Virtus Basket Padova

Virtus Basket Padova S.S.D. a R.L.
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali 600px bisection vertical HEX-1D913D Black.svg Nero e verde
Dati societari
Città Padova
Nazione Italia Italia
Federazione Federazione Italiana Pallacanestro
Campionato Serie B
Fondazione 1945
Denominazione Virtus Padova (1945-1992)
Vicenza Basket (1992-1994)
Virtus Basket Padova (dal 1994)
Presidente Gianfranco Bernardi
General manager Nicola Bernardi
Allenatore Daniele Rubini
Impianto Palasport San Lazzaro
(3,916 posti)
Sito web www.virtuspadova.it

La Virtus Basket Padova S.S.D. a R.L. nota semplicemente come Virtus Padova o Padova, è una società di pallacanestro della città di Padova. Ha militato in Serie A2 nella stagione 1993-94 con il nome di Pulitalia Vicenza.

Milita nella Serie B con il nome (per motivi di sponsorizzazione) di Antenore Energia Padova.

Attualmente è la prima società di pallacanestro a Padova e una delle realtà di maggior risalto a livello regionale Veneto.

StoriaModifica

 
Derby tra Petrarca (rossi) e Virtus Padova (neri) in Serie B1 nel 1992.

Fu fondata nel 1945, i colori sociali, il nero e il verde, sono quelli che caratterizzano tutt'oggi. Negli anni ottanta ottenne diversi risultati positivi, arrivando a disputare la Serie B d'Eccellenza. Nella stagione 1990-91, con la sponsorizzazione Viero, arrivò al terz'ultimo posto, ma riuscì ad evitare la retrocessione grazie a un ripescaggio.[1][2]

Nel frattempo, sempre nel 1991 un'altra squadra padovana, la Pallacanestro Petrarca Padova, riuscì a centrare la promozione in Serie B d'Eccellenza, così nella stagione 1991-92 ci fu il derby cestistico a Padova.[3]

Nel 1992, poiché due squadre padovane erano troppe, la Virtus, sponsorizzata Fracasso, decise di trasferirsi a Vicenza. Nel 1992-93 per la squadra vicentina arriva la promozione in Serie A2, da cui però è retrocessa durante la stagione seguente.[4] A questo punto il sodalizio con Vicenza terminò,[5] così la Virtus ripartì dalle serie minori venete.

Nella stagione 2008-09 la Virtus Padova, sponsorizzata Broetto costruzioni, ha giocato in Serie C Dilettanti,[6] raggiungendo il quarto posto nei playoff di accesso alla categoria superiore. Per la stagione 2009-10 la società ha confermato come allenatore Maurizio Benetollo.

Nella stagione 2009-10 la Virtus Padova si è classificata settima dopo una stagione con alti e bassi. Ai play-off si è scontrata con il Ladurner Marghera al primo turno e è stata eliminata dopo un'intensa serie al meglio delle tre gare e per la stagione 2010-11 il presidente ha riconfermato come allenatore Maurizio Benetollo.

Nella stagione 2011-12 la Broetto viene spostata nel girone D che corrisponde alla zona emiliana non incontrando poche difficoltà a causa della differenza di potenziale tra i due gironi. La Virtus non fa un grande stagione con molti alti e bassi, sfiorando molte imprese con le leader di classifica ma mancando partite alla portata. La Virtus arriva a fine campionato giocandosi la dodicesima posizione, utile per non giocare i playoff, e riesce ad avere la meglio su Barone Montealto Forlì e Basket Padova 1931, neo squadra fondata dalla retrocessione della Gattamelata, che saranno costrette a i playout.

Dopo sei stagioni consecutive in Serie C, il 24 maggio 2015, la Virtus, dopo essere arrivata terza nel girone C della stagione regolare, vince il girone A della seconda fase del campionato, ottenendo la promozione in Serie B dopo 25 anni.

Nella stagione sportiva seguente 2015/2016 la Broetto Virtus Padova incontra grandi difficoltà per tutta la prima metà del campionato. Costretta nella zona retrocessione dai risultati, a Gennaio viene aggiunto alla rosa di coach Massimo Friso il playmaker Stevan Stojkov. Girone di ritorno stellare dove la Virtus non solo guadagna la salvezza, ma raggiunge anche l'ultimo posto utile per giocare i playoff. Viene eliminata al primo turno dalla GSA Udine, squadra che poi conquisterà la promozione in serie A.

Dopo tre stagioni nell'anonimato nella stagione 2018/2019 la società del Duomo decide di dare una svolta.

La guida tecnica della prima squadra viene affidata a Daniele Rubini, coach esperto del settore giovanile NeroVerde che dopo 4 anni impegnato con i giovani Virtussini accetta l'incarico. Viene rivoluzionato il roster con l'inserimento di giocatori esperti e protagonisti nella categoria superiore ai quali vengono affiancati giovani del settore giovanile Padovano.

La società è ambiziosa e sta cercando di costruire un progetto di crescita per la pallacanestro in una città che merita sicuramente molto di più di quanto possiede attualmente!

CronistoriaModifica

Cronistoria della Virtus Padova
  • 1945: Fondazione della Virtus Padova.


  • 1985: Fusione con il Sarmeola Basket.

Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
  • 1994: Ritorna a Padova con il nome di Virtus Padova.

  • 2005-06 - Promossa in Serie C1.
  • 2006-07 - 8º nel girone C di Serie C1. Eliminata quarti play-off.
  • 2007-08 - 5º nel girone C di C Dilettanti. Eliminata quarti di finale play-off.
  • 2008-09 - 4º nel girone C di C Dilettanti. Eliminata semifinale play-off.
  • 2009-10 - 7º nel girone C di Divisione Nazionale C. Eliminata quarti di finale play-off

  • 2010-11 - 6º nel girone C di Divisione Nazionale C. Eliminata semifinale play-off
  • 2011-12 - 12º nel girone D di Divisione Nazionale C.
  • 2012-13 - 8º nel girone C di Divisione Nazionale C. Eliminata ai quarti di finale play-off.
  • 2013-2014 - 8º nel girone C di Divisione Nazionale C. Eliminata ai quarti di finale play-off dal San Vendemiano.
  • 2014-2015 - 3º nel girone C (regular season) di Serie C, 1º nel girone A (seconda fase),   promossa in Serie B.
  • 2015-2016 - 8º nel girone B di Serie B. Eliminata ai quarti di finale play-off da Udine.
  • 2016-2017 - 9º nel girone B di Serie B.
  • 2017-2018 - 9º nel girone B di Serie B.
  • 2018-2019 - 5º nel girone B di Serie B. 1º turno playoff.
  • 2019-2020 - 3º nel girone B di Serie B.

Roster 2018-2019Modifica

Naz. Ruolo Sportivo Anno Alt. Peso Note
5   G Federico Schiavon 1988 191
6   G Riccardo Visone 2001 184
9   P Niccolò Pellicano 2002 186
10   P Francesco De Nicolao 1993 185
11   C Giacomo Filippini 1991 208
12   G Matteo Motta 1992
13   P Andrea Piazza 1989 183
14   C Michele Ferrari 1986 194
24   C Beniamino Basso 2001 207
33   C Davide Bovo 1997 198

Staff tecnicoModifica

  • Allenatore: Daniele Rubini
  • Viceallenatore: Riccardo De Nicolao
  • Assistente: Adriano Primon
  • Direttore Sportivo: Roberto Rugo
  • Responsabile Settore Giovanile: Alberto Franceschini
  • Preparatore atletico: Roberto Taffara
  • Medico: Elvis Lela
  • Fisioterapista: Antonio Marziali
  • Dirigente accompagnatore: Andrea Costa

Sede e impianti di giocoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Palasport San Lazzaro.

La Virtus Padova ha sede a Padova in Via dei Tadi, all'ombra del Duomo. Nonostante ciò le partite della prima squadra si sono svolte fino al 2015 al Palazzetto di Rubano. Dal 5 settembre dello stesso anno le partite si svolgono al Palasport San Lazzaro di Padova.

GiocatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Cestisti della Virtus Padova

Maglie ritirateModifica

AllenatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori della Virtus Padova

NoteModifica

  1. ^ la stagione 1990-1991 Molisebasket.net
  2. ^ Formazione stagione 1990-1991[collegamento interrotto]
  3. ^ Formazione stagione 1991-1992[collegamento interrotto]
  4. ^ Scheda Lega basket serie A Lega Basket
  5. ^ La società[collegamento interrotto] VirtusPadova.it
  6. ^ Scheda Lega Nazionale Pallacanestro Stagione 2008-2009 Archiviato il 22 gennaio 2010 in Internet Archive. Dnc.webpont.com
  7. ^ Leo Busca l'ultima grandissima emozione, su virtuspadova.it. URL consultato il 9 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2016).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica