Veles (comune)

comune macedone
Veles
comune urbano
(MK) Велес
Veles – Stemma Veles – Bandiera
Veles – Veduta
Localizzazione
StatoMacedonia del Nord Macedonia del Nord
RegioneVardar
Amministrazione
SindacoAce Kocevski (SDSM)
Territorio
Coordinate41°43′48″N 21°46′48″E / 41.73°N 21.78°E41.73; 21.78 (Veles)Coordinate: 41°43′48″N 21°46′48″E / 41.73°N 21.78°E41.73; 21.78 (Veles)
Altitudine280 m s.l.m.
Superficie427,45 km²
Abitanti55 108 (2002)
Densità128,92 ab./km²
Altre informazioni
Linguemacedone
Cod. postale1400
Prefisso043
Fuso orarioUTC+1
ISO 3166-2MK-101
TargaVE
Cartografia
Mappa di localizzazione: Macedonia del Nord
Veles
Veles
Sito istituzionale

Veles (in macedone Велес; in passato Титов Велес, Titov Veles) è un comune rurale della Macedonia del Nord di 55.108 abitanti (dati 2002). La sede municipale si trova nella località omonima.

Geografia fisicaModifica

Il comune confina con Petrovec a nord, con Čaška e Zelenikovo ad ovest, con Gradsko, Lozovo e Sveti Nikole ad est.

Origini del nomeModifica

Il nome della città era Vylosa in greco antico e prima delle Guerre balcaniche, era un sobborgo (kaza) con il nome Köprülü nel Sangiaccato di Üsküp, Impero ottomano, per 600 anni. Dal 1877 al 1912 il Sangiaccato formava il vilayet del Kosovo.[1] Köprülü si prende nome dal suo fondatore Mehmet Köprülü, un albanese Gran Visir dell'Impero ottomano.[2]

Dopo la Seconda guerra mondiale, la città era conosciuta come Titov Veles (lett. Veles di Tito) in omaggio al Presidente jugoslavo Josip Broz Tito, ma il Titov è stato rimosso nel 1996.[3] Le autovetture immatricolate a Veles sono state identificate dal codice TV (Titov Veles), che fu cambiato alla fine del 2000 in VE.

La città prende il nome da un dio slavo, Veles.

StoriaModifica

L'area dell'odierna Veles fu abitata per oltre un millennio.

Nell'antichità, era una città della Paionia o Peonia chiamata Bylazora, con una popolazione consistente di Traci e, probabilmente di Illiri. Per breve periodo, era una città bulgara nel primo impero bulgaro e il secondo impero bulgaro; più tardi entra a far parte dell'Impero serbo all'inizio del XIV secolo.

 
I Balcani centrali dopo la dissoluzione dell'Impero serbo (1373-1395)

Il governatore della città fu Jovan Oliver al tempo dell'Imperatore Dusan; era parte del Regno di Costantino Dragaš nel 1355-1395. Prima delle Guerre balcaniche, era un sobborgo (kaza) con il nome Köprülü nel Sangiaccato di Üsküp nell'Impero ottomano.[2]

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Secondo il censimento nazionale del 2002 il comune conta 55.108 abitanti. I principali gruppi etnici includono:

Geografia antropicaModifica

LocalitàModifica

Il comune è formato dall'insieme delle seguenti località:

  • Veles (sede comunale)
  • Čalosevo
  • Bašino Selo
  • Beleštevica
  • Buzalkovo
  • Crkvino
  • Dolno Kalaslari
  • Dolno Orizari
  • Drenovo
  • Gorno Kalaslari
  • Gorno Orizari
  • Ivankovci
  • Karabunjiste
  • Krušje
  • Kumarino
  • Lugunci
  • Mamutčevo
  • Novačani
  • Novo Selo
  • Oraovec
  • Otovica
  • Prevalec
  • Raštani
  • R'levci
  • Rulevci
  • S'lp Sojaklari
  • Sopot
  • Vetersko
  • Dzidimir
  • kllukovec

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

Veles è gemellata con:

NoteModifica

  1. ^ (in turco Kosova Vilayeti; albanese Vilajeti i Kosovës; macedone: Косовска Покраина, translitterato: Kosovska Pokraina; serbo: Kosovski vilajet, Косовски вилајет)
  2. ^ a b Rahmi Tekin, Osmanli Atlasi, Istanbul 2003
  3. ^ Велес по осамостојувањето на Македонија

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 0503 9545
  Portale Macedonia del Nord: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Macedonia del Nord