Apri il menu principale

Vincenzo da Sant'Eraclio

scrittore (XVIII secolo)
Esame teologico-fisico del sistema di chi sostiene abitati da ragionevoli creature i pianeti, 1760

Vincenzo da Sant'Eraclio (... – XVIII secolo) è stato un religioso italiano.[1]

Tradusse in lingua italiana l'opera del cardinal Bona De discretione spirituum.[2]

Esaminò la questione della pluralità dei mondi nel suo Esame teologico-fisico del sistema di chi sostiene abitati da ragionevoli creature i pianeti.[3]

OpereModifica

NoteModifica

  1. ^ Vincenzo <da Sant'Eraclio>
  2. ^ Giovanni Bona e Vincenzo : da#Sant'Eraclio, Della discrezione, o sia Conoscimento degli spiriti libro uno. Opera di Giovanni Bona prete cardinale ... Dalla latina nella italiana favella portata, con avervi delle note aggiunte, dal padre f. Vincenzo da Sant'Eraclio predicator cappuccino, nella stamperia di Francesco Bizzarrini Komarek provisore de' libri della Biblioteca Vaticana, 1765, p. 23.
  3. ^ Vincenzo da Sant'Eraclio, Esame teologico-fisico del sistema di chi sostiene abitati da ragionevoli creature i pianeti, Lucca, Giuseppe Lucca Rocchi, 1760. URL consultato il 23 aprile 2015.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN66817342 · GND (DE100638716 · CERL cnp00144932 · WorldCat Identities (EN66817342