Vasilij Michajlovič Andrianov

politico sovietico
Vasilij Michajlovič Andrianov

Deputato del Soviet dell'Unione del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature I, II, III
Circoscrizione Oblast' di Sverdlovsk (I, II), Leningrado (III)

Dati generali
Partito politico Partito Comunista dell'Unione Sovietica
Università Higher Party School at the Central Committee of the CPSU

Vasilij Michajlovič Andrianov (in russo: Василий Михайлович Андрианов?; Pesočnja, 21 marzo 1902, 8 marzo del calendario giulianoMosca, 3 ottobre 1978) è stato un politico sovietico.

BiografiaModifica

Nato nel Governatorato di Kaluga, servì nell'Armata Rossa tra il 1924 e il 1925, mentre dal 1926 fu membro del Partito Comunista di tutta l'Unione (bolscevico). Dal 1928 fu a Mosca, dove studiò fino al 1931 presso la facoltà operaia dell'Istituto "Karl Liebnecht" e dal 1931 al 1934 presso la facoltà meccanico-matematica dell'Università.[1]

Dai primi anni trenta ricoprì vari ruoli dirigenziali all'interno del partito, e dal 1939 al 1956 fece parte del Comitato Centrale. Durante la seconda guerra mondiale fu inoltre Primo segretario del Comitato regionale del partito nell'Oblast' di Sverdlovsk, mentre dal 1946 al 1949 fu vicepresidente del Consiglio dei ministri dell'URSS e dal 1946 al 1952 fece parte dell'Orgburo.[1]

Nel 1949 divenne primo segretario del Comitato regionale del partito nell'Oblast' di Leningrado dopo la decapitazione degli organismi locali del PCUS nell'ambito dell'affare di Leningrado,[2] e mantenne il ruolo fino al 1953, mentre fu membro del Presidium del Comitato Centrale dal 1952 al 1953. Fu infine viceministro del controllo statale dal 1953 al 1956.[1]

Si ritirò quindi in pensione e completò nel 1958 la Scuola superiore di partito presso il Comitato Centrale.[1]

OnorificenzeModifica

  Ordine di Lenin
«per l'esemplare esecuzione dei compiti del Governo nello sviluppo della capacità industriale, lo sviluppo di nuove modalità di produzione e il soddisfacimento tramite i metalli colorati dei bisogni difensivi dei mezzi corazzati»
— luglio 1942
  Ordine di Lenin
«per l'esemplare esecuzione dei compiti del Governo nell'ampliamento della produzione di carri armati, corazze e motori diesel per carri armati»
— gennaio 1943
  Ordine di Lenin
— 1944
  Ordine della Guerra patriottica di I classe
«per l'efficace esecuzione del piano statale di produzione cerealicola nell'anno 1944»
— febbraio 1945
  Ordine di Lenin
«per l'efficace esecuzione dei compiti del Comitato statale di difesa per la fornitura di metallo all'industria bellica, lo sviluppo di nuove tipologie di acciaio e l'aumento della capacità produttiva»
— marzo 1945

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (RU) Andrianov Vasilij Michajlovič, su Spravočnik po istorii Kommunističeskoj partii i Sovetskogo Sojuza 1898-1991. URL consultato il 31 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2019).
  • (RU) A. B. Bezborodov, N. V. Eliseeva (a cura di), Istoria Kommunističeskoj partii Sovetskogo Sojuza, Mosca, Političeskaja ėnciklopedija, 2014, pp. 671, ISBN 978-5-8243-1824-1.