Veronika Kudermetova

tennista russa
Veronika Kudermetova
Kudermetova RG19 (22) (48199146446).jpg
Veronika Kudermetova nel 2019
Nazionalità Russia Russia
Altezza 175 cm
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 258 – 169 (60.42%)
Titoli vinti 1 WTA, 1 WTA 125s, 4 ITF
Miglior ranking 25ª (21 febbraio 2022)
Ranking attuale 25ª (21 febbraio 2022)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2021, 2022)
Francia Roland Garros 3T (2019)
Regno Unito Wimbledon 2T (2019)
Stati Uniti US Open 1T (2019, 2020, 2021)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2021)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 228 – 114 (66.67%)
Titoli vinti 4 WTA, 4 WTA 125s, 16 ITF
Miglior ranking 9ª (31 gennaio 2022)
Ranking attuale 9ª (21 febbraio 2022)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (2022)
Francia Roland Garros 3T (2020)
Regno Unito Wimbledon F (2021)
Stati Uniti US Open SF (2020)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 4º posto (2021)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 25 aprile 2021

Veronika Ėduardovna Kudermetova (in russo: Вероника Эдуардовна Кудерметова?; Kazan', 24 aprile 1997) è una tennista russa.

In carriera si è aggiudica un titolo WTA 500, ovvero il Volvo Car Open 2021 in singolare, mentre vanta due trofei, tra cui il Premier 5 Wuhan Open 2019, vinti nella specialità del doppio.

Il 21 febbraio 2022 ha raggiunto il suo best ranking in singolare, al numero 25. In doppio, invece, ottiene un ottimo 9º posto il 31 gennaio del 2022.

CarrieraModifica

Juniores e primi anni di professionismoModifica

A livello juniores ha vinto un titolo in singolare e cinque in doppio.

Tra il 2014 e il 2018 disputa principalmente tornei dell'ITF Women's World Tennis Tour. In questi anni si aggiudica quattro tornei di singolare e sedici di doppio, conditi rispettivamente da altre quattro e undici finali. Sempre nel 2014, non ancora diciassettenne, ha debuttato in Fed Cup, opposta a Samantha Stosur, dalla quale ha perso in due set.

Disputa il suo primo torneo del WTA Tour a Taipei nel novembre 2016 e nell'edizione successiva dello stesso torneo asiatico raggiunge i suoi primi quarti di finale. Nell'aprile 2018 riesce a qualificarsi per il WTA di Stoccarda eliminando la numero 59 del ranking Hsieh Su-wei e la numero 74 Varvara Lepchenko, nel primo turno del tabellone principale sconfigge in due set la numero 25 Carla Suárez Navarro prima di essere sconfitta da Karolína Plíšková. Grazie alla classifica acquisita riesce a partecipare con più frequenza ai tornei del circuito maggiore e chiude il 2018 a ridosso della centesima posizione della classifica dopo aver cominciato la stagione alla 228ª.

2019Modifica

L’11 gennaio 2019 accede per la prima volta al tabellone principale di singolare di un torneo dello Slam, sconfiggendo nell'ultimo turno delle qualificazioni degli Australian Open Tereza Martincová, ma viene subito eliminata dalla statunitense Sophie Kenin con il punteggio di 6-3 3-6 7-5.

Il 27 maggio successivo, al primo turno del Roland Garros, ottiene contemporaneamente la sua prima vittoria in uno slam e contro una Top 20 battendo sul Philippe Chatrier l'ex numero uno del ranking Caroline Wozniacki, per 0-6, 6-3, 6-3.

2020: top 40 in singolo; prima semifinale Slam in doppio e top 30Modifica

Apre la nuova stagione con la sconfitta al terzo di qualificazione a Brisbane per mano di Marie Bouzková, mentre precedentemente si era imposta su Barbara Haas e Natal'ja Vichljanceva. Si presenta agli Australian Open, venendo rimontata da Sara Sorribes Tormo con il punteggio di 6-2 1-6 1-6. In coppia con Alison Riske, invece, raggiunge il terzo turno, fermate dalle Top 10 Elise Mertens ed Aryna Sabalenka. In seguito, si aggiudica il match d'esordio a San Pietroburgo contro Julija Putinceva (7-6 1-6 7-5), per poi cedere alla seconda testa di serie Kiki Bertens, la quale le lascia tre games. Superati i tre turni di qualificazione ai danni di Sarah Beth Grey, Tereza Martincová e Bethanie Mattek-Sands, accede al tabellone principale di Dubai. Qui rimonta a fatica Dajana Jastrems'ka, ma cede a Garbiñe Muguruza. A Doha supera Kristina Mladenovic per 7-6 0-6 6-3, mentre viene fermata in tre sets da Belinda Bencic.

Dopo la sospensione del circuito a causa della Pandemia di COVID-19 del 2019-2021, torna in campo a luglio allo Sparta Prague Open, subendo una pesante sconfitta da parte di Eugenie Bouchard, la quale le infligge anche un bagel. Vola a New York per il Western & Southern Open, che vista la contingenza viene disputato in un bolla negli stessi stadi dello US Open. Dopo aver rimontato con difficoltà Ajla Tomljanović per 7-5 al terzo parziale, si impone a sorpresa sulla numero due del mondo e prima testa di serie, Karolína Plíšková, con il punteggio di 7-5 6-4. Verrà poi estromessa per mano di Elise Mertens. In coppia con la connazionale Anna Blinkova, esce di scena nei quarti di finale contro la coppia Nicole Melichar/Xu Yifan. Il 2 agosto, accreditata della ventinovesima testa di serie, affronta nel primo turno dello Slam newyorkese Iga Świątek perdendo in due set; tuttavia, insieme a Blinkova, raggiunge la prima semifinale di uno Slam in carriera, dove cedono a Vera Zvonarëva e Laura Siegemund.

Tornata in Europa, esce di scena all'esordio a Roma contro Barbora Strýcová, mentre insieme a Kateřina Siniaková raggiunge i quarti di finale. Si presenta all'Open di Francia e imponendosi sulla giocatrice di casa Pauline Parmentier, raccoglie la prima vittoria Slam del 2020. Nonostante ciò, verrà poi sconfitta dalla tredicesima testa di serie Petra Martić. In seguito, prende parte alle qualificazioni nel nuovo torneo di categoria Premier a Ostrava, lo J&T Banka Ostrava Open. Dopo due comode vittorie su Stefanie Vögele ed Arantxa Rus, si sbarazza nel tabellone principale di Donna Vekić e vince nuovamente contro Karolína Plíšková.[1] Ciò nonostante, viene rimontata a sua volta da una ritrovata Jennifer Brady.[2] Per concludere la stagione, prende parte al torneo di Linz; raggiunge i quarti grazie alle vittorie su Barbara Haas con un doppio bagel e su Arantxa Rus per 6-4 1-6 6-3, per poi cedere ad Elise Mertens.

2021Modifica

Singolare: primo titolo WTA '500', best ranking e terza finale WTAModifica

Apre la nuova stagione con partecipando al WTA 500 di Abu Dhabi, dove elimina in successione Anett Kontaveit, decima testa di serie, la qualificata italiana Bianca Turati, Paula Badosa in tre set, la seconda testa di serie Elina Svitolina, centrando la quarta vittoria in carriera su una top 10, e in semifinale la giovane ucraina Marta Kostyuk, con lo score di 7-6(8) 6-4 annullando anche un set point nel tie-break del primo set; accede così alla sua prima finale WTA della carriera, dove trova la bielorussa Aryna Sabalenka, testa di serie n°4, ma qui con un doppio 2-6. Agli Australian Open, per la seconda volta in carriera, è accreditata di una testa di serie, la 32. Al primo turno batte Marta Kostyuk in due set; al secondo, elimina la connazionale Gracheva in rimonta (5-7 6-2 6-2). La sua avventura si interrompe al terzo round, nettamente sconfitta da Simona Halep. Chiude la trasferta australiana all'Adelaide International, dove cede all'esordio a Shelby Rogers in due set. Dopo un primo turno a Doha e un secondo turno a Dubai, la russa raggiunge i quarti di finale a San Pietroburgo, dove si arrende alla connazionale Kasatkina. A Miami, dopo il bye all'esordio, si impone su Danielle Collins prima di essere superata da Aryna Sabalenka.

La settimana successiva, Veronika prende parte al Volvo Car Open di Charleston, dove dà inizio alla stagione su terra: da 15° testa di serie, la russa esordisce con un comodo successo su Desirae Krawczyk (6-1 6-2); al secondo turno, rifila un doppio 6-4 alla wild-card locale Navarro mentre agli ottavi batte nettamente Kurumi Nara (6-0 6-3). Ai quarti di finale, elimina la campionessa del 2016 Sloane Stephens per 6-3 6-4 e, in semifinale, estromette con un duplice 6-3 la spagnola Badosa. Kudermetova raggiunge così la sua seconda finale WTA del 2021: a differenza di quanto successo a gennaio, questa volta la russa vince la finale contro Danka Kovinic (6-4 6-2) e si porta a casa il primo titolo in carriera nel circuito maggiore.[3] Grazie a questo trionfo, Kudermetova entra in top-30, issandosi al n°29 del ranking mondiale, suo nuovo best-ranking.[4] Poco dopo, Veronika si presenta a Istanbul, dove è accreditata della testa di serie n°3: al primo turno, sopravvive a una battaglia contro Bernarda Pera, vinta solo al tie-break del terzo set, ed al secondo batte Kaia Kanepi accedendo ai quarti, dove si impone su Ana Bogdan. In semifinale, viene sconfitta da Elise Mertens che interrompe così la serie di nove vittorie consecutive della russa nel circuito WTA. A Madrid, elimina Elena Vesnina e Kiki Bertens in due set, approdando agli ottavi, dove si arrende a Petra Kvitová per 6-4 al terzo set. Anche a Roma arriva agli ottavi di finale, dove viene estromessa dalla n°1 del mondo Ashleigh Barty. Al Roland Garros, batte la semifinalista del 2018 Amanda Anisimova per 7-6(5) 6-1 prima di cedere a Kateřina Siniaková in tre set lottati.

Kudermetova dà avvio a Berlino la sua stagione su erba: si impone sulla testa di serie n°8 Karolina Muchová (7-6(5) 5-7 6-2) per poi perdere dalla futura campionessa Ljudmila Samsonova. Non figura bene a Eastbourne e a Wimbeldon, dove esce in entrambi i casi all'esordio. Alle Olimpiadi di Tokyo, Veronika viene eliminata da Muguruza all'esordio (5-7 5-7).A Montréal, batte Putinceva (1-6 6-2 6-4) prima di perdere da Sakkari (4-6 7-5 4-6). Anche a Cincinnati raggiunge il secondo turno, dove viene estromessa da Kvitová (2-6 4-6). Agli US Open, da testa di serie n°29, viene eliminata all'esordio da Sorana Cirstea, per 6(5)-7 6-3 0-6. Ad Ostrava si arrende al primo turno contro Rybakina (1-6 3-6). A Chicago supera due turni, sconfiggendo Kalinskaja (7-6(8) 4-6 6-2) e Dart (6-3 6-4); agli ottavi, cede nuovamente a Rybakina, ancora in due set. A Indian Wells, rimedia una brutta sconfitta al secondo turno contro Iga Świątek, che le lascia un game (1-6 0-6); a Mosca e Linz esce di scena al secondo turno. Termina l'anno al n°31 del mondo, chiudendo in tp-50 per il terzo anno consecutivo.

Doppio: finale a Wimbledon e a Indian Wells e quarto posto ai Giochi olimpiciModifica

In doppio, Kudermetova coglie un quarto di finale ad Abu Dhabi, con Potapova, e due semifinali al Gippsland Trophy di Melbourne, con Blinkova, e a Dubai, insieme a Babos. Ad aprile, con Elise Mertens, la russa trionfa a Instanbul, battendo in finale Hibino/Ninomiya per 6-1 6-1; per Veronika è il sesto titolo WTA, il primo in un WTA '250' e il primo sulla terra.

Dopo i quarti a Roma, si sposta sull'erba, dove trova la quarta semifinale stagionale a Berlino con Vondroušová; nella circostanza, le due cedono a Schuurs/Melichar per 5-7 3-6. A Wimbledon decide di fare coppia con la connazionale Vesnina: dopo due comode vittorie su Rybakina/Pavljučenkova e su Mattek-Sands/Mirza, battono in tre set McNally/Gauff. Nei quarti superano le campionesse del Roland Garros Krejčíková/Siniaková dopo una battaglia di due ore e quarantatre minuti, terminata con lo score di 6(6)-7 6-4 9-7 e in semifinale si impongono su Dolehide/Sanders nuovamente in tre parziali raggiungendo la prima finale slam della carriera assieme (la prima in assoluto per Kudermetova). Nell'ultimo atto, trovano Hsieh/Mertens: le russe vincono il primo parziale per 6-3 e si portano avanti di un break nel secondo; Kudermetova/Vesnina hanno un match point sul 6-3 5-3 in risposta. Hsieh lo annulla dopo uno scambio prolungato e, successivamente, la coppia belgo-taipeiana si porta a casa il set per 7-5. Nella partita decisiva, le russe cedono per 7-9, perdendo il match con lo score di 6-3 5-7 7-9.

Ai Giochi olimpici di Tokyo, Kudermetova partecipa in doppio sempre con Vesnina: le russe eliminano Friedsam/Siegemund, Bertens/Schuurs e Kičenok/Kičenok; in semifinale vengono battute da Krejčíková/Siniaková, che si prendono la rivincita rispetto al match di Wimbledon; le russe disputano così la finalina per il bronzo, dove affrontano le brasiliane Stefani/Pigossi ed a sorpresa vengono sconfitte dalle sudamericane, con lo score di 6-4 4-6 [9-11]. Kudermetova chiude al 4º posto, non conquistando medaglie. Con Rybakina, Veronika coglie la semifinale alla Rogers Cup cedendo a Dabrowski/Stefan e a fine anno colgono la prima finale assieme nel prestigioso WTA '1000' di Indian Wells, dove escono sconfitte nel confronto con la coppia Hsieh/Mertens in due parziali.

Grazie all'ottima stagione, chiude il 2021 al n°14 del mondo, avvicinando la top-10 con il suo best ranking (n°11).

2022Modifica

Singolare: finali a Melbourne, Dubai e Istanbul e Best RankingModifica

Veronika gioca il primo torneo stagionale al Melbourne Summer Set 1, dove è terza testa di serie; nei primi due turni elimina Kužmova e Madison Brengle mentre ai quarti si impone su Potapova, raggiungendo la prima semifinale nel circuito maggiore dal torneo di Istanbul dell'aprile 2021. Nel penultimo atto approfitta del walkover di Naomi Ōsaka, conquistando la quarta finale WTA della carriera, ma qui cede a Simona Halep per 2-6 3-6. Successivamente, prende parte all'Australian Open, dove è accreditata della testa di serie n°28 ed estromette Claire Liu e la romena Ruse, replicando il terzo turno del 2021, suo miglior risultato nello slam oceanico. Qui incontra la quinta giocatrice del seeding Maria Sakkarī, che la sconfigge con un netto 4-6 1-6.

Dopo un primo turno a San Pietroburgo, la russa partecipa al WTA 500 di Dubai: estromette le due ex-numero 1 del mondo Azaranka e Muguruza, cogliendo il secondo quarto della stagione, dove trova Jil Teichmann. In quasi due ore e mezza di gioco, Veronika supera la svizzera e nel penultimo atto, Kudermetova approfitta ancora una volta di un walkover, in questo caso ndi Markéta Vondroušová, conquistando così la seconda finale stagionale, dalla quale esce ancora sconfitta per mano di Jeļena Ostapenko in due set. A Indian Wells raggiunge i quarti di finale da 21ª testa di serie, battendo, dopo il bye, Naomi Ōsaka (6-0 6-4), Marie Bouzková (6-4 0-2 e ritiro) e la n°30 del seeding Markéta Vondroušová (7-6(5) 6(5)-7 7-5). Tra le ultime otto, cede alla campionessa in carica Paula Badosa, con il punteggio di 3-6 2-6. A Miami, sempre da 21° testa di serie, elimina Gálfi e Rogers successivamente al bye; agli ottavi, viene estromessa da Petra Kvitová, non sfruttando un vantaggio di 4-0 nel secondo parziale. Il 4 aprile, Kudermetova raggiunge il suo best-ranking al n°22 del mondo

Sulla terra, Veronika gioca il suo primo torneo a Istanbul: dopo un comodo successo su Mel'nikova (6-2 6-0), approfitta del walkover di Bogdan per poi imporsi su Bondár in due tie-breaks; in semifinale, supera la n°2 del seeding Sorana Cîrstea con un duplice 6-3, guadagnandosi la sua terza finale WTA dell'anno, la prima in assoluto sul rosso. Come successo nelle altre due circostanze nel corso della stagione, anche in questo caso Kudermetova non riesce a portare a casa il titolo, perdendo da Potapova per 3-6 1-6. A Madrid e Roma esce di scena al primo turno.

Doppio: vittorie a Dubai e Roma, finale a Miami e semifinale all'Australian Open; top-5Modifica

In doppio, coglie con Mertens due ottimi risultati all'Australian Open e a Dubai: nel primo slam annuale, le due raggiungono la semifinale, dove cedono solo a Krejčíková/Siniaková, che poi trionferanno. Negli Emirati, Mertens/Kudermetova trovano il loro primo titolo stagionale, il secondo assieme, sconfiggendo in finale Ostapenko/Kičenok per 6-1 6-3. Grazie al buonissimo inizio di stagione, Veronika entra nella top-10 mondiale per la prima volta in carriera, piazzandosi al 9º posto del ranking. A Doha, Veronika ed Elise trovano la seconda finale dell'anno, perdendo appena 12 games in tre match. Tuttavia, nell'ultimo atto, le due si arrendono alle americane Gauff/Pegula, per [5-10] al super-tiebreak. A Miami, la coppia russo-belga giunge alla terza finale del 2022: come successo in Qatar, anche in Florida le due non vincono il titolo, cedendo il passo a Zvonarëva/Siegemund in due set tirati. Sulla terra di Roma, Veronika decide di giocare assieme alla connazionale Anastasija Pavljučenkova: le due riescono a conquistare il titolo, superando nell'ultimo atto le campionesse in carica Olmos/Fichman per [10-7] al super-tiebreak. Per Kudermetova è il primo titolo di livello '1000' in carriera. Grazie all'ottimo periodo di forma, al russa raggiunge la 4° posizione del ranking mondiale.

Statistiche WTAModifica

SingolareModifica

Vittorie (2)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Dal 2021
WTA 1000 (0)
WTA 500 (1)
WTA 250 (0)
WTA 125 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 16 marzo 2019   Abierto Zapopan, Guadalajara Cemento   Marie Bouzková 6-2, 6-0
2. 11 aprile 2021   Volvo Car Open, Charleston Terra verde   Danka Kovinić 6-4, 6-2

Sconfitte (4)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Dal 2021
WTA 1000 (0)
WTA 500 (2)
WTA 250 (2)
WTA 125 (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 13 gennaio 2021   Abu Dhabi WTA Women's Tennis Open, Abu Dhabi Cemento   Aryna Sabalenka 2-6, 2-6
2. 9 gennaio 2022   Melbourne Summer Set, Melbourne Cemento   Simona Halep 2-6, 3-6
3. 19 febbraio 2022   Dubai Tennis Championships, Dubai Cemento   Jeļena Ostapenko 0-6, 4-6
4. 24 aprile 2022   Istanbul Cup, Istanbul Terra rossa   Anastasija Potapova 3-6, 1-6

DoppioModifica

Vittorie (8)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Dal 2009 al 2020 Dal 2021
Premier Mandatory (0) WTA 1000 (1)
Premier 5 (1)
Premier (0) WTA 500 (1)
International (0) WTA 250 (1)
WTA 125 (4)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 20 novembre 2016   OEC Taipei Ladies Open, Taipei Sintetico (i)   Natela Dzalamidze   Chang Kai-chen
  Chuang Chia-jung
4-6, 6-3, [10-5]
2. 19 novembre 2017   OEC Taipei Ladies Open, Taipei (2) Sintetico (i)   Aryna Sabalenka   Monique Adamczak
  Naomi Broady
2-6, 7-6(5), [10-6]
3. 4 novembre 2018   Mumbai Open, Mumbai Cemento   Natela Dzalamidze   Bibiane Schoofs
  Barbora Štefková
6-4, 7-6(4)
4. 11 novembre 2018   Engie Open de Limoges, Limoges Cemento (i)   Galina Voskoboeva   Timea Bacsinszky
  Vera Zvonarëva
7-5, 6-4
5. 28 settembre 2019   Wuhan Open, Wuhan Cemento   Duan Yingying   Elise Mertens
  Aryna Sabalenka
7-6(2), 6-2
6. 25 aprile 2021   Istanbul Cup, Istanbul Terra rossa   Elise Mertens   Nao Hibino
  Makoto Ninomiya
6-1 6-1
7. 19 febbraio 2022   Dubai Tennis Championships, Dubai Cemento   Elise Mertens   Ljudmyla Kičenok
  Jeļena Ostapenko
6-1, 6-3
8. 15 maggio 2022   Internazionali BNL d'Italia, Roma Terra rossa   Anastasija Pavljučenkova   Gabriela Dabrowski
  Giuliana Olmos
1-6, 6-4, [10-7]

Sconfitte (6)Modifica

Legenda
Grande Slam (1)
Argenti olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Dal 2009 al 2020 Dal 2021
Premier Mandatory (0) WTA 1000 (3)
Premier 5 (0)
Premier (1) WTA 500 (0)
International (1) WTA 250 (0)
WTA 125 (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 7 aprile 2019   Volvo Car Open, Charleston Terra verde   Irina Chromačëva   Anna-Lena Grönefeld
  Alicja Rosolska
6(7)-7, 2-6
2. 14 aprile 2019   Ladies Open Lugano, Lugano Terra rossa   Galina Voskoboeva   Sorana Cîrstea
  Andreea Mitu
6-1, 2-6, [8-10]
3. 10 luglio 2021   Torneo di Wimbledon, Londra Erba   Elena Vesnina   Hsieh Su-wei
  Elise Mertens
6-3, 5-7, 7-9
31 luglio 2021   4º posto ai Giochi olimpici, Tokyo Cemento   Elena Vesnina   Laura Pigossi
  Luisa Stefani
6-4, 4-6, [9-11]
4. 16 ottobre 2021   BNP Paribas Open, Indian Wells Cemento   Elena Rybakina   Hsieh Su-wei
  Elise Mertens
6(1)-7, 3-6
5. 25 febbraio 2022   Qatar Total Open, Doha Cemento   Elise Mertens   Coco Gauff
  Jessica Pegula
6-3, 5-7, [5-10]
6. 3 aprile 2022   Miami Open, Miami Gardens Cemento   Elise Mertens   Laura Siegemund
  Vera Zvonarëva
6(3)-7, 5-7

Statistiche ITFModifica

SingolareModifica

Vittorie (4)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (3)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 8 marzo 2014   Astana Womens, Astana Cemento (i)   Ol'ga Dorošina 7-6(2), 7-6(3)
2. 11 luglio 2016   Internazionali di Imola, Imola Sintetico   Michaëlla Krajicek 6-4, 6-2
3. 5 settembre 2016   Telavi Open, Telavi Terra rossa   Deniz Khazaniuk 7-5, 6-4
4. 11 marzo 2018   Keio Challenger Women's International Tennis Tournament, Yokohama Cemento   Harriet Dart 6-2, 6-4

Sconfitte (4)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (3)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 1º marzo 2014   Astana Womens, Astana Cemento (i)   Ol'ga Dorošina 7-6(5), 4-6, 6(6)-7
2. 7 giugno 2015   Andijan Womens, Andijan Cemento   Barbora Štefková 5-7, 3-6
3. 28 maggio 2016   Andijan Womens, Andijan Cemento   Sabina Sharipova 5-7, 0-6
4. 31 luglio 2016   President's Cup, Astana Cemento   Alyona Sotnikova 2-6, 3-6

DoppioModifica

Vittorie (16)Modifica

Torneo $100.000 (3)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (1)
Torneo $50.000 (2)
Torneo $25.000 (8)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (2)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 29 giugno 2013   Shymkent Womens, Şımkent Terra rossa   Margarita Lazareva   Yekaterina Gubanova
  Dar'ja Lodikova
6-4, 6-2
2. 12 agosto 2013   Kazan Summer Cup, Kazan' Cemento   Evgenija Rodina   Aleksandra Artamonova
  Martina Borecká
5-7, 6-0, [10-8]
3. 28 aprile 2014   Andijan Womens, Andijan Cemento   Albina Khabibulina   Polina Monova
  Yana Sizikova
6-4, 7-6(5)
4. 8 settembre 2014   Summer Cup, Mosca Terra rossa   Xenia Knoll   Aleksandra Artamonova
  Polina Monova
7-6(10), 7-5
5. 3 agosto 2015   Summer Cup, Mosca Terra rossa   Natela Dzalamidze   Oleksandra Korašvili
  Valerija Strakhova
6-3, 6-3
6. 9 novembre 2015   Pavlov Cup, Minsk Cemento (i)   Başak Eraydın   Anastasija Frolova
  Ekaterina Jašina
6-3, 6-1
7. 11 gennaio 2016   Daytona Beach Open, Daytona Beach Terra verde   Natela Dzalamidze   Sharon Fichman
  Carol Zhao
6-4, 6-3
8. 4 aprile 2016   Karshi Womens, Qarshi Cemento   Natela Dzalamidze   Ksenija Lykina
  Polina Monova
4-6, 6-4, [10-7]
9. 20 giugno 2016   Summer Cup, Mosca Terra rossa   Natela Dzalamidze   Anna Morgina
  Ganna Poznikhirenko
6-1, 6-2
10. 25 luglio 2016   President's Cup, Astana Cemento   Natela Dzalamidze   Polina Monova
  Yana Sizikova
6-2, 6-3
11. 5 settembre 2016   Telavi Open, Telavi Terra rossa   Natela Dzalamidze   Tatia Mikadze
  Sofia Šapatava
6-4, 6-2
12. 24 ottobre 2016   Bank of Liuzhou Cup, Liuzhou Cemento   Aleksandra Pospelova   Jacqueline Cako
  Sabina Sharipova
6-2, 6-4
13. 13 aprile 2017   Lale Cup, Istanbul Cemento   İpek Soylu   Ksenija Lykina
  Polina Monova
4-6, 7-5, [11-9]
14. 10 giugno 2017   Open GDF SUEZ de Marseille, Marsiglia Terra rossa   Natela Dzalamidze   Dalma Gálfi
  Dalila Jakupović
7-6(5), 6-4
15. 17 luglio 2017   President's Cup, Astana Cemento   Natela Dzalamidze   Ysaline Bonaventure
  Naomi Broady
6-2, 6-0
16. 23 settembre 2017   Kivenappa Ladies Cup, San Pietroburgo Cemento (i)   Anna Blinkova   Belinda Bencic
  Michaela Hončová
6-3, 6-1

Sconfitte (11)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (11)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 23 giugno 2013   Lenzerheide Open, Lenzerheide Terra rossa   Diāna Marcinkēviča   Belinda Bencic
  Kateřina Siniaková
0–6, 2–6
2. 22 febbraio 2014   Winter Moscow Open, Mosca Cemento (i)   Svjatlana Piraženka   Valentina Ivachnenko
  Kateryna Kozlova
6(6)–7, 4–6
3. 14 aprile 2014   Karshi Womens, Qarshi Cemento   Ekaterina Byčkova   Albina Khabibulina
  Anastasyja Vasyl'eva
6–2, 5–7, [4–10]
4. 30 giugno 2014   Thermphos Challenger Zeeland, Middelburg Terra rossa   Evgenija Rodina   Angelique van der Meet
  Bernice van de Velde
6(4)–7, 6–3, [5–10]
5. 16 febbraio 2015   Winter Moscow Open, Mosca Cemento (i)   Natela Dzalamidze   Lidzija Marozava
  Anastasyja Vasyl'eva
4–6, 4–6
6. 5 giugno 2015   Andijan Womens, Andijan Cemento   Ksenija Lykina   Nigina Abduraimova
  Hiroko Kuwata
6–4, 6(5)–7, [9–11]
7. 13 giugno 2015   Namangan Womens, Namangan Cemento   Ksenija Lykina   Anastasija Komardina
  Džulija Terzijska
6(2)–7, 5–7
8. 21 agosto 2015   Kivennapa Ladies Cup, San Pietroburgo Terra rossa   Natela Dzalamidze   Carolin Daniels
  Lidzija Marozava
4–6, 6–4, [6–10]
9. 23 gennaio 2016   Wesley Chapel Women's Open, Wesley Chapel Terra verde   Natela Dzalamidze   Ingrid Neel
  Natal'ja Vichljanceva
6–4, 6(4)–7, [6–10]
10. 21 febbraio 2016   ONGC-GAIL Delhi Open, Nuova Delhi Cemento   Natela Dzalamidze   Hsu Ching-wen
  Lee Ya-hsuan
0–6, 6–0, [6–10]
11. 4 giugno 2016   Namangan Womens, Namangan Cemento   Tereza Mihalíková   Ksenija Lykina
  Polina Monova
6–3, 3–6, [5–10]

NoteModifica

  1. ^ WTA Ostrava: Kudermetova sorprende Pliskova, su stadiosport.it, 23 ottobre 2020.
  2. ^ (EN) Brady bounces Kudermetova to reach Ostrava semifinals, su wtatennis.com, 23 ottobre 2020.
  3. ^ (EN) Courtney Nguyen, Champions Corner: Inside Kudermetova's perfect week in Charleston, su wtatennis.com, 12 aprile 2021. URL consultato il 7 aprile 2021.
  4. ^ Claudio Gilardelli, WTA Ranking: Kudermetova in top 30, la Francia esce dalle top 50 dopo oltre trent’anni, su ubitennis.com, 12 aprile 2021. URL consultato il 7 aprile 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica