Apri il menu principale
Nissa
Sede vescovile titolare
Dioecesis Nyssena
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Nissa
Mappa della diocesi civile del Ponto (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita XVIII secolo
Stato Turchia
Diocesi soppressa di Nissa
Suffraganea di Cesarea
Eretta ?
Soppressa ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche
San Gregorio di Nissa: affresco nella chiesa di Chora ad Istanbul.

La diocesi di Nissa (in latino: Dioecesis Nyssena) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Indice

StoriaModifica

Nissa, che corrisponde alla città di Nevşehir nell'odierna Turchia, è un'antica sede episcopale della provincia romana della Cappadocia Prima nella diocesi civile del Ponto. Faceva parte del patriarcato di Costantinopoli ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Cesarea.

Il primo vescovo noto di Nissa è san Gregorio, fratello di san Basilio, metropolita di Cesarea nella seconda metà del IV secolo. All'incirca all'epoca del concilio di Efeso del 431, la sede nissena era occupata dal vescovo Eraclide. Musonio prese parte al cosiddetto "brigantaggio" di Efeso del 449. Giovanni I partecipò al secondo concilio di Costantinopoli nel 553. Giovanni II intervenne al terzo concilio di Costantinopoli nel 680. Paolo era presente al concilio detto in Trullo nel 692. Giovanni III assistette al secondo concilio di Nicea nel 787. Ignazio partecipò al Concilio di Costantinopoli dell'879-880 che riabilitò il patriarca Fozio di Costantinopoli. Nel X secolo sono noti due vescovi, Germano, scrittore ecclesiastico, e Basilio, il cui nome è stato restituito da un sigillo episcopale.

Oggi Nissa sopravvive come sede vescovile titolare; la sede è vacante dal 7 ottobre 2012.

Cronotassi dei vescovi greciModifica

  • San Gregorio † (circa 372 - 394)
  • Eraclide † (menzionato nel 431 circa)
  • Musonio † (menzionato nel 449)
  • Giovanni I † (menzionato nel 553)
  • Giovanni II † (menzionato nel 680)
  • Paolo † (menzionato nel 692)
  • Giovanni III † (menzionato nel 787)
  • Ignazio † (menzionato nell'879 circa)
  • Germano †
  • Basilio † (circa X secolo)[1]

Cronotassi dei vescovi titolariModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi