Vera Rol

attrice teatrale e attrice italiana
Vera Rol

Vera Rol (Condove, 8 maggio 1920Roma, 5 dicembre 1973) è stata un'attrice italiana.

BiografiaModifica

 
Vera Rol, esposta al pubblico ludibrio il 28 aprile 1945, in via Tabacchi a Milano
 
Vera Rol nel film Malaspina con Aldo Bufi Landi (1947)
 
Vera Rol nel film Nennella con Piero Palermini (1948)

Attrice, soubrette del teatro di rivista e ballerina, è stata sposata con l'attore Nuto Navarrini con cui ha costituito anche un sodalizio professionale.

Il suo sodalizio sentimentale e professionale con Navarrini, simpatizzante del fascismo[1], la vide protagonista di spettacoli in funzione propagandistica rispetto al regime: fra gli altri, Il diavolo nella giarrettiera (operetta di Giovanni D'Anzi portata in scena anche al Teatro Reinach di Parma nel febbraio 1944 dalla Compagnia di riviste Nuto Navarrini[2])[3][4]. L'ultimo spettacolo in questa chiave della compagnia Navarrini-Rol fu La Gazzetta del sorriso: Vera Rol simboleggiava l'Italia molestata dagli USA, rappresentati da un "negro" violentatore. Navarrini incluse nello spettacolo un motivetto - intitolato Tre lettere e scritto da D'Anzi - di contenuto chiaramente antipartigiano.

Dopo la liberazione, la coppia fu sottoposta a una resa dei conti: a Vera Rol furono rasati i capelli a zero nella pubblica piazza, e fu esibita a Milano come collaborazionista. La coppia, tuttavia, sottoposta a processo, fu assolta per insufficienza di prove dall'accusa di collaborazionismo.

La compagnia tornò a recitare a Roma, nel 1947. Rol apparve anche al cinema in Malaspina di Armando Fizzarotti (1947) e Nennella di Renato May (1948) e Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno di Mario Amendola e Ruggero Maccari (1954).

Dopo il divorzio con Navarrini avvenuto nel 1972, morì a Roma il 5 dicembre 1973 e fu sepolta al Cimitero del Verano.

Teatro di rivistaModifica

FilmografiaModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica