nikitič Urusov, e di sua moglie, Vasilisa Petrovna Dolgorukova, figlia di Pëtr Alekseevič Dolgorukov. Era il pronipote di Fëdor Semënovič Urusov. Era il fratello minore di Grigorij Alekseevič Urusov, comandante della Fortezza di Pietro e Paolo.

CarrieraModifica

Nel 1708 fu inviato con altri giovani nobili per uno stage nelle Province Unite, dove le navi da guerra andavano in Portogallo e ad Arcangelo. Per la scarsità delle navi ad Amsterdam, nel 1713 si trasferì a Copenaghen, dove entrò come tenente della Regia marina danese.

Dopo il ritorno in Russia, nel gennaio 1716, è stato inviato con il tenente Aleksandr Ivanovič Kožin, sulle rive orientali del Mar Caspio per mappare questo territorio russo poco conosciuto. Nel 1719 rimase a Kazan' per la costruzione delle navi della futura flotta imperiale. Nel 1722 partecipò alla campagna persiana.

Nel 1730 partecipò alla sede dell'ammiragliato di Mosca, prima come consigliere e poi come contrammiraglio. Dopo l'ascesa al trono di Anna Ivanovna, vennero creati istituti nautici e scuole.

Nel 1739 venne sostituito da Vasilij Nikitič Tatiščev come comandante in capo della Commissione Orenburg (con il grado di tenente generale).

MatrimoniModifica

Primo matrimonioModifica

Nel 1708 sposò Praskov'ja Michajlovna Sobakina (?-1714). Non ebbero figli.

Secondo matrimonioModifica

Nel 1716 sposò Praskov'ja Petrovna Dolgorukova, nipote di Michail Jur'evič Dolgorukov. Ebbero undici figli:

  • Michail Vasil'evič (?-1795), padre di Aleksandr e Vladimir;
  • Sergej Vasil'evič (1719-1787), padre di Varvara Sergeevna e Nikita;
  • Andrej Vasil'evič (1721-1755);
  • Aleksej Vasil'evič (1722-1796);
  • Praskov'ja Vasil'evna (?-1793);
  • Fëdor Vasil'evič (1727-1793);
  • Aleksandr Vasil'evič (1729-1813);
  • Anna Vasil'evna (1731-1819);
  • Pëtr Vasil'evič (1733-1813);
  • Irina Vasil'evna (1734-1756);
  • Anastasija Vasil'evna.

MorteModifica

Morì a Samara il 22 luglio 1741 e fu sepolto nel refettorio della Cattedrale di Kazan'.