Apri il menu principale

Vietato morire (singolo)

singolo di Ermal Meta del 2017
Vietato morire
Ermal Meta - Vietato Morire.PNG
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaErmal Meta
Tipo albumSingolo
Pubblicazione8 febbraio 2017
Durata3:31
Album di provenienzaVietato morire
GenerePop rock[1]
EtichettaMescal
ProduttoreErmal Meta
RegistrazioneStone Room Studio, Bari
Batteria: Auditoria Records, Fino Mornasco
FormatiDownload digitale
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia (2)[2]
(vendite: 100 000+)
Ermal Meta - cronologia
Singolo precedente
(2016)
Singolo successivo
(2017)

Vietato morire è un singolo del cantautore albanese Ermal Meta, pubblicato l'8 febbraio 2017 come primo estratto dall'album omonimo.[3]

La canzoneModifica

Traccia d'apertura dell'album, il brano funge da seguito per il singolo Lettera a mio padre del 2014, nel quale Meta descriveva il rapporto conflittuale con una figura paterna violenta. In questo testo viene invece trattato il tema più generale della violenza domestica. Il brano è di speranza ed è dedicato alla madre,[4] che trovò il coraggio di troncare ogni rapporto con il marito e di trasferirsi con i tre figli in Italia, lasciandosi il passato alle spalle.[5]

Meta ha presentato per la prima volta dal vivo il brano in occasione della sua partecipazione al Festival di Sanremo 2017, con il quale si è classificato al terzo posto.[6]

Una versione alternativa del brano è stata inclusa come traccia d'apertura del terzo disco dell'edizione deluxe dell'album.[7]

TracceModifica

  1. Vietato morire – 3:31 (Ermal Meta)

FormazioneModifica

Musicisti
Produzione
  • Ermal Meta – produzione, registrazione presso lo Stone Room Studio
  • Roberto Cardelli – registrazione presso lo Stone Room Studio
  • Giordano Colombo – registrazione batteria presso gli Auditoria Records
  • Cristian Milani – missaggio
  • Stefano Salonia – assistenza tecnica
  • Antonio Baglio – mastering

ClassificheModifica

Classifica (2017) Posizione
massima
Italia[8] 7
Italia (airplay)[9] 14
Italia (airplay italiana)[10] 6
Italia (airplay TV)[11] 4

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Festival di Sanremo