Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Virilità (disambigua).

Per virilità (dal latino virilitas, ovvero mascolinità o virilità, che deriva dal latino vir, uomo) si intende la condizione che connota lo sviluppo completo e armonico dell'organismo, in relazione con lo stabilizzarsi di tutti i caratteri sessuali primitivi e secondari propri del maschio.[1] Il termine può indicare più genericamente l'insieme delle qualità maschili come potrebbero esserlo ad esempio la forza fisica,[2] il vigore, la salute e la costituzione fisica. In quest'ultimo senso, la virilità è per gli uomini come la fertilità è per le donne.

StoriaModifica

Storicamente, alcuni attributi maschili come ad esempio la lunghezza della barba, sono stati visti come segni di virilità e leadership (ad esempio nell'antico Egitto e in Grecia).[3]

Secondo Jean-Jacques Courtine, professore alla Sorbona, il sentimento di virilità è storicamente basato su tre valori: forza fisica, poi coraggio, eroismo guerriero, mascolinità egemonica e infine potere sessuale.[4]

NoteModifica

  1. ^ VIRILITÀ, su treccani.it. URL consultato il 28 dicembre 2018.
  2. ^ (EN) VIRILITY, su dictionary.cambridge.org. URL consultato il 28 dicembre 2018.
  3. ^ (EN) Londa L. Schiebinger, Nature's Body: Gender in the Making of Modern Science, Rutdgers University, 1993, p. 121.
  4. ^ Jean-Jacques Courtine, C'est quoi, être un homme viril ?, su Les inrocks, 17 octobre 2011.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • VIRILITÀ, su treccani.it. URL consultato il 28 dicembre 2018.
  Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biologia