Vitale da Bologna (vescovo)

vescovo cattolico italiano
Vitale da Bologna, O.S.M.
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nominato vescovo19 dicembre 1362 da papa Urbano V
Deceduto1373
 

Vitale da Bologna (... – 1373) è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Bolognese, abbracciò la vita religiosa tra i serviti nel convento della sua città: ottenne il titolo di baccelliere in teologia a Parigi e nel 1318 era insegnante presso lo studio del suo convento a Bologna.

Fu nominato priore generale dell'ordine da papa Clemente VI il 3 dicembre 1348.

Fu legato papale in Pannonia e, su incarico del cardinale Egidio di Albornoz, predicò la crociata contro gli Ordelaffi a Forlì.

Fu inviato in Egitto nel 1359 come legato papale di Innocenzo VI presso il sultano: terminata la missione, si recò in pellegrinaggio i Terra Santa.

Durate la sua assenza il governo dell'ordine fu affidato a vicari generali: la situazione creò malcontento tra i frati, che ricorsero al pontefice contro il priore generale. Vitale fu giudicato innocente dal cardinale Giovanni, diacono di San Giorgio in Velabro, e nel 1362 fu chiamato da papa Urbano V ad Avignone per difendersi dalle accuse.

Il 19 dicembre 1362 papa Urbano V lo elesse vescovo di Ascoli[1] e il 21 luglio 1363 fu trasferito alla sede di Chieti.[2]

Morì nel 1373.

NoteModifica

  1. ^ Hierarchia Catholica, vol. I (1913), p. 111.
  2. ^ Hierarchia Catholica, vol. I (1913), p. 481.