Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Veratro di Lobelius
Veratrum lobelianum.png
Veratrum lobelianum
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Liliales
Famiglia Liliaceae
Genere Veratrum
Specie V. lobelianum
Classificazione APG
Ordine Liliales
Famiglia Melanthiaceae
Nomenclatura binomiale
Veratrum lobelianum

Veratrum lobelianum Bernh. è una pianta appartenente alla famiglia delle Liliaceae (Melanthiaceae secondo la classificazione APG[1]).

DescrizioneModifica

Pianta perenne, alta 5-12 dm; fusto eretto; pubescente cilindrico; foglie alterne, pubescenti di sotto, con nervature in risalto, parallele: foglie basali largamente ellittiche, appuntite, le cauline progressivamente lanceolate; pannocchia ramosa e allungata; fiori (diametro 1,5 cm) peduncolati, con tepali giallo-verdastri, ellittico-spatolati, con nervature parallele. Fiorisce da giugno ad agosto

Distribuzione e habitatModifica

Poco comune, si trova principalmente nelle radure e nei pascoli umidi ricchi di nitrati da 800 a 2000 m.

ProprietàModifica

La pianta contiene alcaloidi velenosi: quando essa non è fiorita, può essere confusa con la Gentiana lutea, dalla quale si distingue perché, nella Gentiana, le foglie sono opposte e non pubescenti.

NoteModifica

  1. ^ Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III, in Botanical Journal of the Linnean Society 2009; 161(2): 105–121. URL consultato il 21 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2017).

BibliografiaModifica

  • Giovanni Galetti, Abruzzo in fiore, Edizioni Menabò - Cooperativa Majambiente, 2008.

Altri progettiModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica