Verein für Leibesübungen Bochum 1848

società calcistica tedesca
VfL Bochum
Calcio Football pictogram.svg
VfL-Bochum.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px diagonal White HEX-0000CC.svg Bianco, azzurro
Dati societari
Città Bochum
Nazione Germania Germania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Germany.svg DFB
Campionato 2.Bundesliga
Fondazione 1848
Presidente Germania Hans-Peter Villis
Allenatore Germania Thomas Reis
Stadio Vonovia Ruhrstadion
(31.328 posti)
Sito web www.vfl-bochum.de
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Verein für Leibesübungen Bochum 1848, meglio noto come VfL Bochum o solo Bochum, è una società calcistica tedesca con sede nella città di Bochum. Milita attualmente nella Zweite Bundesliga, la seconda serie del calcio tedesco, e disputa le partite casalinghe nel Vonovia Ruhrstadion.

Nella sua storia ha partecipato a 28 edizioni di Bundesliga, ottenendo come miglior risultato due quinti posti, che hanno permesso al club di disputare in entrambe le occasioni la Coppa UEFA. Ha giocato in due occasioni la finale della Coppa di Germania, uscendone sempre sconfitto.

StoriaModifica

Il club viene fondato il 26 luglio 1848 dopo la pubblicazione di un articolo su un giornale locale, il Märkischer Sprecher, in cui viene promossa la creazione di una società di ginnastica; è pertanto uno dei più antichi della Germania. Il Bochumer Turnverein nasce ufficialmente il 18 febbraio 1849, per poi essere sciolto nel 1852; viene però rifondato nel 1860 con lo stesso nome. Infine, dopo essere stato rinominato TV Bochum 1848 nel 1904, il 30 novembre 1911 gli viene aggiunta la sezione calcistica. È del 1919 la nascita del TuS 48 Bochum in seguito alla fusione col SuS Bochum, che nel 1924 ritorna all'originario TV Bochum 1848. Il Vfl Bochum nasce infine il 15 aprile 1938, quando al sodalizio si aggregano anche il TuS 1908 e lo SV Germania 1906 Bochum.

Intanto, in seguito alla riorganizzazione del calcio tedesco avvenuta nel 1933 nella Germania nazista, gioca in Gauliga Westfalen dal 1938 al termine della seconda guerra mondiale; ottiene in questo periodo un secondo posto nella prima stagione, e piazzamenti generalmente nella parte alta della graduatoria nelle restanti. Dal 1943 al 1945 si unisce temporaneamente al Prussia Bochum per formare il Kriegsspielgemeinschaft Bochum.[1]

Nel dopoguerra la città di Bochum entra a far parte della Germania Ovest, e il club viene promosso nel 1953 in Oberliga West, una delle cinque massime divisioni di questo periodo. Qui non ottiene grandi risultati, e anzi retrocede nel 1961, due anni prima della nascita della Bundesliga e della conseguente riforma del calcio tedesco. La squadra si ritrova così a giocare in una delle terze divisioni, l'Amateurliga Westfalen, ma nel 1965 approda nella Regionalliga West. Notevole in questo periodo è l'approdo alla finale della DFB-Pokal 1967-1968, anche se a vincere la coppa è il Colonia.

Il Bochum vince la seconda divisione nel 1970, dopo anni di piazzamenti al vertice, tuttavia la promozione sfugge ai play-off. Si verifica invece l'anno successivo, così il club arriva per la prima volta in Bundesliga nella stagione 1971-1972. Questa viene conclusa con un nono posto in campionato, ma a mettersi in luce è soprattutto Hans Walitza, che diventa vice-capocannoniere con ventidue gol. La squadra rimane a lungo nella massima divisione, pur classificandosi generalmente nella metà inferiore della graduatoria; nel 1977 gioca tre partite in Nazionale Franz-Josef Tenhagen, mentre il campionato 1978-1979 viene concluso con quello che sarà a lungo il miglior piazzamento, un ottavo posto. In seguito il Bochum raggiunge nuovamente la finale nella DFB-Pokal 1987-1988, dove viene sconfitto dall'Eintracht Frankfurt.

Intanto però il club comincia a classificarsi a ridosso della zona retrocessione; questa viene evitata una prima volta al termine della stagione 1989-1990 con la vittoria della sfida col Saarbrücken, ma non nel 1993, dopo ben ventidue stagioni consecutive trascorse in Bundesliga. Nei tre anni successivi il Bochum cambia sempre categoria, ottenendo però un buon quinto posto al termine della Bundesliga 1996-1997, che vale la qualificazione alla Coppa UEFA 1997-1998. Qui la squadra tedesca, in cui milita anche Dariusz Wosz, viene eliminata però negli ottavi dall'Ajax.

Il Bochum retrocede per la terza volta al secondo livello al termine della stagione 1998-1999 e, sempre con frequenti cambi di livello, ottiene un altro quinto posto nel campionato 2003-2004. Nella nuova partecipazione alla Coppa UEFA la squadra viene eliminata al primo turno dallo Standard Liegi, mentre la stagione si conclude con la retrocessione.

Il club viene però subito promosso, vincendo inoltre per la terza volta la Zweite Bundesliga; rimane altre quattro stagioni in massima divisione, campionato che abbandona nel 2010. Una nuova promozione viene sfiorata l'anno seguente, ma la squadra viene sconfitta dal Borussia Mönchengladbach nello spareggio, dopo il terzo posto ottenuto nella stagione regolare.

CronistoriaModifica

Cronistoria del Verein für Leibesübungen Bochum 1848

  • 1940-41 · 8º in Gauliga Westfalen.
  • 1941-42 · 3º in Gauliga Westfalen.
  • 1942-43 · 4º in Gauliga Westfalen.
  • 1943-44 · 6º in Gauliga Westfalen.
  • 1944-45
  • 1945-46
  • 1946-47
  • 1947-48 ·
  • 1948-49 ·
  • 1949-50 ·

  • 1950-51 ·
  • 1951-52 ·
  • 1952-53 ·
  Promosso in Oberliga West.
  Retrocesso in 2. Oberliga West·
  • 1955-56 ·
  Promosso in Oberliga West.

  Retrocesso in 2. Oberliga West·
  • 1961-62 ·
  • 1962-63 ·
  • 1963-64 · 2º in Amateurliga Westfalen.
  • 1964-65 · 1º in Amateurliga Westfalen.
  Promosso in Regionalliga West
  • 1965-66 · 12º in Regionalliga West.
  • 1966-67 · 4º in Regionalliga West.
  • 1967-68 · 5º in Regionalliga West.
Finalista nella DFB-Pokal.
  • 1968-69 · 3º in Regionalliga West.
  • 1969-70 · 1º in Regionalliga West.

  • 1970-71 · 1º in Regionalliga West.
  Promosso in Bundesliga

Finalista nella DFB-Pokal.

  Retrocesso in2. Bundesliga
  Promosso in Bundesliga
  Retrocesso in 2. Bundesliga
  Promosso in Bundesliga
Eliminato negli ottavi della Coppa UEFA dall'Ajax.
  Retrocesso in 2. Bundesliga
  Promosso in Bundesliga

  Retrocesso in 2. Bundesliga
  Promosso in Bundesliga
  Retrocesso in 2. Bundesliga
Eliminato nel primo turno della Coppa UEFA dallo Standard Liegi.
  Promosso in Bundesliga
  Retrocesso in 2. Bundesliga


Colori e simboliModifica

ColoriModifica

I colori della maglia del Bochum sono il blu, che è il colore principale, il bianco. Infine, i pantaloncini e i calzettoni sono blu.

Simboli ufficialiModifica

StemmaModifica

Il simbolo del Bochum è composto da uno scudo con una sezione blu sulla sinistra che contiene le lettere, in bianco, "VfL" e l'altra, in bianco con la scritta "Bochum 1848" in blu.

StruttureModifica

StadioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Vonovia Ruhrstadion.
 
Veduta parziale del Vonovia Ruhrstadion.

Dal 1911 il club disputa le proprie gare interne nel Vonovia Ruhrstadion, che sorge a Bochum e che può ospitare 27.599 spettatori. Più volte rimodernato ha cambiato diverse volte il nome; tra questi si ricordano rewirpowerSTADION, Ruhrstadion e prima ancora Stadion an der Castroper Straße. Nella sua storia ha ospitato inoltre alcune gare, inclusa la finale, del Campionato europeo di calcio Under-21 2004, che è stata vinta dall'Italia.

Allenatori e presidentiModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del V.f.L. Bochum 1848

Tutti gli allenatori a partire dal 1963, anno di nascita della Bundesliga[2]:

Allenatori

CalciatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del V.f.L. Bochum 1848

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1993-1994, 1995-1996, 2005-2006
1969-1970 (Regionalliga Ovest), 1970-1971 (Regionalliga Ovest)

Competizioni internazionaliModifica

1978

Altri piazzamentiModifica

Finalista: 1967-1968, 1987-1988
Semifinalista: 1981-1982
Secondo posto: 1999-2000
Terzo posto: 2001-2002, 2010-2011
Secondo posto: 1938-1939


Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionati e ai tornei internazionaliModifica

Campionati nazionaliModifica

Il Bochum ha trascorso 22 stagioni consecutive in Bundesliga; qui ha ottenuto come massimo traguardo, in due occasioni, il quinto posto: nel 1996-1997 e nel 2003-2004.

Dalla stagione 1963-1964 alla 2020-2021 compresa il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai campionati nazionali[3]:

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Bundesliga 34 1971-1972 2009-2010 34
2. Bundesliga 16 1993-1994 2020-2021 22
Regionalliga West 6 1965-1966 1970-1971
Amateurliga Westfalen 2 1963-1964 1964-1965 2

Tornei internazionaliModifica

Nei tornei internazionali il club ha raggiunto come massimo traguardo il raggiungimento degli ottavi nella Coppa UEFA 1997-1998, dove è stato battuto dall'Ajax.

Alla stagione 2020-2021 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai tornei internazionali:

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Coppa UEFA/UEFA Europa League 2 1997-1998 2004-2005

OrganicoModifica

Rosa 2020-2021Modifica

Rosa aggiornata al 18 settembre 2020.

N. Ruolo Giocatore
1   P Manuel Riemann
2   D Cristian Gamboa
3   D Danilo Soares
5   D Saulo Decarli
7   C Sebastian Maier
8   C Anthony Losilla  
9   A Simon Zoller
10   C Thomas Eisfeld
11   D Herbert Bockhorn
14   C Tom Weilandt
15   A Soma Novothny
17   A Danny Blum
19   A Tarsis Bonga
20   C Vitaly Janelt
21   A Gerrit Holtmann
23   C Robert Tesche
N. Ruolo Giocatore
24   D Vasilīs Lampropoulos
25   P Patrick Drewes
26   C Lars Holtkamp
27   C Miloš Pantović
28   A Ulrich Bapoh
29   D Maxim Leitsch
30   A Baris Ekincier
32   C Robert Žulj
33   C Moritz Römling
34   P Paul Grave
35   C Silvere Ganvoula
36   C Jan Wellers
37   D Armel Bella Kotchap
38   D Stelios Kokovas
  C Raman Chibsah

NoteModifica

  1. ^ (DE) Gauligisten B: Bi-Bu, su Deutscherfussball.info. URL consultato il 25 settembre 2020.
  2. ^ VfL Bochum » Storia Allenatore, in calcio.com. URL consultato il 15 agosto 2020.
  3. ^ (EN) VfL Bochum, in abseits-soccer.com. URL consultato il 14 agosto 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN126480892 · GND (DE10100769-3 · WorldCat Identities (ENviaf-126480892