Apri il menu principale

Vinny Del Negro

cestista e allenatore di pallacanestro statunitense
Vinny Del Negro
Vinny Del Negro.jpg
Vinny Del Negro nel 2011 durante una partita dei Los Angeles Clippers
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Italia Italia
Altezza 190 cm
Peso 88 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex playmaker)
Ritirato 2001 - giocatore
Carriera
Giovanili
Suffield Academy
1984-1988NCSU Wolfpack
Squadre di club
1988-1990Sacramento Kings156 (1.308)
1990-1992Treviso59 (1.514)
1992-1998San Antonio Spurs433 (4.844)
1999Fortitudo Bologna4 (32)
1999-2000Milwaukee Bucks115 (630)
2000-2001Golden St. Warriors29 (77)
2001Phoenix Suns38 (179)
Carriera da allenatore
2008-2010Chicago Bulls82-82
2010-2013L.A. Clippers128-102
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 aprile 2013

Vincent Joseph "Vinny" Del Negro (Springfield, 9 agosto 1966) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense naturalizzato italiano. I suoi nonni erano originari di Atena Lucana (SA). Di questo piccolo paese del Vallo di Diano, è cittadino onorario dal 1992, anno in cui il giocatore militava nella Benetton di Treviso.

CarrieraModifica

Del Negro fu scelto, nel draft NBA 1988 come numero 29 dai Sacramento Kings. Con questa franchigia rimase per sole due stagioni.

Nel 1990 approdò in Italia alla Benetton Basket Treviso e l'anno dopo, in coppia con il croato Toni Kukoč, formò una delle coppie di giocatori più forti mai viste in Italia e vinse da protagonista lo scudetto nel 1992 mantenendo una media di oltre 25 punti a partita.

 
Del Negro con la maglia della Benetton Treviso

Dopo lo scudetto tornò nella NBA. A partire dal 1992-93, per sei stagioni, fu nel roster dei San Antonio Spurs.

Nel 1999, durante la sospensione del campionato NBA per la serrata dei proprietari, Del Negro fece una nuova fugace apparizione nel campionato italiano, con la maglia della Fortitudo Bologna.

Successivamente, negli ultimi anni della carriera, fino al suo ritiro avvenuto nel 2002, militò per diverse squadre NBA: i Milwaukee Bucks, i Phoenix Suns e i Golden State Warriors.

Nell'agosto 2007 è stato nominato assistant general manager dei Phoenix Suns.

Nel giugno 2008 è stato assunto come capo-allenatore dei Chicago Bulls. La scelta, malvista dai sostenitori dei "Tori" a causa della scarsissima esperienza dell'ex playmaker, è stata presa dopo i rifiuti di Mike D'Antoni e Doug Collins.

Dal 2010 al 2013 ha allenato i Los Angeles Clippers.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Pall. Treviso: 1991-1992

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica