Apri il menu principale

Il villaggio operaio è un insediamento di natura industriale, nato come risposta alle esigenze di conciliare casa e lavoro in un unico centro abitato, che fosse funzionale tanto agli interessi dell'imprenditore quanto a quelli dell'operaio. A seconda delle idee che stanno alla loro base: paternalismo industriale (Alessandro Rossi, Silvio Crespi, Napoleone Leumann), socialismo utopico (Robert Owen) vengono definiti i rapporti di forza all'interno del villaggio e conseguentemente quanto gli interessi di un gruppo prevalgano su quelli dell'altro. Sono sorti tipicamente tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX secolo.

Esempi di villaggio operaioModifica

In ItaliaModifica

Conservati nelle forme originaliModifica

AltriModifica

In FranciaModifica

In GermaniaModifica

Nel Regno UnitoModifica

Negli Stati UnitiModifica

NoteModifica

  1. ^ Crespi D'Adda UNESCO - Sito ufficiale, su crespidaddaunesco.org.
  2. ^ Associazione Amici della Scuola del Villaggio Leumann, su villaggioleumann.it.
  3. ^ Abitare a Saronno tra '800 e '900 (PDF), su comune.saronno.va.it.
  4. ^ Villaggio operaio della Filatura, su comune.tollegno.bi.it. URL consultato il 5 febbraio 2019.
  5. ^ VareseNews - Le memorie operaie e la fabbrica della creatività, su varesenews.it.
  6. ^ Comune di Varano Borghi - L'epoca dei Borghi, su comune.varano-borghi.va.it.
  7. ^ La città del lavoro - Fumian (2010).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica