Violetta Bellocchio

Violetta Bellocchio (Milano, 4 settembre 1977) è una scrittrice italiana.

BiografiaModifica

Figlia della psicanalista Lella Ravasi Bellocchio e nipote del regista Marco Bellocchio, esordisce nel 2009 con il romanzo Sono io che me ne vado (Mondadori). Scrive per le riviste «Rolling Stone», «IL», «Rivista Studio», «Wired», «Vanity Fair», «Internazionale». È docente della Scuola Holden di Torino. Nel 2013 fonda la rivista letteraria online Abbiamo le prove da cui è nata l’antologia Quello che hai amato (2015, Utet).

OpereModifica

Romanzi
  • "Sono io che me ne vado" (Mondadori, 2009);
  • "Il corpo non dimentica" (Mondadori, 2014);
  • "Mi chiamo Sara, vuol dire principessa" (Marsilio, 2017)
Antologie
  • "Quello che hai amato" (Autori Vari a cura di Violetta Bellocchio, Utet, 2015)
  • "Ho visto cose…" (Autori Vari, a cura di Giorgio Vasta, Rizzoli, 2008);
  • "I confini della realtà" ( Autori Vari, a cura di Sandrone Dazieri, Mondadori, 2008)
  • "Voi non ci sarete – Cronache dalla fine del mondo" (Autori Vari, a cura di Alessandro Bertante, Agenzia X, 2009).
  • "L'età della febbre" (Autori vari, a cura di Christian Raimo e Alessandro Gazoia, , Minimum Fax, 2015)
  • "Ma il mondo non era di tutti?" (Autori vari, a cura di Paolo Nori, Marcos y Marcos, 2016)