Apri il menu principale
Vessels
ArtistaStarset
Tipo albumStudio
Pubblicazione20 gennaio 2017
Durata70:23
Dischi1
Tracce15
Genere[1]Rock alternativo
Rock elettronico
EtichettaRazor & Tie
ProduttoreRob Graves
Registrazione2016, Black Birch Studios, Kennebunk (Maine)
Batteria: NRG Studios, Los Angeles (California)
Strumenti ad arco: Little Big Sound, Nashville (Tennessee)
FormatiCD, 2 LP, download digitale, 2 CD, 3 LP
Starset - cronologia
Album precedente
(2014)
Album successivo
(2019)
Singoli
  1. Monster
    Pubblicato: 4 novembre 2016
  2. Satellite
    Pubblicato: 8 agosto 2017
  3. Ricochet
    Pubblicato: 25 aprile 2018
  4. Bringing It Down
    Pubblicato: 17 agosto 2018
  5. Die for You
    Pubblicato: 23 agosto 2018
  6. Starlight
    Pubblicato: 31 agosto 2018
  7. Love You to Death
    Pubblicato: 7 settembre 2018
  8. Telepathic
    Pubblicato: 20 settembre 2018

Vessels è il secondo album in studio del gruppo musicale statunitense Starset, pubblicato il 20 gennaio 2017 dalla Razor & Tie.[2]

Il 28 settembre 2018 l'album è stato ripubblicato dalla Fearless Records sotto il titolo di Vessels 2.0, contenente nove brani aggiuntivi tra versioni acustiche e remixate, oltre alla reinterpretazione di Love You to Death dei Type O Negative.[3]

TracceModifica

  1. The Order – 1:07 (musica: Dustin Bates)
  2. Satellite – 3:59 (Dustin Bates, Joe Rickard)
  3. Frequency – 4:41 (Dustin Bates, Paul Trust, Rob Graves)
  4. Die for You – 5:17 (Dustin Bates, Daniel Ticotin)
  5. Ricochet – 5:10 (Dustin Bates, Joe Rickard)
  6. Starlight – 4:47 (Dustin Bates, Daniel Ticotin)
  7. Into the Unknown – 4:30 (Dustin Bates, Mitch Marlow)
  8. Gravity of You – 4:46 (Dustin Bates, Josh Baker, Rob Graves)
  9. Back to the Earth – 4:13 (Dustin Bates, Joe Rickard)
  10. Last to Fall – 5:03 (Dustin Bates, Daniel Ticotin, Rob Graves)
  11. Bringing It Down – 5:48 (Dustin Bates, Paul Trust, Rob Graves)
  12. Unbecoming – 4:10 (Dustin Bates, Josh Baker)
  13. Monster – 4:16 (Dustin Bates, Johnny Andrews, Rob Graves)
  14. Telepathic – 4:42 (Dustin Bates, Daniel Ticotin, Jeff Halavacas, Rob Graves)
  15. Everglow – 7:54 (Dustin Bates, Joe Rickard, Rob Graves)
Tracce bonus in Vessels 2.0
  1. Bringing It Down (Version 2.0) – 4:58 (Dustin Bates, Paul Trust, Rob Graves)
  2. Die for You (Acoustic Version) – 4:28 (Dustin Bates, Daniel Ticotin)
  3. Telepathic (Acoustic Version) – 3:51 (Dustin Bates, Daniel Ticotin, Jeff Halavacas, Rob Graves)
  4. Starlight (Acoustic Version) – 4:46 (Dustin Bates, Daniel Ticotin)
  5. Ricochet (Acoustic Version) – 4:51 (Dustin Bates, Joe Rickard)
  6. Satellite (Acoustic Version) – 3:48 (Dustin Bates, Joe Rickard)
  7. Love You to Death – 5:30 (Peter Steele)originariamente interpretata dai Type O Negative
  8. Telepathic (Not Your Dope Remix) – 3:37 (Dustin Bates, Daniel Ticotin, Jeff Halavacas, Rob Graves)
  9. Satellite (TRAILS Remix) – 2:49 (Dustin Bates, Joe Rickard)

FormazioneModifica

Gruppo
Altri musicisti
  • Josh Baker – programmazione aggiuntiva
  • Paul Trust – programmazione aggiuntiva
  • Rob Graves – chitarra
  • Joe Rickard – batteria
  • Igor Khoroshev – arrangiamento strumenti ad arco e orchestrali
  • David Davidson – violino
  • David Angell – violino
  • Elizabeth Lamb – viola
  • Anthony Lamarchina – violoncello
Produzione
  • Rob Graves – produzione, ingegneria del suono
  • Ben Grosse – missaggio
  • Bob Ludwig – mastering
  • Mike Plotnikoff – ingegneria del suono, registrazione batteria
  • Justin Spotswood – ingegneria del suono
  • Bobby Shin – registrazione strumenti ad arco
  • Paul Decarli – montaggio digitale
  • Josh Baker – pre-produzione aggiuntiva
  • Joe Rickard – pre-produzione aggiuntiva
  • Shaj Ticotin – pre-produzione aggiuntiva
  • Paul Trust – pre-produzione aggiuntiva

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) James Christopher Monger, Vessels, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  2. ^ (EN) STARSET To Release 'Vessels' Album In January; Listen To 'Monster' Single, Blabbermouth.net, 4 novembre 2016. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  3. ^ (EN) Starset announces "Vessels 2.0" deluxe album, ABC News, 17 agosto 2018. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  4. ^ a b (NL) Starset - Vessels, Ultratop. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  5. ^ (EN) Starset - Chart history (Billboard Canadian Albums), Billboard. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  6. ^ (EN) Starset - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  7. ^ (EN) Starset - Chart history (Alternative Albums), Billboard. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  8. ^ (EN) Starset - Chart history (Digital Albums), Billboard. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  9. ^ (EN) Starset - Chart history (Hard Rock Albums), Billboard. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  10. ^ (EN) Starset - Chart history (Top Rock Albums), Billboard. URL consultato il 9 dicembre 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock