Vincenzo Scrivo

scultore italiano

Vincenzo Scrivo (Serra San Bruno, 1750Serra San Bruno, 1810) è stato uno scultore italiano.

Scolpì numerose statue di santi di pregevole fattura per molte chiese dei paesi calabresi.

OpereModifica

  • Statua dell'Immacolata, (chiesa matrice di Serra San Bruno)
  • Statua di S. Pasquale di Baylon, (chiesa matrice di Serra San Bruno)
  • Statua della Madonna del Carmine (chiesa matrice di Serra San Bruno)
  • Statua della Madonna dell'Assunta (chiesa dell'Assunta di Serra San Bruno)
  • Statua dell'Assunta (Pazzano)
  • Statua di San Rocco (Pazzano)
  • Statua di S. Giuseppe (Bivongi)
  • Statua di S. Giuseppe (Soriano)
  • Statua di S. Giuseppe (Camini)
  • Statua del Cristo Risorto (Riace)
  • Statua della Madonna delle Grazie (Mongiana)
  • Statua di S. Maria Annunziata (chiesa di S. Angelo di Gerocarne)
  • Statua di S. Emiliano di Miglianò (chiesa matrice di Gerocarne)
  • Statua di S. Francesco di Paola (Vazzano - 1792)
  • Statua della Immacolata di Tritanti (Maropati - 1793)
  • Statua della Madonna delle Grazie (Francavilla Angitola - 1796)
  • Statua del Santissimo Salvatore (Pazzano - 1797)
  • Statua della Madonna dell'Itria (Polistena - 1797)
  • Statua della Madonna del Carmelo (Cinquefrondi - 1798) Attribuita dal Prete Sorrenti che la restaurò è l'attribuì allo Scrivo mentre in effetti la scultura è di Francesco Morani n. 1804 da Polistena, analoga alla Madonna del Carmine di Anoia Inf. scolpita da MORANI. ( vedi santini dell'epoca fatti dal Canonico Gaetano Filoreto dove sotto la base la dicitura indicava Francesco Morani).
  • Altto dell'Altare maggiore della Chiesa di Spinetto eseguito da Raffaele De Francesco (Serra San Bruno - 1799)
  • Gruppo statuario di S. Michele Arcangelo di (Cinquefrondi - 1804).

BibliografiaModifica

  • Domenico Pisani, I maestri della scultura lignea policroma di Serra San Bruno. Genesi e sviluppo di un'attività artistica nella Calabria meridionale, in “Esperide”, a. V, n. 9-10, 2012
  • Vedi Biografia su Francesco Morani Scultore, realizzata a dimostrare che con i restauri le diciture sotto la base dell'opera furono cancellate.

Collegamenti esterniModifica