Apri il menu principale
Vasilij Ivanovič Petrov
Petrov Vasili Iwanovich.png
Petrov riceve l'Ordine di Aleksandr Nevskij dal presidente Dmitrij Medvedev (2012)
15 gennaio 1917 – 1 febbraio 2014
Nato aČernolesskoe (Territorio di Stavropol')
Morto aMosca
EtniaRussa
Dati militari
Paese servitoURSS URSS
Forza armataRed Army flag.svg Armata Rossa
ArmaForze terrestri sovietiche
Anni di servizio1939 - ?
GradoMaresciallo dell'Unione Sovietica
GuerreSeconda guerra mondiale, Guerra dell'Ogaden
BattaglieBattaglia di Odessa, Assedio di Sebastopoli, Battaglia del Caucaso
voci di militari presenti su Wikipedia
Vasilij Ivanovič Petrov

Deputato del Soviet delle Nazionalità del Soviet Supremo dell'Unione Sovietica
Legislature IX
Circoscrizione RSFS Russa

Deputato del Soviet dell'Unione del Soviet Supremo dell'Unione Sovietica
Legislature X, XI
Circoscrizione Oblast' di Irkutsk

Dati generali
Partito politico Partito Comunista dell'Unione Sovietica

Vasilij Ivanovič Petrov (Černolesskoe, 15 gennaio 1917Mosca, 1º febbraio 2014) è stato un generale e politico sovietico.

Indice

BiografiaModifica

Nato nel Territorio di Stavropol', Petrov completò il liceo nel 1935 e fino al 1937 studiò in un istituto di formazione docenti. Si arruolò nell'Armata Rossa nel 1939 passando, nel 1941, il corso di tenente.

Durante la Seconda guerra mondiale Petrov combatté nella battaglia di Odessa, nell'assedio di Sebastopoli e nella battaglia del Caucaso. Qualche anno dopo partecipò alla liberazione dell'Ucraina, all'invasione della Romania e all'offensiva di Budapest.

Dopo la guerra Petrov terminò l'Accademia militare Michail Frunze di Mosca e salì la gerarchia militare fino a diventare generale d'armata nel 1972. Nel 1975-76 comandò il distretto militare dell'Estremo Oriente e nel 1977-1978 servì come consulente militare dell'esercito etiope nella Guerra dell'Ogaden[1]. Tra il 1980 e il 1985 fu comandante in capo delle forze terrestri e nel 1983 divenne maresciallo dell'Unione Sovietica. Dal 1992 è stato consulente militare del ministero della difesa russo.

OnorificenzeModifica

Onorificenze sovieticheModifica

  Eroe dell'Unione Sovietica
— 16 febbraio 1982
  Ordine di Lenin (4)
— dicembre 1967, febbraio 1978, 16 febbraio 1982 e gennaio 1987
  Ordine della Rivoluzione d'ottobre
— febbraio 1974
  Ordine della Bandiera rossa
— ottobre 1944
  Ordine della Guerra patriottica di I Classe (2)
— luglio 1944 e aprile 1985
  Ordine della Guerra patriottica di II Classe
— ottobre 1943
  Ordine della Stella rossa (2)
— novembre 1942 e ottobre 1955
  Ordine del Servizio alla patria nelle forze armate di III Classe
— febbraio 1976
  Medaglia per merito in battaglia
  Medaglia per la difesa del Caucaso
  Medaglia per la distinzione nella guardia dei confini dell'Unione Sovietica
  Medaglia per il rafforzamento della cooperazione militare
  Medaglia per la vittoria sulla Germania nella grande guerra patriottica 1941-1945
  Medaglia per il giubileo dei 20 anni della vittoria della grande guerra patriottica del 1941-1945
  Medaglia per il giubileo dei 30 anni della vittoria della grande guerra patriottica del 1941-1945
  Medaglia per il giubileo dei 40 anni della vittoria della grande guerra patriottica del 1941-1945

Onorificenze russeModifica

  Ordine di Aleksandr Nevskij
«Per i servizi nel rafforzare la difesa del paese e per le attività sociali a lungo termine»
— 24 febbraio 2012
  Medaglia per il giubileo dei 50 anni della vittoria della grande guerra patriottica del 1941-1945
  Medaglia per il giubileo dei 60 anni della vittoria della grande guerra patriottica del 1941-1945
  Medaglia per il giubileo dei 65 anni della vittoria della grande guerra patriottica del 1941-1945

Onorificenze straniereModifica

  Ordine della Bandiera Rossa (Cecoslovacchia)
— 1982
  Ordine del Febbraio Vittorioso (Cecoslovacchia)
— 1985
  Ordine della Bandiera Nazionale di III Classe (Corea del Nord)
— 1985
  Ordine della Bandiera Rossa (Mongolia)
— 1982
  Ordine di Sukhbaatar (Mongolia)
— 1981
  Ordine di Scharnhorst (Repubblica Democratica Tedesca)
— 1983
  Ordine di Tudor Vladimirescu di I Classe (Romania)
— 1974
  Ordine della Bandiera ungherese con diamanti (Ungheria)
— 1985

NoteModifica

  1. ^ (EN) Copia archiviata, su airpower.maxwell.af.mil. URL consultato il 10 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2007).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica