Apri il menu principale

Villa Recalcati

Edificio Storico di Varese, Italia
Villa Recalcati
Varese - Villa Recalcati 0474.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia Lombardia
LocalitàVarese
IndirizzoPiazzale Libertà
Coordinate45°49′00.52″N 8°48′44.63″E / 45.816812°N 8.812398°E45.816812; 8.812398Coordinate: 45°49′00.52″N 8°48′44.63″E / 45.816812°N 8.812398°E45.816812; 8.812398
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXVII secolo
UsoUffici della Pubblica Amministrazione, Prefettura
Realizzazione
Proprietarioprovincia di Varese
CommittenteGabrio Recalcati

Villa Recalcati è una villa di Varese, nel quartiere Casbeno, in Italia. È la sede della Provincia di Varese e di una delle due sedi della Prefettura di Varese.

Villa Recalcati è una delle più significative testimonianze di architettura barocca italiana, fu costruita nella prima metà del Settecento accanto ad un precedente edificio dal marchese milanese Gabrio Recalcati, erede di un'antica casata della quale faceva parte anche Francesco Recalcati, segretario di Ludovico il Moro.

Per volere di Antonio Luigi Recalcati, tra il 1756 e il 1775 venne ampliata. Ospitò personaggi famosi, come ad esempio Giuseppe Verdi. All'inizio del '900 la villa e il suo parco furono acquistati da Giacomo Limido, Gerolamo Garoni ed Eugenio Maroni Biroldi che trasformarono l'edificio nell'Albergo Varese - Grand Hotel Excelsior. Nel 1927 Varese divenne capoluogo di provincia e nel 1931 acquistò l'intero edificio.

Conserva al suo interno preziose opere d'arte, tra cui numerosi affreschi, perlopiù settecenteschi, opera dei più importanti decoratori varesini dell'epoca, quali Pietro Antonio Magatti e un ciclo di affreschi di Giovan Battista Ronchelli.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN202316464 · WorldCat Identities (EN202316464