Apri il menu principale
Velvet Buzzsaw
Velvet Buzzsaw.jpg
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2019
Durata113 min
Dati tecniciColore
rapporto: 1,85 : 1
Generethriller, orrore
RegiaDan Gilroy
SceneggiaturaDan Gilroy
ProduttoreJennifer Fox
Produttore esecutivoBetsy Danbury
Casa di produzioneNetflix
Distribuzione in italianoNetflix
FotografiaRobert Elswit
MontaggioJohn Gilroy
MusicheMarco Beltrami
ScenografiaJames D. Bissell
CostumiIsis Mussenden, Trish Summerville
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Velvet Buzzsaw è un film thriller soprannaturale del 2019 scritto e diretto da Dan Gilroy. Fanno parte del cast principale Jake Gyllenhaal, Rene Russo e Toni Collette. Il film è stato presentato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival del 2019.

Indice

TramaModifica

A Miami Beach, il critico d'arte Morf Vandewalt frequenta una mostra d'arte insieme alla sua amica, Josephina, che lavora per Rhodora Haze, proprietaria della Haze Gallery e precedentemente membro del gruppo rock Velvet Buzzsaw.

Morf è insoddisfatto della propria vita sentimentale con il suo ragazzo, e così inizia una relazione sessuale con Josephina. Tornata a Los Angeles, Josephina trova centinaia di dipinti appartenuti a un anziano inquilino del suo palazzo, Vetril Dease, morto in totale solitudine. Ignorando le istruzioni lasciate dall'anziano artista, di distruggere i suoi lavori, Josephina ruba i dipinti per mostrarli a Morf e Rhodora, che rimangono affascinati da Dease; Rhodora decide di esporre alcuni dei pezzi nella sua galleria. L'amico curatore d'arte di Morf, Gretchen, e un ex artista per la Haze Gallery, Piers, sono ugualmente innamorati del lavoro di Dease. La mostra Haze Gallery dei dipinti di Dease è un successo immediato.

Morf inizia la ricerca di Dease, scoprendo che ha sofferto di un'infanzia travagliata e violenta che ha provocato l'omicidio di suo padre e la sua crescente malattia mentale che ha ritratto nei dipinti. Sotto gli ordini di Rhodora per garantire la rarità dei dipinti, il gallerista Bryson trasporta la metà dei dipinti in deposito. Mentre li trasporta, per curiosità, apre una cassa e decide di conservare una delle opere per sé. Durante il viaggio, si blocca accidentalmente la sua auto quando una sigaretta accesa su un dipinto provoca gravi ustioni. Ritirandosi in una stazione di servizio, Bryson viene attaccato da un dipinto di scimmie che fissa un'auto e scompare, così come le opere d'arte.

Jon Dondon, proprietario di una galleria d'arte rivale, tenta di raccontare la storia di Dease alla stampa, ma viene presto assassinato quando una mano misteriosa lo appende per la sua sciarpa. L'ex assistente di Rhodora, Coco, che aveva appena iniziato a lavorare per Jon, scopre il suo corpo la mattina dopo. Dopo il funerale di Jon, Morf nota che una mano in un dipinto di Dease si muove all'improvviso, causandogli il travolgimento.

Morf e il rapporto di Josephina diminuiscono a causa di Gretchen che dice a Josephina che a Morf interessa ancora Ed, e Gretchen dice a Morf che Josephina ha una relazione con l'ultimo cliente di Rhodora, Damrish. Morf scopre anche che Dease ha usato il sangue nei suoi dipinti mentre Gretchen ha negoziato l'esposizione di alcune delle collezioni di Dease nella galleria della città; in cambio, la galleria della città mostrerà un pezzo interattivo chiamato Sphere che è di proprietà del cliente principale di Gretchen.

Dopo un incontro con i galleristi, Gretchen infila la mano destra in uno dei buchi di Sphere (una caratteristica principale del pezzo che gli ospiti si farebbero da soli). Quando lo fa, il pezzo non funziona correttamente e il braccio viene reciso, causando una significativa perdita di sangue. La mattina dopo, i visitatori scambiano il suo cadavere come parte dell'opera d'arte e passano oltre, prima che Coco scopra il suo corpo e chiami la polizia. Nonostante la morte di Gretchen nella stessa galleria, c'è un picco di interesse e domanda per la mostra Dease. Morf e Josephina si sciolgono dopo aver scoperto la sua infedeltà.

Lo stato mentale di Morf inizia a peggiorare quando sperimenta allucinazioni e spinge Rhodora a smettere di vendere le opere d'arte di Dease dopo aver scoperto che l'artista ha lasciato severe istruzioni per distruggerlo. Morf assume Coco come assistente per disporre delle opere d'arte, e Coco rivela che Ed è stata pagata da Rhodora per mostrare le sue prime recensioni di Morf per sapere quali opere acquistare.

Dopo aver rotto con Damrish mentre decide di non avere i suoi pezzi in una galleria, Josephina viene trasportata in modo soprannaturale in una galleria, dove i dipinti simili a graffiti si sciolgono intorno a lei e coprono la sua pelle. Mentre tira fuori l'opera d'arte Dease che ha esaurito, Morf viene attaccato da Hoboman , un pezzo d'arte robotico che Morf ha criticato, e il suo collo è spezzato. Coco trova il corpo di Morf mentre l'immagine spaventata di Josephina si mostra ora su un muro di graffiti.

Rhodora diventa nervosa e la porta Dease a dipingere dal muro, ma una pennellata con la morte la porta ad accettare che le numerose morti sono collegate al lavoro di Dease, e ha rimosso le opere d'arte di tutti i tipi per assicurare la sua sicurezza. Tuttavia, il tatuaggio del buzzsaw sul suo collo si anima, roteando e tagliandola fatalmente. In un taxi, Coco, diretto all'aeroporto, passa un uomo per strada vendendo alcuni dei dipinti di Dease. Nel frattempo, Piers, che si è trasferito in una casa sulla spiaggia, è visto disegnare linee curve sulla spiaggia mentre le onde si lavano su di loro.

ProduzioneModifica

Dan Gilroy ha concepito il progetto dopo che Superman Lives , un film che ha avuto una mano nello sviluppo, è stato bruscamente cancellato perché la Warner Bros. non era disposta a produrlo a causa del grande budget. Sentiva di aver sprecato un anno e mezzo nel film, ma alla fine ha fatto pace con l'idea mentre era seduto su una spiaggia, un momento che ha ispirato la scena finale del film. Nel giugno 2017, è stato annunciato che Jake Gyllenhaal e Rene Russo erano stati scritturati nel film senza titolo di Gilroy, con lui che scriveva e dirigeva il film, mentre Jennifer Fox avrebbe lavorato come produttore e Netflix avrebbe prodotto e distribuito il film. Parlando con Business Insider nel novembre 2017, Gilroy ha preso in giro il progetto dicendo:

Nel gennaio 2018, è stato annunciato che il titolo era Velvet Buzzsaw . Nel marzo 2018, Zawe Ashton, Natalia Dyer, Tom Sturridge, Daveed Diggs, Toni Collette, John Malkovich e Billy Magnussen si sono uniti al cast del film.

Le riprese sono iniziate il 5 marzo 2018 a Los Angeles, in California .

Marco Beltrami e Buck Sanders hanno composto la colonna sonora del film, sostituendo il frequente collaboratore di Gilroy James Newton Howard .

DistribuzioneModifica

Il film è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2019 il 27 gennaio[1] e distribuito attraverso Netflix dal 1º febbraio 2019.[2]

AccoglienzaModifica

Sul sito di aggregazione di recensioni Rotten Tomatoes, il 65% dei critici ha dato al film una recensione positiva basata su 139 recensioni e una valutazione media di 6,2 / 10. Il consenso critico del sito web recita: "Se guardi solo una satira del mondo dell'arte con sfumature horror quest'anno - o molti altri - dovrebbe essere Velvet Buzzsaw ." Su Metacritic, il film ha un punteggio medio ponderato di 61 su 100 basato su 28 critici, che indica "recensioni generalmente favorevoli".

Brian Tallerico di RogerEbert.com ha dato il film 2,5 su 4 stelle, dicendo: "È un film selvaggiamente incoerente, a volte deludentemente goffo e superficiale come il mondo che sta deridendo, ma è anche un lavoro ambizioso con immagini indimenticabili e un asso Ensemble ". Emily Yoshida di Vulture ha scritto: "Lo sceneggiatore e regista Dan Gilroy sta attingendo allo stesso pozzo di un'America amara e moralmente compromessa che ha fatto per il Nightcrawler del 2014 , ma Velvet Buzzsaw , scintillante e inondato dal sole mentre Nightcrawler è scuro , è ancora più di un'invettiva, e ancor più accentuata dal punto di vista operistico. " Peter Debruge di Varietylo definì "il film più cinico di Gilroy, con la maggior parte del veleno concentrato nel personaggio del critico". David Ehrlich di IndieWire ha dato al film un voto di C, dicendo, "Il film di Gilroy doveva essere migliore del 60% o peggiore del 20% per poter trascendere la sconcertante dimenticanza della sua esistenza, ma potrebbe resistere alla prova del tempo come un monumento duraturo all'idea che il nostro gusto personale è l'unica cosa reale che abbiamo mai avuto. "

NoteModifica

  1. ^ (EN) Sundance Film Festival Unveils 2019 Features Lineup, variety.com. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  2. ^ (EN) Velvet Buzzsaw: Jake Gyllenhaal nel trailer del film di Dan Gilroy, movieplayer.it. URL consultato il 10 gennaio 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema