Apri il menu principale

Vilicus ne sit ambulator è una locuzione latina la cui traduzione in italiano è: "il fattore non sia perdigiorno"[1].

La frase è tratta dal De agri cultura, opera di Marco Porcio Catone. È parte di una ampia dissertazione sugli obblighi del fattore che, in primo luogo, non deve allontanarsi dal podere, dovendolo controllare costantemente[1].

NoteModifica

  1. ^ a b Marco Porcio Catone, Opere di Marco Porcio Catone Censore, a cura di Paolo Cugusi, Maria Teresa Sblendorio Cugusi, vol. 2, UTET, 2001, pp. 38-39, ISBN 9788802056449.
  Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina