Apri il menu principale

Vico nel Lazio

comune italiano
Vico nel Lazio
comune
Vico nel Lazio – Stemma
Vico nel Lazio – Veduta
Veduta di Vico nel Lazio
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
ProvinciaProvincia di Frosinone-Stemma.png Frosinone
Amministrazione
SindacoClaudio Guerriero (Uniti per Vico) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate41°47′N 13°21′E / 41.783333°N 13.35°E41.783333; 13.35 (Vico nel Lazio)Coordinate: 41°47′N 13°21′E / 41.783333°N 13.35°E41.783333; 13.35 (Vico nel Lazio)
Altitudine721 m s.l.m.
Superficie45,85 km²
Abitanti2 234[1] (31-12-2015)
Densità48,72 ab./km²
FrazioniPitocco
Comuni confinantiAlatri, Collepardo, Guarcino, Morino (AQ)
Altre informazioni
Cod. postale03010
Prefisso0775
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT060087
Cod. catastaleL843
TargaFR
Cl. sismicazona 2B (sismicità media)
Nome abitantivichensi
Patronosan Giorgio
Giorno festivo23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vico nel Lazio
Vico nel Lazio
Vico nel Lazio – Mappa
Posizione del comune di Vico nel Lazio nella provincia di Frosinone
Sito istituzionale

Vico nel Lazio è un comune italiano di 2 234 abitanti della provincia di Frosinone nel Lazio, nella Media Valle Latina.

Indice

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Vico nel Lazio è situato su un colle calcareo a 721 m s.l.m. sulla catena montuosa dei Monti Ernici. Proprio nel territorio comunale di Vico nel Lazio, con i suoi 1.952 metri, si trova il monte Monna, una delle vette più alte degli Ernici.

ClimaModifica

Classificazione climatica: zona E, 2418 GR/G

StoriaModifica

Le origini di Vico del Lazio restano oscure: da vari documenti risalenti intorno all'anno 1000 emergono alcuni dati tali da far ritenere che il castello fosse già esistente.

Situato in una zona certamente strategica il suo aspetto e la posizione dominatrice sul territorio, dimostra il classico aspetto di castello medioevale dalle caratteristiche difensive con una particolarità

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
Chiesa di San Michele Arcangelo
 
Particolare della cinta muraria

Architetture religioseModifica

  • La chiesa romanica di Santa Maria risalente al XIII secolo e dedicata alla Madonna del Rosario con cripta
  • la collegiata di San Michele Arcangelo del 1200, restaurata nel 1800, che è anche la chiesa principale dal quale l'ultima domenica di luglio esce e viene portata per le vie del borgo la statua a mezzo busto del santo patrono Giorgio Martire, accompagnata dalle confraternite del paese.
  • Santuario Madonna del Campo esterno al paese del XV-XVI secolo con prezioso affresco della Trinità.
  • Chiesa del Carmine o della Trinità fuori le mura nei pressi di Porta Orticelli con dipinto madonna sull'altare
  • Chiesa di Sant'Antonio abate chiesa rurale isolata ad unica navata con affreschi sull'altare.

Architetture civiliModifica

  • Palazzo del governatore, anticamente dimora dei Colonna (prima) e dei Tolomei (dopo) ed edificato nel XIII secolo. Il paese di Vico venne ceduto dai Colonna ai Tolomei nel '500, insieme ad altri paesi ernici.

Architetture militariModifica

  • Cinta muraria, intatta, che racchiude il borgo medioevale rimasto completamente immutato. La cinta muraria dell'XI secolo, interamente costruita in pietra locale, cinge l'intero paese ed è dotata di tre porte: Porta Orticelli, Porta Guarcino (nel quale è possibile ammirare antichi affreschi) e la Porta a Monte dov'è incastonata una pietra con scritto:"NERVA IMPERANTE", ciò fa pensare che vi fosse una cinta muraria preesistente di origine Romana del quale rimane solamente l'Arco di Sant'Andrea (verso Porta Guarcino).

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

 

EconomiaModifica

ArtigianatoModifica

Tra le attività economiche più tradizionali, diffuse e rinomate vi sono quelle artigianali, come l'arte del legno, finalizzata al settore dell'arredamento ed alla produzione di mobili in stile.[3]

AmministrazioneModifica

Nel 1872 Vico cambiò denominazione in Vico nel Lazio.

Nel 1927, a seguito del riordino delle circoscrizioni provinciali stabilito dal regio decreto n. 1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Frosinone, Vico nel Lazio passò dalla provincia di Roma a quella di Frosinone.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
24 aprile 1995 13 giugno 1999 Mario Pica Liste civiche di centro sinistra Sindaco
14 giugno 1999 12 giugno 2004 Giovanni Rondinara Lista civica Sindaco I mandato
13 giugno 2004 07 giugno 2009 Giovanni Rondinara Lista civica Sindaco II mandato
08 giugno 2009 25 maggio 2014 Claudio Guerriero Lista civica

Uniti per Vico

Sindaco I mandato
26 maggio 2014 in carica Claudio Guerriero Lista civica

Uniti per Vico

Sindaco II mandato

Altre informazioni amministrativeModifica

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Atlante cartografico dell'artigianato, vol. 2, Roma, A.C.I., 1985, p. 20.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN153969577